Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Madri che fumano l'aumento la probabilità delle figlie che fumano la volta 3

L'illusione di fumo può essere altrettanto micidiale come la cosa vera per le ragazze di centro città di minoranza che credono le loro madri ha l'abitudine, una nuova Università di studio di Florida trova.

Ragazze Nere e Ispane di centro città che pensano il loro fumo delle madri -- anche se quello non è il caso -- era tre volte più probabile provare le sigarette che le ragazze che conoscono le loro madri sono non-fumatori, hanno detto Julia Graber, il professor della psicologia di UF che ha effettuato la ricerca con le ragazze del settimo-grado. Lo studio compare nella questione attuale del Giornale della Ricerca su Adolescenza.

“Che Cosa realmente importa è che cosa le figlie pensano sta accadendo, non così tanto che madri realmente fanno,„ Graber hanno detto. “Che lo rende molto importante per le madri che non sono fumatori, ma di cui le figlie pensano sono per qualche motivo, dare i messaggi che chiari non lo fumano e che non considerano come comportamento appropriato. L'Adolescenza è un momento critico per l'apprendimento circa la dipendenza, perché i fumatori sono più probabili poi cominciare che in qualunque altra fase nelle loro vite.„

Peggio, ragazze che non avevano provato mai le sigarette eppure erroneamente creduto le loro madri fumate siano due volte probabile provare le sigarette che le ragazze che hanno conosciuto le loro mamme erano non-fumatori, ha detto.

Perché le ragazze penserebbero le loro madri fumate quando hanno detto che non hanno fatto è poco chiaro, Graber ha detto.

“Può essere che fumare nelle famiglie di minoranza accada frequentemente di meno e più sporadicamente, quindi causando maggior confusione fra le ragazze adolescenti circa stato di fumo delle loro madri',„ lei ha detto. Inoltre, altri adulti nella famiglia possono fumare e le ragazze possono credere erroneamente che questo sia comportamento adulto comune, Graber ha detto. O forse le loro madri realmente fumano anche se hanno detto che non fanno e le loro figlie vederle, ha detto.

Sebbene le tariffe di fumo fra gli anni dell'adolescenza e gli adulti abbiano rimangano equo stabili, fumare non è più più prevalente fra gli uomini e ragazzi, Graber ha detto.

Le Preoccupazioni circa gli effetti sulla salute di fumo nelle donne sono aumentato. Come riportato nel documento, il cancro polmonare ha sorpassato il cancro al seno come la causa principale della morte del cancro in donne e gli studi hanno trovato il fumo da essere un fattore nel cancro cervicale e nelle nascite premature.

Le donne di Minoranza possono affrontare ancora i maggiori rischi di sviluppare la malattia in relazione con, Graber ha detto, notante che i nero hanno più alte tariffe di ipertensione, del diabete e della consegna dei bambini del basso peso alla nascita, circostanze interamente peggiorate fumando.

Sebbene gli studi siano stati fatti fra la gioventù suburbana bianca sui fattori sociali che influenzano gli adolescenti per fumare, poca ricerca è stata effettuata sulle minoranze, Graber ha detto. La Sua ricerca ha messo a fuoco su 293 neri e 96 ragazze Ispane fra 11 e 15 chi ha assistito al banco in New York e le loro madri. I 23 banchi pubblici e sette parrocchiali rappresentati nello studio sono stati scelti dai distretti con stato socioeconomico basso basato sulla Scheda di New York dell'indice analitico della povertà della Formazione e che ha avuto almeno iscrizione dello studente di minoranza di 80 per cento. Le ragazze e le loro madri hanno riferito la loro corsa ed origine etnica basate su una lista ed hanno dovuto selezionare un'opzione.

I Settimi nero del grado e le ragazze Ispane in Anglofono, classi della corrente principale sono stati reclutati per lo studio e coloro che ha restituito i moduli di consenso parentale hanno partecipato. Lo studio ha consistito di un'indagine scritta per gli studenti e un'intervista di telefono minuta 15 con le loro madri che chiedono indipendentemente da fatto che hanno fumato, quanto prevalente hanno creduto il fumo era fra gli adulti ed i loro atteggiamenti circa il fumo dei bambini. Alle figlie sono state chieste se le loro madri lo fumassero, se stesse intendessero fumare nell'anno prossimo ed ogni quanto tempo hanno fumato le sigarette, con le categorie di risposta che variano più di una volta “da mai provato„ “un giorno.„

Lo studio ha trovato che le ragazze del nero erano meno probabili provare le sigarette che i loro pari Ispani. Ma le influenze materne erano più importanti per i nero, con coloro che ha percepito le loro madri per essere fumatori che indicano quasi due volte l'intenzione probabile di a per cominciare fumare come Latino-americani.

I risultati sono contrari agli studi precedenti che suggeriscono che gli adolescenti neri più di meno siano influenzati dal ruolo adulto che modella che gli adolescenti bianchi, ma la maggior parte di quegli studi non ha esaminato le differenze di genere o i confronti fatti attraverso i gruppi minoritari, gli autori riferiscono nel documento.

Se le loro madri credessero che fumare sia una pratica comune fra gli adulti, le ragazze nere nello studio di UF erano più probabili cominciare fumare che Latino-americani, Graber ha detto. Fra le madri nere, 55 per cento hanno creduto che “tutti„ o “quasi tutti gli„ adulti fumassero, rispetto a 35 per cento delle donne Ispane, ha detto. Meno di 23 per cento della gente 18 anni e più vecchio fumati nel 2001, secondo Il Centri Per Il Controllo E La Prevenzione Delle Malattie.

“Che tante donne hanno pensato che fumando sia prevalente era poco un sorprendente a causa di grande quantità di informazioni di salute pubblica là fuori sull'oggetto,„ ha detto. “Penso che prevediamo le false percezione dagli adolescenti e dai bambini, ma siamo catturati poco un impreparato quando li vediamo in adulti.„

Più Di un quarto delle ragazze - 26 per cento - ha dato una risposta differente che le loro madri una volta chiesto se le loro madri fumassero.

A Differenza delle ragazze' le percezioni circa le loro madri che fumano, lo studio hanno trovato che gli atteggiamenti delle madri' nei confronti dell'uso dei loro bambini delle sigarette non hanno avuti effetto sopra se le loro figlie hanno preso l'abitudine. Ciò è probabile pricipalmente perché la maggior parte delle madri non approvano i bambini che fumano, ha detto.

Lo studio ha implicazioni importanti di genere, ha detto Judy Andrews, un ricercatore in psicologia dell'età evolutiva all'Istituto Di Ricerca Dell'Oregon in Eugene, Oregon, che ha fatto gli studi su abuso di sostanza fra i giovani. “Un fuoco sulle ragazze è essenziale attualmente quando la prevalenza di fumo fra le ragazze sta superando quella dei ragazzi,„ lei ha detto. “L'identificazione dei fattori di rischio che variano dalla corsa e dall'origine etnica contribuirà a guidare gli sforzi di prevenzione fra queste ragazze di minoranza.

http://www.napa.ufl.edu