L'impulso di Notte del ghrelin può indicare i nuovi obiettivi per il trattamento dell'obesità

Gli scienziati del UCLA hanno scoperto che la gente della magra sperimenta un impulso enorme di notte del ghrelin - l'ormone che stimola la fame - ma la gente obesa non fa.

Previsto per la pubblicazione online il 28 giugno negli Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze, lo studio suggerisce che l'obesità sopprima la punta di ghrelin, forse interrompendo le indicazioni interne dell'organismo per fame e sopraffacendo la sua capacità di regolamentare l'appetito. Ghrelin aiuta l'organismo a gestire il suo peso come componente di un sistema complesso che regolamenta l'ingestione di cibo e l'output di energia.

“Abbiamo pensato trovare un reticolo differente di ghrelin in gente obesa, ma la grande scossa era che è accaduto alla notte,„ ha detto il Dott. Julio Licinio, il professor della psichiatria e della medicina alla Scuola di Medicina di David Geffen al UCLA. “A prima vista, i nostri risultati sembrano contraddittori. Invitare i livelli di sangue degli uomini più pesanti per contenere più ormone di fame. Qualcosa deve ignorare il ghrelin delle persone obese.„

I risultati del gruppo possono indicare i nuovi obiettivi per il trattamento dell'obesità, hanno detto Licinio, che egualmente è un ricercatore senior all'Istituto Neuropsichiatrico del UCLA.

“È possibile che la gente obesa abbia sviluppato i meccanismi biologici che li rendono resistenti ai loro propri ormoni,„ lui abbia detto. “Dobbiamo provare a risolvere questo mistero ed ad esplorare le nuove droghe per renderle più sensibili alle indicazioni interne dei loro organismi.„

Le Celle nello stomaco secernono il ghrelin nel sangue, dove aumenta e cade nei reticoli quotidiani prevedibili, chiodante prima dei pasti quando siete affamato e cadente dopo che mangiate.

Reticoli del ghrelin riflessi colleghi di Licinio in cinque uomini magri e cinque uomini obesi ogni sette minuti per 24 ore. Il gruppo ha raccolto più di 200 campioni di sangue per oggetto.

Gli scienziati sono stati sorpresi scoprire un burst gigante del ghrelin nel sangue degli uomini magri fra la mezzanotte e le 6 di mattina che sorpassavano i picchi di pre-ora del pasto dell'ormone. Eppure i livelli di ghrelin sono rimanere piani negli uomini obesi.

“L'impulso di ghrelin più potente mancava negli uomini obesi, suggerenti che il loro sistema di regolazione non fosse andato storto o potesse più ascoltare le sue proprie indicazioni,„ Licinio ha detto.

“Questo sfida lo stereotipo della gente di peso eccessivo che sveglia nel mezzo della notte per attaccare il frigorifero,„ Licinio ha detto. “Gli uomini nel nostro studio hanno dormito per tutta la notte ed entrambi i gruppi hanno mangiato i pasti destinati per mantenere il loro peso corrente.„

Il gruppo di Licinio egualmente ha riflesso la leptina e il adiponectin, due ormoni prodotti dalle celle grasse. La Leptina segnala la pienezza ed inserisce una persona per smettere di mangiare. Le guide di Adiponectin regolamentano il metabolismo energetico.

Oltre ai livelli più bassi del ghrelin complessivi, gli uomini obesi hanno mostrato i livelli elevati della leptina ed i livelli più bassi del adiponectin che gli uomini magri. Ciò ha confermato i risultati più iniziali fatti da Licinio e da altri ricercatori.

“Ancora, questo va in senso contrario rispetto alle aspettative comuni,„ Licinio ha detto. “Presupporreste che le persone obese avrebbero avute livelli più bassi della leptina, l'ormone di pienezza, non più su.„

Gli uomini nello studio hanno variato nell'età da 21 a 25 anni, erano nel buoni fisico medica e salute mentale e schermato per obesità o perdita recente, fumare e abuso di droga. Nessuno degli uomini hanno lavorato i turni di notte o hanno catturato tutti i farmaci, ormoni o supplementi dietetici i 30 giorni prima dello studio.

Licinio è un membro dell'Istituto Di Ricerca Del Cervello del UCLA, Direttore Gruppo Di Ricerca di pharmacogenomics della Farmacogenetica del laboratorio e del UCLA e Di Pharmacogenomics ed il redattore capo fondante per Il Giornale di Pharmacogenomics e la Psichiatria Molecolare.

Suo co-authors il Dott. incluso Bulent Yildiz, Marc Suchard ed il Dott. Mali Wong del UCLA ed il Dott. Samuel McCann della Louisiana State University.

L'Istituto Nazionale per il Diabete, il Digestivo e la Malattia Renale hanno supportato lo studio come pure i premi da Amgen, le Fondamenta di Dana e Alliance Nazionale per la Ricerca sulla Schizofrenia e sulla Depressione.

L'Istituto Neuropsichiatrico del UCLA è un istituto interdisciplinare di formazione e della ricerca votato alla comprensione del comportamento umano complesso. Mette a fuoco sui sostegni genetici, biologici, comportamentistici e socioculturali di comportamento normale come pure sulle cause e sulle conseguenze dei disordini neuropsichiatrici.

Oltre alla ricerca di conduzione, la ricerca della facoltà dell'istituto per sviluppare gli efficaci trattamenti per i disordini neurologici e psichiatrici, migliora l'accesso ai servizi medico-sanitari di salute mentale ed al criterio di integrità nazionale di forma per quanto riguarda i disordini neuropsichiatrici. Vedi www.npi.ucla.edu per più informazioni.

http://www.ucla.edu