Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Primo modello elaborato dal calcolatore del mondo di un manichino incinto di arresto

Attualmente, ognuno a bordo di un'automobile è protetto dai sistemi di sicurezza completi -- ognuno esclude il feto. I ricercatori ancora conoscono sorprendente piccolo circa i feti negli incidenti stradali.

Per fare più indicatore luminoso su questa area, Volvo Car Corporation ha sviluppato il primo modello elaborato dal calcolatore ufficiale del mondo di un manichino incinto di arresto.

“Ora abbiamo riguardato l'intero ciclo di vita,„ dice il rivelatore di modello Laura Thackray, cae ed ingegnere biomeccanico al centro della sicurezza delle automobili di Volvo. “Un grande vantaggio è che sia la madre che il bambino possono essere sottoposti a operazioni di disgaggio verso l'alto o verso il basso alla dimensione che vogliamo studiare.„

Questo manichino virtuale di arresto è una donna in una fase recente della sua gravidanza, da allora quella è quando il bambino futuro è al più grande rischio in un incidente.

“Dal suo completamento, sono stato prova d'urto a fine frontale simulata corrente con,„ ha detto Thackray.

Lo scopo di queste prove è di studiare come la futura mamma virtuale ed il suo bambino futuro sono influenzati dalla cintura di sicurezza e dal sacco ad aria negli incidenti simulati. Il modello elaborato dal calcolatore permette studiare nei minimi particolari come la fascia si muove, l'influenza della fascia ed il sacco ad aria sull'utero, sulla placenta e sul feto e come il feto si muove relativamente all'organismo della madre. Il modello può anche essere usato per verificare le nuove progettazioni a cinture di sicurezza e ad altri sistemi di sicurezza.

“Sono sicuro che c'è stanza per ulteriore sviluppo della fascia a tre punti, renderla più comoda ed assicurare protezione ottimizzata,„ ha detto Thackray.

Oggi molte donne incinte si domandano se la cintura di sicurezza potrebbe nuocere al loro bambino futuro se sono coinvolgere in un incidente stradale. I ricercatori tutti acconsentono, tuttavia, nella raccomandazione che dovrebbero indossare sempre la loro cintura di sicurezza.

“Corrente, è la migliore riga di protezione per le donne incinte ed i loro bambini,„ ha detto Thackray. “Ma è cruciale indossarla nel giusto modo. Dovrebbe adattarsi vicino all'organismo, è fra i petti e il più basso possibile sopra i cinorrodi. La sezione del rivestimento della fascia non deve essere permessa guidare su davanti alla pancia. Quello ha potuto nuocere al bambino.„

In un incidente, il torace della donna incinta ed il bacino entrambi sono repressi dalla fascia, ma il suo addome è libero di muoversi nella direzione determinata con le forze particolari in seguito all'impatto. Poiché il feto sta facendo galleggiare l'interno libero lei, le lesioni tendono a cadere in due tipi principali. Il più comune dei due è che la placenta diventa parzialmente o completamente distaccata, in modo da significa che il bambino non può ottenere abbastanza ossigeno. Lo scenario più raro è affinchè il bambino subisca la lesione fisica dovuto gli impatti con le ossa della madre o l'interno pelviche dell'automobile.

“Pensiamo che la placenta possa stare bene perché, mentre l'utero è relativamente elastico e può quindi deformare, la placenta non è accelerazione di sotto ugualmente resiliente,„ a Thackray distaccato abbia detto. “Pensiamo così, ma non sappiamo ancora. Ecco perché questo modello è così importante. Dobbiamo scoprire più per potere proteggere il feto nel modo migliore.„

Source:

http://www.ford.com