L'UE sta contribuendo €9 milione “alla vigilanza contro il progetto della resistenza virale„ (VIRGIL)

La resistenza crescente dei virus' alle malattie di mezzi delle droghe quale epatite B e C è sempre più difficile da trattare. Le nuove pandemie possono sorgere con le conseguenze imprevedibili. L'UE quindi sta contribuendo €9 milione “alla vigilanza contro il progetto della resistenza virale„ (VIRGIL), per essere lanciato oggi a Lione (Francia).

Comincerà indirizzando la farmacoresistenza nell'epatite virale e nell'influenza, ma estenderà la sua portata ad altri virus. La rete sarà basata sulla ricerca e sulle piattaforme tecnologiche per riflettere l'esistenza e prevede il futuro, farmacoresistenza. Una piattaforma rifletterà, verificherà e migliorerà la gestione di farmacoresistenza antivirale in pazienti mentre un altro mostreranno come la resistenza accade e contribuiscono a capire (immune/genetico) i fattori in relazione con il paziente che causano la resistenza virale. Altre piattaforme per le droghe e la farmacologia e per innovazione e la tecnologia permetteranno l'anticipazione dei modi sormontare rapido la farmacoresistenza. Per concludere, una piattaforma di impatto sociale valuterà il vantaggio della rete per qualità di vita dei pazienti e della medicina'. VIRGIL, coordinato dal centro di ricerca del INSERM di Lione, riunirà 55 esperti europei chiave nel campo da 12 paesi, compreso 7 partner dall'industria.

“L'uso pesante degli antibiotici, specialmente in ospedali, accelera le mutazioni in batteri che determinano la farmacoresistenza. Lo stesso accade in virus quando le droghe antivirali sono usate estesamente,„ commissario europeo Philippe Busquin della ricerca ha detto. “VIRGIL complementa un investimento della ricerca di €30 milione UE in farmacoresistenza antimicrobica in questi ultimi due anni per affrontare questo problema crescente. Con collaborazione fra i ricercatori accademici europei, l'industria farmaceutica, i clinici ed i servizi sanitari di salute pubblica la rete aiuterà i problemi superati connessi con farmacoresistenza virale per contribuire a salvare le vite.„

Malattie mortali: sulla furia?
L'epatite virale causa l'affezione epatica cronica, compreso la cirrosi ed il cancro di fegato. Sebbene un vaccino sicuro ed efficiente esista per epatite B, oltre 350 milione persone in tutto il mondo ora cronicamente sono infettati con questo virus. Per epatite virale C, nessun vaccino esiste e più di 1% degli europei è portafili. L'uso clinico intensivo delle poche droghe disponibili piombo a farmacoresistenza rapido emergente per alcuni virus in modo che queste droghe non fossero più efficienti.

Le epidemie annuali di nuovi sforzi di influenza infettano 5-15% della popolazione mondiale con fino a 500,000 morti. I cambiamenti genetici nel virus dell'influenza possono piombo alle epidemie severe della dimensione globale (pandemie), quale l'influenza spagnola di 1918 che ha ucciso oltre 40 milione di persone.

Gli esperti ora temono che un'altra pandemia possa sorgere presto con le conseguenze imprevedibili. Access alle droghe efficienti sarà essenziale in così scenario catastrofico. Di nuovo, il virus è probabile sviluppare la farmacoresistenza.

La ricerca di UE risparmia le vite e la moneta
La rete di VIRGIL potrà determinare a rapido ed attendibilmente la resistenza alle nuove droghe e la predisposizione della droga degli sforzi virali emergenti basati sui nuovi trattamenti. La rete mira a raggiungere con la droga antivirale producendo l'industria farmaceutica in un'associazione redditizia che contribuirà ad assicurare l'accesso alle cure e la maturazione più lunghi per i pazienti. Ciò contribuirà a contenere il carico socioeconomico della resistenza virale, ora rappresentante un problema sanitario importante con gli più alti costi di realizzazione della droga e di sanità.

Per ulteriori informazioni: http://www.virgil-net.org