Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'ambulatorio dell'aspirina sulle arterie del collo può impedire le complicazioni

 

Schioccare un'aspirina che la notte prima che foste dovuto avere chirurgia sulle arterie del collo potrebbe contribuire ad impedire una complicazione pericolosa, un gruppo dei ricercatori all'università di Leicester ha scoperto.

Il gruppo di medici ha trovato che quello catturare una droga antipiastrinica, un clopidogrel e un'aspirina la notte prima della chirurgia per liberare da ostacoli le arterie del collo ha avuta vantaggi enormi. Il lavoro è stato costituito un fondo per dall'associazione del colpo e dalla fiducia di UHL NHS.

I risultati, riferiti nella circolazione: Il giornale dell'associazione americana del cuore, descrive come l'ambulatorio carotico di endarterectomy elimina la placca che limita le arterie del collo ed aumenta il rischio di colpo. Mentre l'ambulatorio diminuisce il rischio di lungo termine del colpo, si è associato con un piccolo rischio di colpo durante e presto dopo la procedura. Colpo dopo che l'ambulatorio accade perché i grumi minuscoli chiamati microemboli interrompono la superficie dell'arteria pulita.

“Universalmente, circa 6 per cento dei pazienti o moriranno o avere un colpo intorno al periodo del endarterectomy carotico,„ ha detto lo studio l'autore Ross senior Naylor, professore onorario di chirurgia nel dipartimento delle scienze cardiovascolari all'università di Leicester. “Questo è il primo studio che ha indicato mai che potremmo potere impedire i colpi causati da trombosi postoperatoria amministrando una compressa preoperatively.„

L'aspirina è data tradizionalmente a tutti i pazienti durante il endarterectomy carotico per impedire la coagulazione in eccesso, ma alcuni pazienti continuano a coagularsi. Ricercatori esaminatori perché alcuni pazienti sono sembrato essere all'elevato rischio di formazione dei questi coaguli di sangue.

Hanno trovato che in pazienti ad alto rischio, le piastrine, che iniziano la coagulazione, erano altamente sensibili ad un prodotto chimico chiamato adenosindifosfato (ADP). I ricercatori hanno trovato che l'aspirina stava bloccando un percorso d'attivazione nella piastrina, ma non pregiudicando la via di ADP. I ricercatori hanno ritenuto che il clopidogrel della droga antipiastrinica, un ADP-inibitore, potrebbe ridurre il numero degli emboli che vanno al cervello.

Una compressa da 75 (mg) milligrammi di clopidogrel ha diminuito la risposta globale della piastrina all'ADP da 8,8 per cento, che hanno provocato una riduzione di 10 volte del numero dei pazienti che hanno più di microemboli 20 in tre ore di chirurgia. Appena come importante, l'una dose di clopidogrel - mentre abbastanza per fermare o rallentare la coagulazione - non ha causato l'eccessivo spurgo, che potesse anche essere pericoloso in questi pazienti.
“Ora è possibile impedire una complicazione che precedentemente è stata considerata imprevedibile ed unpreventable,„ Naylor ha detto. “È importante allo sforzo, tuttavia, che questo è un piccolo studio e non è stato alimentato per valutare l'effetto clinico di clopidogrel nell'impedire i colpi.„

Lo studio ha incluso 100 pazienti carotici di endarterectomy che già stavano catturando l'aspirina. I ricercatori hanno dato a 75mg di clopidogrel a 46 pazienti la notte prima di chirurgia e di un placebo a 54 altre.

I ricercatori hanno riflesso i pazienti con un doppler transcranial (un commputer di ultrasuono che può mettere a fuoco sul vaso sanguigno principale del cervello ed individuare il microemboli) e il angioscopy (controllando l'interno dell'arteria con una macchina fotografica minuscola prima della rifinitura dell'operazione). Angioscopy permette ai chirurghi di identificare i problemi tecnici prima che il flusso sanguigno sia ripristinato al cervello.

“La tecnica quasi ha sradicato i colpi che accadono durante l'operazione,„ Naylor ha detto. “Questo studio, tuttavia, è messo a fuoco sull'impedire i colpi che accadono dopo che il paziente ha svegliato dall'anestesia.„ 

Il gruppo chirurgico piombo dal professor Ross Naylor ed il progetto è stato fatto funzionare in collaborazione con il professor Alison Goodall (professore di trombosi & dell'emostasi) ed il sig. Paul Hayes (conferenziere clinico in chirurgia). La ricerca è stata effettuata dal sig. David Payne, un ricercatore clinico, con l'assistenza del sig. Chris Jones, una ricerca che lavora nel laboratorio del professor Goodall. Tutto il personale fa parte del dipartimento delle scienze cardiovascolari all'università di Leicester.