Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo stent sembra sicuro ed efficace per impedire le arterie reclosing nei pazienti della coronaropatia

Un nuovo stent sembra sicuro ed efficace per impedire le arterie reclosing nei pazienti della coronaropatia, in base ai risultati di un anno della prima prova umana facendo uso di questo stent riferito nell'odierna emissione rapida di accesso di circolazione: Giornale dell'associazione americana del cuore.

Il piccolo studio di 42 pazienti ha paragonato gli stents standard - tubi della maglia metallica utilizzati per tenere le imbarcazioni aperte dopo angioplastia del pallone - ad un nuovo stent ricoperto di everolimus della droga in un polimero biodegradabile.

Lo stent sperimentale rilascia il everolimus, un immunosoppressore e un agente di antiproliferation simili al sirolimus, una di due droghe usato per ricoprire gli stents quei gli Stati Uniti Food and Drug Administration approvato nell'anno scorso.  Everolimus ha indicato la promessa ad impedire il rifiuto del rene e del cuore dopo trapianto.  Agisce inibendo la riproduzione delle cellule e diminuendo la crescita delle cellule.

I due stents di rilascio approvati per uso clinico conservano i loro rivestimenti in polimeri finchè sono nell'organismo.  La maggior parte del rivestimento in polimeri utilizzato sugli stents di everolimus provati in questo studio biologicamente dissolto in un mese o così, lasciando soltanto lo stent del metallo dietro.

“Questo stent everolimus-rivestito unico congela il trattamento che biologico quello conduce a renarrowing delle arterie dopo ai i trattamenti basati a catetere,„ ha detto Peter J. Fitzgerald, M.D., il Ph.D., autore senior e un professore associato di medicina e di organizzazione al centro medico di Stanford University a Palo Alto, California “non solo proviene liberamente i pazienti dai sintomi, ma hanno arterie aperte 12 mesi dopo impianto dello stent.„

Il laboratorio intravascolare della memoria di Fitzgerald a Stanford ha analizzato i dati.  Gli studi ripartiti con scelta casuale sono stati intrapresi al centro del cuore in Siegburg, Germania, da Eberhard Grube, M.D., Shinjo Sonoda, M.D. e colleghi.

L'età media dei pazienti' era 64.  Ventisette ha ricevuto gli stents everolimus-rivestiti e 15 hanno ottenuto gli stents del nudo-metallo.  Entrambi i gruppi erano simili nell'età, nel sesso, negli attacchi di cuore priori, nel fumo, nel diabete e nell'ipertensione.

Il fuoco clinico principale dello studio era sugli eventi cardiaci avversi di maggiore (morte, chirurgia di esclusione, una procedura del maggiore sull'arteria stent-trattata, o attacco di cuore).  Soltanto due pazienti nel everolimus raggruppano ed uno nel gruppo di controllo ha sofferto un evento durante i primi sei mesi ed un paziente è morto della malattia polmonare ostruttiva cronica, che era indipendente dal trattamento dello stent.

Nessun altro grande evento si è presentato durante gli ultimi sei mesi dello studio.  

Prima che lo studio, pazienti nel gruppo dello rivestito-stent abbia limitazione dell'arteria di 64,1 per cento.  A seguito di sei mesi, la limitazione era soltanto 2,6 per cento.  Fra il gruppo nudo dello stent, la limitazione dell'arteria era 62,1 per cento prima dello studio e 27,8 per cento a seguito di sei mesi.

Fitzgerald ed i suoi colleghi hanno trovato che dopo un anno, i pazienti che hanno ottenuto gli stents everolimus-rivestiti hanno avuti 87 per cento più di meno limitare nella parte trattata di loro arterie che coloro che ha ricevuto gli stents del nudo-metallo o non rivestiti.

L'introduzione di angioplastia del pallone medici permessi di un quarto di secolo fa per aprire le arterie coronarie ha limitato tramite i depositi ed il flusso sanguigno grassi di restore ai cuori indisposti.  Tuttavia, le arterie di molti pazienti' più successivamente hanno limitato ancora.  La prova ha mostrato che una ragione principale era una reazione biologica alla procedura che ha provocato l'eccessiva crescita delle celle del liscio-muscolo che allineano l'interno dei vasi sanguigni.

Nell'inizio degli anni 90, i medici hanno cominciato a collocare gli stents del metallo nelle arterie riaperte per aiutarle per restare aperte.  Ma imbarcazioni di molti pazienti' ancora renarrowed.

“Il minuto avete messo uno stent nudo in un'imbarcazione, voi ottenete una risposta biologica che può provocare l'occlusione 25 per cento del tempo,„ Fitzgerald avete detto.  “Con gli stents rivestiti, convincete i beni meccanici dello stent con una lontano poca reazione biologica per causare l'occlusione.„

I ricercatori poi hanno sperimentato con gli stents del metallo ricoperti di polimeri che hanno rilasciato le droghe che ritardano la crescita delle celle della imbarcazione-parete.  Tali droghe hanno bisogno di di meno che un mese di inibire la proliferazione delle cellule.

Il polimero sugli stents provati in questo studio è biodegradabile.  “Il metallo, una volta che ottiene imballato nella parete dell'imbarcazione, diventa inerte,„ Fitzgerald ha detto.  “Avete bisogno soltanto del polimero di consegnare la droga.„

Altri co-author sono Fumiaki Ikeno, M.D.; Yasuhiro Honda, M.D.; Saibal Kar, M.D.; Charles Chan, M.B.Ch.B.; Ulrich Gerckens, M.D.; ed Alexandra J. Lansky, M.D.