Disfunzione Sessuale in iperplasia prostatica benigna (BPH) due volte più su del preventivo dei medici

L'incidenza di disfunzione sessuale in pazienti che soffrono dall'Iperplasia Prostatica Benigna (BPH) -- o prostata ingrandetta -- è quasi due volte più alto i medici di trattamento ritengono che manifestazioni una nuova indagine dalle Fondamenta Americane per le Malattie Urologiche (AFUD) ha presentato oggi alla riunione annuale Urologica Americana di Associazione.

Poichè determinati trattamenti possono causare o peggiorare la disfunzione che sessuale, compreso Disfunzione Erettile (ED) e Disfunzione Eiaculatoria (EjD), gli autori di studio incoraggiano le più vaste iniziative educative circa la prevalenza, l'impatto e la gestione degli effetti secondari sessuali in relazione con il trattamento e di BPH- ad assicurare che le preoccupazioni sessuali della salubrità dei pazienti siano indirizzate adeguatamente.

“I risultati sottolineano una disparità critica fra l'incidenza di disfunzione sessuale nei pazienti di BPH e la percezione della comunità medica per quanto riguarda la sua importanza,„ dice Allen Seftel, il MD, il Professor dell'Urologia & della Biologia Riproduttiva, Scuola di Medicina di Case Western Reserve University a Cleveland, OH.

“La disfunzione Sessuale derivando dalla prostata ingrandetta o dal suo trattamento può urtare negativamente la qualità di vita, l'autostima e le relazioni di un paziente, in modo da è importante che queste preoccupazioni non essere sottovalutato (3).„

Scontando la Disfunzione Sessuale in BPH Nell'indagine di 1.275 urologi e medici di pronto intervento (PCPs), i dichiaranti hanno indicato che hanno creduto che quel circa 25% dei pazienti avvertisse la disfunzione sessuale, mentre MSAM-7, uno studio epidemiologico importante di quasi 14.000 uomini pubblicati nel 2003, posti l'incidenza a 50% -- due volte più su della percezione del medico. Sorprendente, gli urologi, che sono stati indicati dall'indagine per trattare due volte BPH più frequentemente del PCPs, erano più probabili sottovalutare l'incidenza di disfunzione sessuale connessa con il farmaco di BPH (19% della loro popolazione paziente per gli urologi contro 27% per PCPs) o di BPH (19% per gli urologi contro 24% per PCPs).

Tuttavia, gli urologi erano più che e a conoscenza che determinati trattamenti causano ad effetti secondari sessuali particolari. Gli Urologi hanno stimato quel 28% dei pazienti che usando alcuni alfa-stampi -- quale funzionano rilassandosi i muscoli nella zona della prostata -- difficoltà con esperienza con l'eiaculazione contro 16% dei pazienti che usando 5 alfa inibitori della riduttasi (5-ARIs) -- quale funzionano restringendo la prostata.

PCPs non ha percepito le differenze significative negli effetti secondari sessuali specifici fra gli alfa-stampi e 5-ARIs (1). “Gli alfa-stampi Sicuri sono associati con le più alte tariffe di EjD che 5-ARIs mentre 5-ARIs sono più probabili causare o complicare ED,„ spiega il Dott. Seftel. “È importante che i medici sono altamente informati delle dimensioni della connessione fra BPH e la funzione sessuale e la tendenza affinchè determinati farmaci complichino questi problemi (2).„ BPH pregiudica più di otto milione uomini negli STATI UNITI.

Più della metà di tutti gli uomini sopra l'età 60 hanno la circostanza -- e dopo l'età 80, gli uomini hanno una probabilità di 80% di sviluppare la circostanza. Non trattato Sinistro, i sintomi può progredire, piombo ai problemi sanitari seri compresi le infezioni di apparato urinario, danno del rene e della vescica, calcoli di vescica, incontinenza e ritenzione urinaria acuta.

Abbassi i sintomi dell'apparato urinario relativi alla prostata ingrandetta egualmente forte sono correlati ai problemi sessuali, compreso Disfunzione Erettile (ED) e Disfunzione Eiaculatoria (EjD). Infatti, i sintomi più bassi dell'apparato urinario sono un fattore di rischio per l'indipendente di ED da altre circostanze connesse con ED, quali il diabete, l'ipertensione, la malattia cardiaca e l'iperlipidemia.

Gli Uomini con i sintomi urinarii severi riferiscono a 50% meno attività sessuale e rapporto di riproduzione di 33% della soddisfazione sessuale globale confrontata agli uomini senza sintomi più bassi severi dell'apparato urinario. “Abbiamo veduto nelle nostre pratiche che la maggior parte degli uomini sopra l'età 50 considera una vita sessuale attiva importante,„ aggiungiamo il Dott. Seftel. “Poiché gli uomini con i sintomi di BPH sono già a rischio della funzione sessuale compromessa, ha significato considerare gli effetti secondari sessuali quando trattano i sintomi urinarii di BPH.„ http://www.sanofi-synthelabo.com/