Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Due Terzi dei genitori con i bambini sopportati dagli embrioni donati non non pianificazione dire i loro bambini circa le loro origini

il Mondo-Primo studio trova che le famiglie con i bambini sopportati dopo che la donazione dell'embrione sta facendo bene, ma soltanto un terzo dei genitori pianificazione dire ai loro bambini come sono state concepite.

Berlino, Germania: Lo studio del mondo in primo luogo delle famiglie in cui i bambini sono nati dagli embrioni donati ha rivelato che soltanto un terzo dei genitori pianificazione dire i loro bambini circa le loro origini.

Fiona MacCallum ha detto la ventesima conferenza annuale della Società Europea della Riproduzione Umana ed Embriologia che questa era una differenza significativa in paragone alle famiglie con i bambini ha concepito con IVF facendo uso dei genitori' per possedere le uova e lo sperma e con le famiglie in cui un bambino è stato adottato nell'infanzia. Più di 90% dei genitori di IVF e di 100% dei genitori adottivi pianificazione dire i loro bambini circa le loro origini.

Tuttavia, lo studio ha indicato che la maggior segretezza non è sembrato pregiudicare avversamente i bambini e sebbene non ci fosse sovra-partecipazione più emozionale fra i genitori di donazione dell'embrione, là era differenze fra loro e IVF o genitori adottivi in termini di calore parentale e qualità del parenting.

Sig.ra MacCallum, uno psicologo della ricerca alla Famiglia e Psicologia Infantile Concentra, City University, Londra, REGNO UNITO, ha detto: “Le ragioni più comuni per non dire il bambino circa il loro metodo di creazione erano timori che avrebbe rovesciato le relazioni di famiglia di danno o del bambino ed anche una sensibilità che, poiché la madre ha portato e dato alla luce al bambino, era la madre reale e così non c'era necessità di dire il bambino qualche cosa differente.„

Sig.ra MacCallum ha studiato 21 famiglia con un bambino concepito con donazione dell'embrione. La donazione dell'Embrione è un trattamento con cui gli embrioni in eccedenza che derivano dalle procedure di IVF sono donati alle coppie infertili. I Bambini hanno concepito questo modo sono sollevati di due genitori con cui non dividono relazione genetica, sebbene i genitori avvertissero la gravidanza e la nascita della madre del bambino.

Li ha paragonati a 28 famiglie con i bambini adottati come bambini e 30 famiglie con i bambini hanno concepito con IVF. Tutti I genitori sono stati intervistati e compilato i questionari quando i bambini sono stati invecchiati fra due e cinque.

“I genitori di donazione dell'Embrione hanno ottenuto i punteggi significativamente più alti sulle misure della sovra-partecipazione emozionale e di risposta difensiva dei genitori di IVF o adottivi. Tuttavia, non abbiamo trovato differenze fra i tre gruppi per calore parentale, la qualità del parenting, o il funzionamento comportamentistico ed emozionale dei bambini.

“Per la sovra-partecipazione emozionale abbiamo esaminato le dimensioni a cui la vita familiare ed il funzionamento emozionale della madre è concentrata sul bambino; per esempio, se la madre è felice di lasciare il suo bambino con altri guardiani, se i bisogni o i desideri del bambino sono messi prima di quelli di altri membri della famiglia, se la madre ha gli interessi o attività che non sono in relazione con il bambino. Questo tratto potrebbe produrre i bambini che dipendono molto dai loro genitori e che non sviluppano l'autonomia appropriata alla loro età. Inoltre la vita familiare ha potuto essere vertuta il bambino, esercitante la pressione su lui o lei.

“La risposta di Difensiva si riferisce al modo in cui la madre risponde all'interrogazione circa il bambino o circa la vita familiare; per esempio, sta provando a presentare una maschera di una famiglia perfetta del `' o è disposta a riconoscere le difficoltà dove esistono? Questo tratto potrebbe produrre una famiglia secretiva che non discute apertamente le emissioni.

“Malgrado i livelli elevati di questi aspetti del parenting, là sembrati per non essere effetti negativi sui bambini ha concepito in questa fase con donazione dell'embrione. Abbiamo trovato che nessuna prova della sovra-partecipazione emozionale patologica ed i bambini non sono sembrato soffrire alcune conseguenze avverse da questa o dalla segretezza aumentata nella famiglia circa le loro origini. È possibile che i genitori dei bambini adottati rispondano di meno difensivo che i genitori di donazione dell'embrione perché sono usati all'interrogazione circa questi argomenti durante il trattamento di approvazione.„

Un'individuazione interessante dallo studio era il fatto che non c'era differenza nella qualità del parenting fra i tre gruppi, malgrado il fatto che i genitori in due dei gruppi non dividessero relazione genetica con i loro bambini ed i genitori adottivi nemmeno avessero l'esperienza in dare alla luce ai loro bambini.

“Questo supporta l'idea che è il livello di impegno a parenting quello è importante e non la presenza o l'assenza di collegamenti biologici fra il genitore ed i bambini,„ ha detto Sig.ra MacCallum.

http://www.eshre.com/