Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Mentre la popolazione della Gran-Bretagna ottiene più vecchia, la ricerca su invecchiamento sta diventando sempre più importante

Mentre la popolazione della Gran-Bretagna ottiene più vecchia, la ricerca su invecchiamento sta diventando sempre più importante. Molti ricercatori all'università di Reading sono impegnati in questa emissione cruciale ed evidenzieranno i loro approcci a migliorare la qualità di vita della gente più anziana ad un laboratorio speciale giovedì 24 giugno.

Argomenti che sono presentati a coperchio una vasta gamma di emissioni, compresi solitudine, influenza, professione d'infermiera e cura e salute pubblica. Gran parte della ricerca offre oggi le nuove comprensioni nell'esperienza nella persona più anziana in Gran-Bretagna - e sfida alcuni dei miti.

Ricerca del ` per una nuova età: Le nuove dimensioni per invecchiare' è stata organizzata da AGEnet, la rete unica dell'università dei ricercatori, dei lavoratori della carità, dei professionisti di sanità e dei membri del pubblico interessato all'invecchiamento, al danno ed all'inabilità.

“Questo laboratorio è una vetrina per alcuna della ricerca vitale di invecchiamento che è condotta all'università,„ ha detto il professor Peter Lansley, il Direttore di AGEnet. “Da quando è stato stabilito nel 2001, AGEnet si è sviluppato e si sviluppato ed i ricercatori vengono dai diversi banchi quali le scienze animali e microbiche, le scienze biologiche dell'alimento, la cura sociale e di salubrità e la legge. La lettura realmente sta trasformandosi in in un centro di eccellenza per ricerca su invecchiamento.„

Durante il giorno, sei specialisti recentemente nominati all'università discuteranno il loro lavoro. Il professor Margot Gosney parlerà dell'influenza e chiede: il ` è influenza un la malattia evitabile, è noi che facciamo tutti che possiamo assicurare quelli più al rischio siamo vaccinati ed a che costo?'

Il Dott. David Oliver sosterrà che le cadute e le fratture sono un problema principale per la gente più anziana e che dobbiamo valutare perché questi incidenti accadono. Se sappiamo perché una caduta accade, possiamo adattare le tecniche di intervento - quali i programmi di esercizio, o una rassegna dell'ambiente familiare - per impedirlo che accade ancora.

Il professor Christina Victor esaminerà i livelli di solitudine e di isolamento del sociale e suggerirà che la gente più anziana in effetti sia impegnata più socialmente che molta gente presuppone.

Il professor JIM Connelly discuterà “il panico emergente„ circa una dipendenza percepita degli anziani sulla più giovane popolazione, mentre il Dott. Sally Richards attingerà i risultati della ricerca per esaminare la cura persona-centrata dal punto di vista della gente più anziana e per esaminare alcune delle sfide coinvolgere in un approccio persona-centrato alla valutazione dei bisogni sociali di cura.

Per concludere, Anne Smith metterà a fuoco sul ruolo evolventesi dell'infermiere del distretto e sulle percezioni del pubblico del ruolo.

Tutti sono benvenuti assistere al laboratorio libero, ma la prenotazione è essenziale. Contatti prego Verity Smith, il coordinatore di AGEnet, per i dettagli. Email: telefono di [email protected]: 0118 378 7179.