GlaxoSmithKline e Boehringer Ingelheim acconsentono per valutare lo sviluppo delle medicine importanti del HIV per i paesi in via di sviluppo

Il plc di GlaxoSmithKline e Boehringer Ingelheim hanno annunciato oggi che entrambe le società accolgono favorevolmente la partecipazione continuata degli Stati Uniti alla risposta globale al HIV/AIDS. GSK e Boehringer Ingelheim hanno preso parte alle discussioni per valutare lo sviluppo dell'co-imballaggio di anti--retrovirals per il trattamento di Infezione HIV nei paesi in via di sviluppo.

“Siamo commessi a svolgere un ruolo integrale nella risposta globale al HIV/AIDS con la fissazione dei prezzi preferenziale sostenibile, l'associazione innovatrice, investimento della comunità e ricerca e sviluppo di nuove medicine e dei vaccini per combattere malattia,„ ha detto Jean-Pierre Garnier, CEO di GlaxoSmithKline. “Sia GSK che la BI sono commessi al lavoro per trovare le soluzioni per il dosaggio più facile delle medicine del HIV e che credono che co-imballante potrebbe essere un'opzione utile nella cura dei milioni di persone che vivono con il HIV nei paesi in via di sviluppo.„

“La semplificazione del Trattamento può contribuire ad ottimizzare la terapia del HIV e supportiamo questo passo avanti importante. Siamo pronti ad esplorare, emissioni tecniche e regolarici relative all'co-imballaggio delle droghe affermate dell'anti-AIDS insieme a GlaxoSmithKline,„ ha detto il Dott. Alessandro Banchi, il presidente dell'assemblea clinico degli Amministratori Delegati a Boehringer Ingelheim.