Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo Studio suggerisce che la depenalizzazione di marijuana non non piombo ad uso aumentato della droga

Nel primo studio rigoroso che confronta la marijuana utilizzi nei Paesi Bassi e gli Stati Uniti, ricercatori non hanno trovato prova che la depenalizzazione di marijuana piombo ad uso aumentato della droga. I risultati indicano che i criteri della droga possono avere meno impatto su uso della marijuana che corrente è pensato.

I risultati compaiono nell'edizione di Maggio del Giornale Americano della Salute pubblica. Craig Reinarman, il professor della sociologia all'Università di California, Santa Cruz, coauthored l'articolo, “La Pertinenza Limitata di Criterio della Droga: Cannabis a Amsterdam ed a San Francisco,„ con Peter D.A. Cohen, Direttore del Centro per Ricerca della Droga (CEDRO) all'Università di Amsterdam nei Paesi Bassi e Hendrien L. Kaal, ora un istruttore all'Università di Leida nei Paesi Bassi.

Lo studio ha confrontato le abitudini della cannabis (marijuana ed hashish) degli utenti a Amsterdam e San Francisco per verificare i locali che la punizione per uso della cannabis trattiene l'uso e quindi avvantaggia la salute pubblica.

“Abbiamo confrontato i campioni rappresentativi degli utenti con esperienza della marijuana per vedere se la disponibilità legale di marijuana ha fatto, infatti, piombo ai problemi i critici del sistema Olandese hanno sostenuto,„ ha detto Reinarman. “Non abbiamo trovato prova che facesse. Infatti, abbiamo trovato le similarità coerente forti nei reticoli di uso della marijuana, malgrado i criteri nazionali notevolmente differenti della droga.„

I Punti Culminanti dello studio includono:

• L'età media all'inizio di uso era di 16,95 anni a Amsterdam e di 16,43 anni a San Francisco

• L'età media a cui i dichiaranti hanno cominciato a usando la marijuana più di una volta al mese era di 19,11 anni a Amsterdam e di 18,81 anni a San Francisco.

• In entrambe le città, gli utenti hanno cominciato i loro periodi di uso massimo circa 2 anni dopo che hanno cominciato l'uso regolare: 21,46 anni a Amsterdam e 21,98 anni a San Francisco.

• Circa 75 per cento in entrambe le città avevano usato la cannabis meno di una volta alla settimana o per niente durante l'anno prima dell'intervista.

• La Maggior Parte degli utenti con esperienza in entrambe le città non ha utilizzato mai la marijuana quotidiana o nei grandi numeri persino durante i loro periodi di uso di punta e l'uso è diminuito dopo quei periodi di punta.

L'uso efficacemente decriminalizzato della marijuana dei Paesi Bassi nel 1976 e è disponibili per l'approvvigionamento in piccola quantità dagli adulti in caffetterie concedute una licenza a; negli Stati Uniti, l'uso della marijuana porta le sanzioni penali rigide e più di 720,000 persone sono stati arrestati per le offese della marijuana nel 2001.

Lo studio è stato costituito un fondo per dall'Istituto Nazionale degli Stati Uniti su Abuso di Droga (NIDA) e dal Ministero Della Sanità Olandese.

In questionari identici amministrati a Amsterdam e San Francisco (città scelte politicamente per le loro similarità come città portuali del Nord liberali con le università e popolazioni approssimativamente di 700,000 persone), a quasi 500 dichiaranti che avevano usato la marijuana almeno 25 volte sono state fatte le domande dettagliate riguardo al loro uso della marijuana. Il questionario ha esaminato tali emissioni come invecchiano a primo uso, regular ed uso, frequenza e quantità massimi di uso col passare del tempo, l'intensità e la durata dell'intossicazione, reticoli di uso di carriera ed uso di altre droghe illecite.

“Negli Stati Uniti, criterio della marijuana è basato sull'asserzione che le pene rigorose sono il migliore modo inibire l'uso,„ ha detto Reinarman.

Il dubbio della colata dei risultati dello studio su quello scenario, ha detto. Malgrado disponibilità legale diffusa della cannabis a Amsterdam, non c'erano differenze fra le due città nell'età all'inizio di uso, nell'età a primo uso regolare, o nell'età all'inizio di uso massimo.

Lo studio non ha trovato prova che la cannabis legittimamente regolamentata fornisce “un gateway„ all'altro uso della droga illecita. Infatti, gli utenti della marijuana a San Francisco erano molto più probabili usare altre droghe illecite--cocaina, crepa, anfetamine, estasi e narcotici--che gli utenti a Amsterdam, ha detto Reinarman.

“I risultati di questo studio ora spostano l'onere della prova a coloro che arresterebbe le centinaia di migliaia di Americani ogni anno considerando che trattiene l'uso,„ ha detto Reinarman.

Questa versione è disponibile sul Web a: http://press.ucsc.edu