Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Esame delle urine Economico e semplice che potrebbe identificare l'insufficienza renale imminente

I ricercatori di Johns Hopkins hanno sviluppato la base di un esame delle urine economico e semplice che identifica l'insufficienza renale o il rifiuto imminente dopo la chirurgia di trapianto. Il Loro lavoro, presentato questa settimana in uno speciale ha invitato la conferenza al Congresso Americano del Trapianto a Boston, Massachusetts, è basato sulle proteine trovate in urina e potrebbe piombo ad un kit dell'esame delle urine che può permettere che molti pazienti saltino le biopsie dolorose.

“Questo ha il potenziale di cambiare radicalmente il modo i pazienti di trapianto che sono gestiti,„ dice il co-author Ernesto P. Molmenti, M.D., il Ph.D., professore associato di studio di chirurgia a Johns Hopkins. “Il Frequente, video non invadente potrebbe permettere che medici migliorino le droghe di immunosoppressione del sarto secondo i bisogni del paziente determinato, prescriventi le dosi più basse ai pazienti più stabili o aumentanti le dosi per i pazienti che mostrano i segni in anticipo del rifiuto.„

Molmenti stima che la prova, una volta sviluppata, sia molto costosa, più sicura e molto meno dolorosa che una biopsia di standard che costa le centinaia di dollari in cui un medico inserisce un ago di stampa lungo nel lato di un paziente per ottenere un campione di tessuto del rene.

Per sviluppare le fondamenta scientifiche per la prova, Molmenti ed i colleghi hanno analizzato 34 campioni di urina da 32 pazienti del rene nelle varie fasi dopo trapianto. Diciassette pazienti hanno avuti rifiuto dell'organo e 15 non hanno avuti rifiuto. Lo stato di Rifiuto è stato confermato dalla biopsia. I ricercatori hanno identificato tredici indicatori possibili della proteina che erano presenti nella maggior parte dei campioni di urina dai pazienti che hanno avuti rifiuto dell'organo, ma erano assenti dalla maggior parte dei campioni di non rifiuto. Altri Tre indicatori possibili della proteina sono risultati più bassi in urina dei pazienti con l'inizio del rigetto. Un'analisi separata facendo uso di una combinazione di candidati di biomarcatore in un comitato ha identificato correttamente 91% dei 34 campioni di urina.

“A Differenza della biopsia del rene, un esame delle urine è privo di rischio, non presenta disagio o ostacoli ai pazienti e campiona l'intero rene esattamente,„ dice il co-author William Clarke, il Ph.D., assistente universitario di studio di patologia a Johns Hopkins.

Altri ricercatori coinvolgere nello studio erano Benjamin C. Silverman; Zhen Zhang, Ph.D.; Daniel W. Chan, Ph.D.; ed Andrew S. Klein, M.D. http://www.jhmi.edu/