Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo trattamento per la sindrome da occhio secco (cheratocongiuntivite secca)

I ricercatori del dipartimento di oftalmologia presso la University of Arizona College of Medicine a Tucson svolto un ruolo importante nello sviluppo della Restasis, la prima alternativa alle lacrime artificiali per il trattamento della sindrome da occhio secco.

Sindrome da occhio secco (cheratocongiuntivite secca) è una condizione comune e molto dolorosa che colpisce più di 1 milione di persone negli Stati Uniti, gli adulti soprattutto anziani, donne in menopausa e quelle con sindrome di Sjogren, artrite reumatoide, lupus, Parkinson e altre malattie croniche.

Caratterizzata da un insufficiente produzione di lacrime, la sindrome alla fine può portare alla perdita della vista. I sintomi - che includono una sensazione di secchezza e grintoso negli occhi, o bruciore, aggravata dalla bassa umidità o in giornate ventose - sono alleviati solo temporaneamente dalle lacrime artificiali.

"Gli studi clinici condotti dai nostri ricercatori e molti altri centri in tutto il paese ha contribuito a fornire i dati per l'approvazione Food and Drug Administration del farmaco lo scorso anno," dice il Dott. Robert Snyder, capo del dipartimento di oftalmologia UA. "Questo è un esempio di come la ricerca scientifica di base può essere tradotta in nuove terapie per combattere malattie degli occhi e prevenire la perdita della vista."

L'UA ha partecipato ad una sperimentazione nazionale clinico che ha confrontato la sicurezza el'efficacia di Restasis con un collirio lubrificante che agisce come lacrime artificiali nei pazienti con lieve o moderata sindrome da occhio secco. Allergan, Inc., produttore di entrambi i prodotti, sponsorizzato lo studio. (Investigatori Studio Drs. Snyder e Robert Noecker servono anche a bordo dell'occhio secco l'azienda farmaceutica consultivo.)

Molti dei partecipanti agli studi clinici di UA Restasis ha mostrato aumento della lacrimazione e una minore necessità di lacrime artificiali. A differenza di lacrime artificiali, che temporaneamente ricostituire l'umidità degli occhi, Restasis aiuta a curare l'infiammazione che causa la sindrome da occhio secco.

Restasis contiene 0,05 per cento ciclosporina, un farmaco che, assunto per bocca, previene il rigetto del rene, fegato, cuore e trapianti di midollo osseo, e talvolta viene usato per trattare l'artrite reumatoide e altre condizioni. In forma di collirio, ciclosporina aiuta a ridurre l'infiammazione di entrambe le lacrime che producono ghiandola lacrimale e la superficie dell'occhio.

"Negli ultimi dieci anni, i ricercatori hanno scoperto che il sistema immunitario dei pazienti con sindrome da occhio secco sono stati rifiutando il proprio strappo cellule produttrici," dice il Dott. Snyder. "Questa reazione infiammatoria potrebbe essere innescato da una serie di fattori, compresa la produzione ormonale è diminuita, come in menopausa, chirurgia dell'occhio che riduce la sensazione sulla superficie corneale;. O di esposizione come si è visto nei pazienti con malattia di Parkinson che hanno scarsa lampeggiante"

"Circa 15 anni fa, un oculista veterinario presso l'Università della Georgia ha scoperto che la ciclosporina possa trattare secchezza oculare nel cane, lei alla fine ha usato per trattare la secchezza degli occhi di mascotte della scuola, Uga, un bulldog", osserva il dottor Snyder. "Successivi studi hanno confermato che le persone si potrebbe ridurre l'infiammazione che porta ad asciugare gli occhi e persino aumentare la produzione di lacrime".

"Ciclosporina, tuttavia, solo è diventato un farmaco miracoloso occhio secco quando gli scienziati Allergan imparato a formularla in modo che possa essere applicato come collirio. Questo nuovo uso della ciclosporina fornisce la prima terapia alternativa per questa condizione frustrante e dolorosa", spiega Dott. Snyder. http://uanews.org