Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Piccole, frequenti dosi di migliore strategia della caffeina per restare sveglio

La Caffeina è lo stimolante più ampiamente usato del mondo ancora, scienziati ancora non sa esattamente evita il sonno. I Ricercatori a Brigham e l'Ospedale delle Donne, Facoltà di Medicina di Harvard ed altre istituzioni ora hanno scoperto che la caffeina funziona contrastando uno di due sistemi fisiologici d'interazione che governano il ciclo umano di sonno-risveglio. I ricercatori, che riferiscono i loro risultati nell'emissione di Maggio del Sonno del giornale, propongono un regime novello, consistente di frequenti dosi basse di caffeina, per aiutare i turnisti, residenti, autisti di camion ed altri medici che debbano restare svegli ottengono una più grande spinta dal loro tè o caffè.

“La Maggior Parte della gente cattura una scossa enorme di caffè di mattina per jumpstart il loro giorno-essi ottiene il latte grande eccellente da Starbucks,„ ha detto Charles Czeisler, che recentemente si è nominato il professor Franco di PhD del Jr. di Baldino della medicina di sonno alla Facoltà di Medicina di Harvard. “I Loro livelli della caffeina salgono per cadere soltanto mentre il giorno progredisce di fronte alla sonnolenza aumentante. Potrebbero essere più ricchi catturando le dosi più frequenti molto più piccole di caffeina, equivalenti ad un quarto di una tazza di caffè, come il giorno dura sopra.„

Sebbene molti studi abbiano misurato gli effetti sonno-evitanti della caffeina, più non consideri che il sonno è governato tramite due che si oppongono ma i trattamenti d'interazione. Il sistema circadiano promuove la melatonina rhythmically-an delle versioni dell'orologio interno di sonno ed altri ormoni ad un modo ciclico. Al contrario, le unità omeostatiche del sistema dormono appetitively- costruisce quello più lungo è sveglie. Se le due unità funzionassero insieme, l'unità per sonno sarebbe in modo schiacciante. Mentre risulta, si oppongono ad uno un altro.

Czeisler, che egualmente piombo la Divisione della Medicina di Sonno al HMS ed i suoi colleghi hanno avuti ragione di sospettare che la caffeina potrebbe lavorare per smussare il sistema omeostatico. Per una cosa, la caffeina è pensata per bloccare il ricevitore per adenosina, un messaggero chimico critico addetto all'unità omeostatica per sonno. Se quello fosse vero, quindi la caffeina sarebbe più efficace se fosse amministrata in parallelo con pressione crescente dal sistema omeostatico di sonno ed anche con l'accumulazione dell'adenosina.

Per verificare la loro ipotesi, gli scienziati hanno sequestrato 16 soggetti di sesso maschile in serie private, esente dalle indicazioni di tempo, per i 29 giorni. Invece di attenersi ricercatori a 24 di un giorno di ora ha programmato gli oggetti vivere un giorno di 42,85 ore (episodi di risveglio 28.57-hour), simulante la durata di veglia estesa incontrata comunemente da medici ed il personale di servizi di soccorso e dei militari. Il giorno esteso egualmente è stato destinato per interrompere il sistema circadiano degli oggetti mentre massimizzava gli effetti della spinta omeostatica per sonno.

A Seguito di una ripartita le probabilità di, il protocollo della prova alla cieca, oggetti ha ricevuto una pillola della caffeina, contenente 0,3 mg per chilogrammo di peso corporeo, approssimativamente l'equivalente di due once di caffè, o un placebo identico di aspetto. Hanno catturato le pillole sopra il risveglio e poi una volta ogni ora. Lo scopo del dosaggio costante era di sviluppare progressivamente i livelli della caffeina in un modo che avrebbe coinciso con-e infine, neutralizza- la spinta progressiva del sistema omeostatico, che coltiva più forte i soggiorni più lunghi di un oggetto svegli.

La strategia ha funzionato. I Soggetti che hanno catturato la caffeina della basso dose hanno eseguito meglio sulle prove conoscitive. Egualmente hanno esibito meno inizi accidentali di sonno, o i microsleeps. Gli esami di ELETTROENCEFALOGRAMMA hanno provato che gli oggetti del placebo erano 1,57 per cento involontario addormentati del momento durante gli episodi preveduti di risveglio, rispetto a 0,32 per cento per quelli che ricevono la caffeina. Malgrado la loro veglia migliorata, gli oggetti dicattura hanno riferito ritenere più sonnolenti delle loro controparti del placebo, suggerendo che gli effetti dipromozione di caffeina non sostituiscano gli effetti ristoratori guadagnati con sonno.

“I Nostri risultati evidenziano i danni nella cognizione che accompagnano tutti gli orari di lavoro che si trovano fuori del giorno feriale usuale 9 - 5. Inoltre, rivelano un assolutamente nuovo modo usare la caffeina per mantenere la vigilanza e prestazione di fronte a perdita di sonno,„ ha detto l'autore principale dello studio, James Wyatt.

I ricercatori hanno supposto, le differenze comportamentistiche fra i gruppi sembrano essere dovuto gli effetti della caffeina sull'omeostatico piuttosto che il sistema circadiano.

Czeisler ed i suoi colleghi suggeriscono che i turnisti, i residenti medici, gli autisti di camion ed altri che debbano restare attenti considerino le dosi basse frequenti di cattura di caffeina. “Mentre la caffeina non è sostituto per sonno, coloro che deve restare sveglio per i periodi estesi trarrebbero giovamento da questo genere di regime di dosaggio per contribuire a mantenere la loro prestazione ed a diminuire il rischio di intervalli dell'attenzione,„ ha detto Czeisler.

Tutti Gli autori sul documento erano nella Divisione della Medicina di Sonno alla Facoltà di Medicina di Harvard quando gli studi sono stati intrapresi. Primo James Wyatt autore è ora al Centro Medico di Rush University in Chicago, l'Illinois. Derk-Gennaio Dijk è all'Università di Surrey, Inghilterra ed il Cristiano Cajochen è alla Clinica Psichiatrica dell'Università a Basilea, Svizzera. Angela Ritz-DeCecco, PhD è un assistente di ricerca nella medicina a Harvard.

La Commissione Nazionale sulla Ricerca di Disordini di Sonno ha riferito che circa 40 milione Americani soffrono dai disturbi cronici di sonno e di veglia. Di questi, è stimato che più di 6 milione Americani abbiano un moderato a disordine respirante in relazione con il sonno severo (apnea nel sonno), con conseguente sonnolenza di giorno aumentata, produttività diminuita, probabilità aumentata degli incidenti e di più alta frequenza di ipertensione, infarto miocardico e colpo.

L'insonnia Cronica affligge più di 10 per cento degli Americani adulti, che incontrano regolarmente la difficoltà che cade o che resta addormentata alla notte.

Altri 250.000 Americani hanno narcolessia, un disordine neurologico geneticamente ereditabile di sonno-risveglio caratterizzato dagli attacchi incontrollati di sonno. dovuto consapevolezza limitata dei disordini di sonno fra i medici di pratica, anche in cima i banchi, che ricevono ancora in media fra un'e due ore di formazione nel sonno nel loro curriculum quadriennale della facoltà di medicina - la maggior parte di questi gruppi pazienti rimanga undiagnosed e non trattato.

Otto milione di persone negli Stati Uniti lavorano regolarmente alla notte e tentano di dormire di giorno, con conseguente cattivo allineamento e rottura circadiani di sonno, con le riduzioni relative della produttività industriale e del rischio aumentato di incidente o persino di catastrofe, come la messa a terra malfamata del Exxon Valdez per cui il Consiglio Nazionale Per La Sicurezza Dei Trasporti ha citato la privazione di sonno della squadra come la causa probabile.

dovuto le domande alto-percorse della società moderna, relativamente pochi Americani ottengono le 8-9 ore di sonno che hanno bisogno di ogni notte. Ciò può provocare il debito cronico di sonno, che non solo interferisce con il metabolismo del glucosio aumentando l'insulino-resistenza analogo di che cosa si presenta in diabete, ma anche degrada la prestazione neurobehavioral ed aumenta il rischio di errore e di incidente. Inoltre è veduto che i turnisti di notte soffrono da prevalenza aumentata della malattia cardiovascolare e gastrointestinale.

La Sonnolenza è citata come una causa principale di più di 56.000 arresti dell'autoveicolo annualmente negli Stati Uniti. Più di 70,000 persone sono danneggiati e più di 1.500 muoiono in quelle cadute. I giovani nei loro anni dell'adolescenza ed anni venti, che sono particolarmente suscettibili degli effetti di perdita di sonno cronica, sono coinvolgere ogni anno in più della metà delle cadute caduta-addormentate sulle strade principali della nazione.

La perdita di Sonno egualmente interferisce con l'apprendimento dei giovani nei banchi della nostra nazione, con 60 per cento dei bambini della High School e della scuola elementare che riferiscono che sono stanche durante il giorno e i 15 per cento di loro che ammettono alla caduta addormentata nella classe. http://www.hms.harvard.edu/