Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Primo test clinico su grande scala della terapia di chelazione, un trattamento discutibile per la malattia di cuore

Il Centro Medico di NYU ha cominciato ad iscrivere i pazienti al primo test clinico su grande scala della terapia di chelazione, un trattamento discutibile per la malattia di cuore ampiamente praticata dai medici della medicina complementare ed alternativa. Il nuovo, studio nazionale finanziato dal governo determinerà se la terapia avvantaggia la gente con la coronaropatia, la causa della morte principale per sia gli uomini che le donne negli Stati Uniti.

“La Chelazione ampiamente è praticata nella comunità della medicina alternativa con poca prova alla manifestazione che è efficace o inefficace, sicuro o nocivo,„ dice l'Armonia Reynolds, M.D., un cardiologo a Leon H. Charney Division della Cardiologia nel Dipartimento di Medicina alla Scuola di Medicina di NYU. “Una prova su grande scala facendo uso dei metodi scientifici rigorosi è il solo modo convalidare o debunk l'uso di chelazione per la coronaropatia,„ dice il Dott. Reynolds, che piombo la prova di chelazione a NYU.

La Chelazione comprende l'uso di un amminoacido sintetico che è amministrato per via endovenosa tramite i filoni. Il trattamento funge da genere di spugna, di metalli pesanti dissipanti e di minerali quali cavo, ferro, rame e calcio dal sangue ed è usato per trattare il saturnismo e la tossicità da altri metalli pesanti. Sebbene FDA non abbia approvato la chelazione per trattare la coronaropatia, alcuni medici e professionisti della medicina alternativa la hanno raccomandata come modo ridurre il rischio di attacchi di cuore, di colpi e di altri mali.

“Molti pazienti applicano la terapia non tradizionale quale chelazione come alternativa ai trattamenti stabiliti per la coronaropatia,„ dice il Dott. Reynolds. “Questo è sfavorevole perché parecchi farmaci sono disponibili che sono stati provati estesamente e sono stati indicati per diminuire il rischio di morte o di attacco di cuore in pazienti con questa malattia.„

NYU è uno di una partecipazione nazionale di più di 100 siti della ricerca alla prova di chelazione, che farà partecipare più di 2.300 pazienti e richiederà cinque anni per completare. Tutti I pazienti riceveranno la terapia medica standard per il trattamento della coronaropatia, secondo le ultime linee guida, indipendentemente dal trattamento che ricevono come componente della prova. La Coronaropatia accade quando le arterie che portano l'ossigeno al cuore sono bloccate da placca. Come le configurazioni della placca, lo stretto delle arterie e meno ossigeno e sostanze nutrienti sono portati al cuore, causante i problemi sanitari seri quali dolore toracico e attacchi di cuore.

“Se la terapia di chelazione ha qualcosa aggiungere al trattamento convenzionale, questa prova ha la potenza mostrarla,„ dice il Dott. Reynolds. “Molti medici lo trovano difficile tenere una mente aperta circa complementare e terapie alternative quando c'è così grande letteratura scientifica per supportare l'uso della terapia standard,„ nota. “Purtroppo, questo può creare una barriera all'efficace comunicazione con i pazienti, alcuno di chi credono forte nella medicina alternativa. Costituendo un fondo per questa prova, il NIH sta inviando un messaggio ai pazienti: la comunità scientifica è ascoltante e dante a questi trattamenti una probabilità.„

I Pazienti interessati alla valutazione per lo studio dovrebbero essere almeno 50 anni e per avere un attacco di cuore. Il Dott. Reynolds può essere raggiunto a 212-263-6958. L'Ulteriore informazione può anche essere trovata al sito Web http://nccam.nih.gov/news/2002/chelation/q-and-a.htm di NCCAM