Più prova è richiesta di associare l'uso della cannabis con gli effetti psicosociali negativi

L'Università di ricercatori di Birmingham conclude che più prova è richiesta di determinare la natura e le dimensioni di associazione dell'uso della cannabis con gli effetti psicosociali negativi. Il Loro esame sistematico della ricerca in questa area è stato incaricato dal Ministero della Sanità ed è pubblicato nell'emissione di questa settimana di The Lancet.

L'uso della cannabis e di altre droghe illecite dai giovani è collegato a danno psicosociale compreso i problemi sanitari psicologici, all'uso di altre droghe illegali, all'istruzione diminuita ed al comportamento antisociale. Tuttavia, se queste associazioni sono causali (IE, uso della cannabis è una causa diretta della malattia psicologica ed il comportamento antisociale) rimane poco chiaro.

John Macleod dall'Università di Birmingham e di colleghi ha esaminato gli studi longitudinali della popolazione in genere che riferiscono le associazioni fra uso della droga illecita dai giovani e danno psicosociale. Hanno identificato 48 studi pertinenti, di cui la prova più affidabile è venuto da 16 studi.

le associazioni coerenti sono state identificate generalmente fra uso della cannabis e sia istruzione più bassa che hanno aumentato l'uso riferito di altre droghe illecite. Le associazioni Meno coerenti sono state trovate fra uso della cannabis e comportamento problematico psicologico di problema sanitario e.

Dott. Macleod, dal Dipartimento delle osservazioni di Pratica Generale e di Pronto Intervento: “Non stiamo dicendo che la prova attualmente disponibile suggerisce che uso della cannabis sia inoffensiva.  Piuttosto, non abbiamo trovato prova ben fondata che l'uso della cannabis in sé avesse conseguenze importanti per salubrità psicologica o sociale.  I Problemi con la prova disponibile lo rendono ugualmente incapace di supportare questa proposta. La Migliore prova è necessaria relativamente alla cannabis, che è ampiamente usata e relativamente ad altre droghe che, sebbene meno ampiamente usate, potrebbero avere effetti importanti„.

Per più informazioni o una copia del contatto di carta: Abigail Dixon, Addetto Stampa, Università di Birmingham; telefono +44 (0) 121 414 5134; E) [email protected]
O Corsia di Richard, telefono dell'Ufficio Stampa di The Lancet 0)20 7424 4949, E [email protected]