La vibrazione artificiale ha potenziale di aiutare i pazienti del colpo a recuperare più rapidamente la loro mobilità

Artificialmente vibrando determinate parti del muscolo, le aree del cervello e le vie di un neurone responsabili di movimento possono essere preparate. Ciò ha il potenziale di aiutare i pazienti del colpo a recuperare più rapidamente la loro mobilità. Questi sono i risultati della ricerca di PhD da Maarten Steyvers del dipartimento della cinesiologia, K.U.Leuven.

La gente che soffre un colpo - e con le durate della vita più lunghe i loro numeri sta aumentando - spesso parzialmente è vincolata. Poiché possono più non muovere le parti del corpo sicure, le aree specifiche del cervello possono cominciare a degradarsi. Il cervello non solo dirige il movimento; il movimento egualmente invia gli stimoli al cervello e lo tiene in buone condizioni. Se gli stimoli cessano, le aree del cervello responsabile di movimento cominciano letteralmente restringersi.

La ricerca del Dott. Steyvers inizialmente è stata effettuata con i soggetti in buona salute. Si è applicato le vibrazioni a determinate masse del muscolo nella regione della manopola, poiché le vittime del colpo incontrano frequentemente i problemi eseguire i movimenti della mano. Queste vibrazioni sono state registrate dalla corteccia sensoriale, la parte del cervello responsabile della percezione.

Steyvers egualmente ha utilizzato una nuova tecnica per la misurazione dello stimolo nei motoneuroni e nella corteccia di motore (la parte del cervello situato accanto alla corteccia sensoriale, dirige il movimento cosciente). Ad una frequenza specifica di vibrazione, gli stimoli che provengono dalle masse di vibrazione del muscolo hanno avuti un effetto non solo sulle regioni sui neuroni del motore anche ma, sensitive e. L'effetto è continuato anche dopo che lo stimolo è cessato.

Gli effetti benefici sono chiari: ora è possibile impedire il restringimento della corteccia di motore, anche quando i muscoli sono immobili. Se la stessa tecnica dà i risultati positivi nelle vittime del colpo - la fase prossima di questa ricerca - poi il loro ripristino può andare molto più velocemente.