Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Malattia neurologica non spiegata in bovini ed in ovini - valutare i rischi potenziali per le sanità

A seguito di un annuncio recente dall'alimento del ministero dell'ambiente e dagli affari rurali (DEFRA) riguardo ai bovini ed agli ovini con una malattia encephalitic undiagnosed, l'agenzia di tutela della salute è stata incaricata con la riunione del gruppo di esperti per valutare il rischio potenziale alle sanità.

Alla riunione, che è stata tenuta il 21 giugno, gli esperti hanno esaminato le informazioni sul caso originale in una giovenca, su un altro caso indipendente in un toro e su 20 casi in pecore che si erano presentate sugli anni 10. Erano egualmente informate dei 7 bestiame adulti più ancora presentati nell'ambito degli ordini di EBS fra 2000 e 2003. Le indagini recenti del laboratorio dal caso originale in una giovenca hanno identificato un enterovirus come la causa più probabile dell'infezione, che è improbabile da rappresentare una minaccia alle sanità. I campioni dagli altri casi ora egualmente saranno provati ad enterovirus.

Il Dott. Dilys Morgan che piombo il gruppo a nome dell'agenzia ha detto; “Sta rassicurando che la causa della malattia nella giovenca è stata identificata. Gli enterovirus sono una causa comune della malattia in entrambi gli animali ed esseri umani, comunque non attraversano solitamente fra le specie. Ciò combinata con il fatto che gli animali sono esaminati prima del macello da un medico veterinario e c'è ne con i sintomi della malattia virale acuta sono impediti entrare nel ciclo alimentare e che gli enterovirus sono uccisi dal calore, significa che questo caso è improbabile pensato da comportare tutto il rischio alle sanità„

Nella considerazione dei dati disponibili su tutti i casi, il gruppo di esperti ha acconsentito quello dovuto varie ragioni che egualmente non hanno comportato un rischio significativo alle sanità. Queste ragioni hanno compreso il fatto che non c'era tendenza relativa aumentare al numero basso dei campioni che è presentato per le prove dalle mucche e dalle pecore con la malattia neurologica durante gli ultimi 10 anni e che nessun collegamento evidente è stato identificato fra questi casi ed i casi ha rappresentato vari risultati clinici e patologici.

Dott. Morgan conclusivo, “mentre più prova diventa disponibile noi continuerà a valutare il rischio, ma le informazioni che abbiamo finora suggeriscono che questi casi siano improbabili da comportare un rischio significativo alle sanità„.