Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Composti che possono fermare la replica del virus A Cellula T di leucemia

I Ricercatori stanno analizzando parecchi composti che possono inibire l'enzima che è essenziale per la riproduzione del Tipo 1 A Cellula T Umano del Virus di Leucemia (HTLV-I), che ha infettato 15 - 20 milione di persone universalmente. Il virus causa la leucemia A Cellula T adulta interna in fino a 10 per cento di quelle infettati.

Piccolo è conosciuto circa l'enzima di HTLV-I, o la proteasi, che taglia le serie lunghe di amminoacidi per formare le proteine funzionali che fanno un virus maturo di HTLV-I -- un cugino distante del virus del HIV che causa l'AIDS. Circa 250 ricercatori universalmente stanno studiando la proteasi di HTLV-I e fra loro sono ricercatori al Georgia Institute Of Technology. Presenteranno i loro risultati il 1° aprile alla 227th riunione nazionale della Società di Prodotto Chimico Americano (ACS) a Anaheim, California.

“Non Ci sono corrente buoni modi trattare HTLV-I ed impedire la diffusione del virus,„ ha detto Suzanne B. Shuker, un assistente universitario di chimica e della biochimica Terapie a Tecnologia della Georgia “che inibiscono il ciclo di vita del virus hanno potenziale come trattamenti per l'infezione di HTLV-I. La proteasi da HTLV-I è quindi un obiettivo attraente per progettazione dell'inibitore.„

I Ricercatori nel laboratorio di Shuker stanno studiando questa proteasi per cinque anni, costruente sulla ricerca cominciata a Tecnologia della Georgia 12 anni fa dall'ex Professor Rick Ikeda, ora agli Istituti della Sanità Nazionali. Poichè provano i composti possibili dell'inibitore, Shuker ed i suoi studenti egualmente stanno funzionando per capire più circa l'attività dell'enzima e la struttura per aiutare nello sforzo di sviluppo. Una Tecnologia ed i Centri della Georgia per la concessione del seme del Controllo di Malattie (CDC) sta costituendo un fondo per l'attività in corso.

Il membro Bryan Herger, uno studente quarto anno del gruppo di ricerca di Ph.D. nel laboratorio di Shuker, studia come la proteasi funziona e come identifica gli amminoacidi ha supposto per tagliare. Questi informazioni aiutano lo studente quarto anno Kelly Dennison di Ph.D. ed altri membri di gruppo a trovare i composti che imitano il trattamento della proteasi di HTLV-I degli amminoacidi di taglio. I sei composti che ora stanno studiando contengono lo statine, un acido di 4 amino-3-hydroxy-5-phenylpentanoic o il hydroxyethylamine. I Ricercatori ritengono che questi composti siano inibitori di proteasi potenti.

Hanno eseguito le analisi cinetiche per determinare quanto velocemente ogni composto elabora le proteine del virus. Le analisi comprendono un substrato naturale che consiste di un segmento di una catena dell'amminoacido che contiene una giunzione in cui la proteasi di HTLV-I taglierà. Il substrato è trattato con un agente fluorescente che rivela la posizione dei tagli nella catena dell'amminoacido. Quando i ricercatori aggiungono un composto potenziale dell'inibitore al substrato, determinano la tariffa a cui taglia la catena. Più lenta la tariffa, meglio l'inibitore, Dennison ha spiegato.

“Alla fine di quest'anno, verificheremo la promessa di questi composti sui virus reali di HTLV-I nei laboratori di CDC,„ Dennison ha aggiunto.

Nel Frattempo, Herger sta studiando i diversi amminoacidi, o gli elementi strutturali, che preparano la proteasi di HTLV-I produrre un virus contagioso. Sta determinando quale di questi elementi sono compresi in associazione alle proteine virali ed i che fattori sono importanti nel montaggio delle particelle virali. Una Volta Che identifica la disposizione approssimativa degli amminoacidi, quindi i ricercatori possono sviluppare gli inibitori che legano allo stesso modo a quegli amminoacidi specifici.

Herger usa un'analogia di tasto e del blocco per spiegare la ricerca. L'enzima è il blocco, che ha un buco della serratura. “Lo conosciamo che cosa il tasto, o la proteina virale indigena, sguardi gradisce,„ abbiamo detto. “E vogliamo conoscere la forma del blocco per sviluppare altri tasti per abbinarlo e chiuderlo a chiave su.„

Sulla Base degli amminoacidi che formano il buco della serratura per la proteasi del HIV, che è molto simile alla proteasi HTLV-1, i ricercatori possono cambiare la proteasi di HTLV-I in modo da funziona come il HIV.

“Lo stesso tasto funziona per entrambe le proteasi,„ ha detto. “Così stiamo facendo un bit di proteina che costruisce qui. Poi possiamo catturare le congetture istruite quanto ai posti corrispondenti in proteasi di HTLV-I e cambiare quegli amminoacidi finché non abbinino la proteasi di HIV-1, un buco della serratura conosciuto. Sulla Base di questi informazioni, abbiamo una migliore idea della sede del legame, o buco della serratura, della proteasi di HTLV-I. Speriamo di tradurre questi informazioni per sviluppare i migliori inibitori della proteasi.„

I Ricercatori già hanno identificato alcuni amminoacidi che credono sono critici a riconoscere gli inibitori di proteasi giusti. Per ora, sono composti di sviluppo che i peptidi mimici perché sono più facili da sintetizzare, Dennison hanno spiegato. Finalmente, vogliono sviluppare non peptidico, o completamente sintetico, inibitori perché, come droghe per trattare la leucemia A Cellula T, avrebbero meno effetti secondari e sono più efficaci, lei hanno aggiunto. I Ricercatori ritengono che questo lavoro potrebbe piombo ad un nuovo agente farmaceutico durante circa cinque anni.

In un progetto relativo nel laboratorio di Shuker, la Truffa di Katelyn dello studente universitario sta mettendo a punto un metodo rapido per la schermatura degli inibitori per la loro efficacia. Ora richiede un giorno intero per studiare appena due composti. Se la Truffa trattata funziona, i ricercatori potrebbero ottenere i risultati da 96 composti differenti in appena 45 minuti. Questo metodo misura i beni ottici dei composti ed esegue l'analisi senza separare i prodotti chimici in ciascuno composto.

Malgrado che cosa possono essere lavoro noioso, i ricercatori esprimono l'eccitazione circa i loro studi. “È lo sconosciuto,„ Dennison ha detto. “Non c'è libro di norma che viene con cui prevedere qui. Non conosciamo molto circa questo enzima particolare, in modo da tutto che troviamo fuori sta sviluppando la nostra base di conoscenza verso la comprensione degli effetti di questo virus.„

“C'è egualmente il lato altruistico di,„ Dennison ha aggiunto. “Ho ricevuto una serie di messaggi di posta elettronica dagli amici che hanno avuti amici con la leucemia A Cellula T adulta. Ciò è solo in modo schiacciante a me.„