Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La Rimozione delle ghiandole tiroidi può essere inutile per la maggior parte dei pazienti

Una procedura postoperatoria sgradevole per i pazienti di tumore della tiroide che hanno fatti le loro ghiandole tiroidi rimuovere chirurgicamente può essere inutile per la maggior parte dei pazienti, secondo i ricercatori dell'Università di Washington al Centro del Cancro di Siteman ed all'Ospedale Barnes-Ebreo a St. Louis.

I Medici lungamente hanno supposto che in anticipo continui le scansioni per residuo o il tumore della tiroide ricorrente è soltanto possibile quando i pazienti sono stati con sei settimane di un farmaco più debole della tiroide e due - tre settimane di nessun farmaco della tiroide.

Il Ritiro dal farmaco piombo gli organismi dei pazienti produrre il loro proprio ormone distimolazione (TSH) e l'esposizione sufficientemente agli alti livelli di TSH crea una sete aumentata per iodio in tutte le celle restanti della tiroide. Gli Scienziati possono poi dare a pazienti le piccole dosi di iodio radioattivo che saranno prese dalle celle. Una dose più debole lascia gli scienziati individuare le celle; una più forte dose le uccide.

In uno studio pubblicato nell'edizione di Aprile Del Giornale di Medicina Nucleare, gli scienziati della Scuola di Medicina dell'Università di Washington riferiscono che quello semplicemente catturare i pazienti fuori dal farmaco della tiroide per due settimane prima della scansione produce i cambiamenti desiderati in quasi 90 per cento dei pazienti.

“Quando i pazienti sono farmaco decollato della tiroide, ottengono stanchi, il peso di guadagno e non ritiene appena generalmente molto buon,„ dice il principale inquirente Perry W. Grigsby, M.D., il professor della radiologia e dell'oncologia di radiazione. “Non vogliamo i pazienti ritenere cattivi, in modo da li vogliamo essere fuori dal farmaco per bruscamente un momento come possibile.„

I Medici diagnosticano i 14.000 nuovi casi stimati di tumore della tiroide all'anno, con le donne che sviluppano il cancro alle tariffe due - tre volte quelli degli uomini. Situato nel collo, la ghiandola tiroide regolamenta il metabolismo con la produzione dell'ormone tiroideo, che pregiudica i livelli di radioattività delle cellule in tutto l'organismo.

Il Trattamento di una tiroide cancerogena comincia generalmente con rimozione chirurgica della ghiandola. Per compensare, i pazienti catturano il farmaco della tiroide per il resto della loro vita.

Nelle scansioni postoperatorie iniziali, il rischio aumentato di tumori ricorrenti o residui limita le opzioni dei medici per preparare i pazienti per quelle scansioni, secondo Grigsby.

“La procedura classica è di mettere il paziente su un farmaco più debole della tiroide per sei settimane e poi catturarle fuori dal farmaco interamente per due - tre settimane,„ Grigsby spiega.

Per lo studio, Grigsby ed i colleghi hanno riflesso molto attentamente i livelli di TSH in quasi 300 pazienti di tumore della tiroide di cui le tiroidi erano state rimosse e che non stavano catturando il farmaco. Alcuni dei pazienti erano appena da chirurgia ed ancora non avevano cominciato catturare l'ormone; altri sono stati decollati l'ormone senza il periodo di sei settimane standard sul modulo più debole della droga. I Ricercatori hanno trovato che 89 per cento del gruppo avevano raggiunto il livello di TSH stato necessario per la rappresentazione postoperatoria in una - due settimane. Entro la terza settimana, 96 per cento erano pari o oltre il livello desiderato.

“Non sembriamo avere bisogno di sei settimane sul farmaco meno efficace,„ Grigsby dice. “Quell'approccio sembra nascere mentre qualcuno migliore congettura quanto a cui abbiamo dovuto fare per preparare i pazienti per le scansioni e nessuno la hanno interrogata mai. Ma ora sappiamo che possiamo farlo in un modo che è più semplice, più rapidamente e soprattutto più facile sui pazienti.„

Grigsby nota che l'introduzione dell'ormone distimolazione umano recombinante (rhTSH) cinque anni fa notevolmente ha diminuito la necessità di catturare i pazienti fuori dal farmaco della tiroide per le scansioni successive di seguito. L'organismo risponde a rhTSH allo stesso modo che risponde a cessazione del farmaco della tiroide, permettente affinchè gli scienziati scandisca per le cellule tumorali.

Tuttavia, il rhTSH può anche complicare e ritardare il trattamento dei tumori, in modo dai medici non lo utilizzano generalmente nelle scansioni postoperatorie più iniziali, quando le probabilità di individuazione dei tumori sono ancora più alte.