Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La Ricerca descrive come il fattore di crescita del nervo stimola una sequenza delle proteine che promuovono la crescita del nervo

Gli Scienziati all'Università di North Carolina a Chapel Hill hanno scoperto i punti chiave coinvolgere nella crescita e nella rigenerazione di regolamentazione del nervo che possono avere implicazioni per la ricerca del midollo spinale.

La nuova ricerca, pubblicata nell'emissione del 24 giugno del Neurone del giornale, per la prima volta descrive come il fattore di crescita del nervo (NGF) stimola una sequenza delle proteine - una via molecolare - che promuove la crescita del nervo.

“È il primo studio per mostrare il collegamento fra NGF e le particelle elementari che formano l'assone,„ ha detto il Dott. William Snider, il professor della neurologia e cella e la fisiologia molecolare alla Scuola di Medicina ed al Direttore di UNC del Centro della Neuroscienza di UNC.

Gli Assoni sono viticci lunghi, o trattamenti, che si estendono dalle cellule nervose fino le connessioni del modulo con altre cellule nervose, i muscoli e l'interfaccia.

La Lesione al sistema nervoso periferico - quella parte del sistema nervoso fuori del cervello e del midollo spinale - provoca tipicamente la rigenerazione e la riparazione spontanee. Tuttavia, questo non è il caso con il midollo spinale, in cui la rottura delle connessioni dalla lesione piombo alla paralisi.

“I risultati di questo studio permettono che noi conosciamo più circa come promuovere la crescita e la rigenerazione dell'assone nel midollo spinale,„ ha detto il Dott. Fengquan Zhou, un collega postdottorale delle Fondamenta di Ricerca del Midollo Spinale Che lavorano nel laboratorio di Snider e sono autore principale dello studio.

Inoltre, i risultati possono essere importanti a capire come il cervello è collegato, hanno detto Snider. “Pensiamo che i risultati possano essere pertinenti alla crescita dell'assone nel cervello.„

Nello studio, Zhou ha adottato un approccio novello ad identificare gli anelli mancanti nella via molecolare quando ha riconosciuto che lo stimolo di NGF si è presentato nel cono di crescita dell'assone. Ciò ha semplificato un problema complesso che precedentemente aveva eluso altri che non mettessero a fuoco sul cono di crescita.

Basicamente, nella via Zhou identificato, NGF segnala due proteine (PI3K e GSK-3beta e PI3K) che quello, a loro volta, regolamenta un'altra proteina, APC, per montare l'assone dalle sue particelle elementari chiamate microtubuli.

“Questo lavoro ci aiuta a capire come un assone è un e ci dà una nuova idea circa come potremmo farlo accadere dopo una lesione del midollo spinale.„

Lo studio è stato costituito un fondo per da una concessione dall'Istituto Nazionale dei Disordini Neurologici e dal Colpo, una componente degli Istituti della Sanità Nazionali.

I Co-author con Zhou e Snider sono Yaohong Wu, anche del Centro della Neuroscienza di UNC ed il Dott. Shoukat Dedhar dell'Agenzia del Cancro di British Columbia nel Canada.

http://www.unc.edu/