Collegamento di manifestazione dei Ricercatori fra peridentale e la malattia di cuore

Rinforzando il collegamento fra peridentale e la malattia di cuore, i ricercatori alla Scuola di Medicina di Boston University (BUSM) hanno trovato che possono impedire i mouse sviluppare la malattia di cuore gingivalis-accelerata P. immunizzando i mouse con un vaccino che protegge dalla malattia peridentale.

“La Nostra nuova ricerca mostra se immunizziamo questi mouse con uno dei nostri vaccini di recente creazione che proteggono dalla malattia peridentale, impedirà l'accelerazione di aterosclerosi,„ ha detto il ricercatore Caroline Genco, il PhD, il professor di principio nel Dipartimento di Medicina, nella Sezione delle Malattie Infettive e nel Dipartimento di Microbiologia a BUSM.

Piombo da Genco e dal suo collaboratore Frank Gibson, il PhD, ricercatori di BUSM precedentemente ha indicato che i batteri coinvolgere nella malattia peridentale possono promuovere l'accumulazione della placca d'ostruzione dell'arteria, che a loro volta può piombo ad aterosclerosi e ad attacco di cuore. In questo studio, i ricercatori hanno messo i batteri nelle bocche dei mouse geneticamente inclini sviluppano la malattia di cuore. I batteri sono stati indicati alla diffusione dalla bocca all'aorta via la circolazione sanguigna in cui hanno causato l'aterosclerosi accelerata.

“Questa ricerca avanza indica che soltanto i gingivalis dilaganti del P. accelera l'aterosclerosi in questi mouse che sono a malattia di cuore incline,„ hanno detto Gibson, un istruttore nel Dipartimento di Medicina, Sezione della Malattia Infettiva.

Le malattie infettive Croniche, compreso la malattia peridentale, sono associate con un rischio aumentato per la malattia cardiovascolare. La malattia Peridentale è una malattia infiammatoria cronica del periodontium che quella piombo ad erosione dell'apparecchiatura del collegamento e dell'osso supportante per i denti. È una delle malattie infettive croniche più comuni degli esseri umani.

Lo studio è stato costituito un fondo per dall'Istituto Nazionale di Dentario e la Ricerca Craniofacial ed i risultati sono stati pubblicati nell'emissione del 3 maggio 2004 di Circolazione.