Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I Giovani omosessuali avvertono i tassi alti di violenza e di molestie del anti-gay

Uno studio di UCSF dei giovani gay e bisessuali a Phoenix, Austin ed Albuquerque ha trovato quello durante il semestre, più di un terzo riferito avvertendo le molestie del anti-gay, 5 per cento hanno riferito che violenza del anti-gay e 11 per cento ha riferito la distinzione del anti-gay.

“Il Nostro studio è uno del primo per usare un grande campione multi-etnico per documentare le esperienze in maltrattamento del anti-gay sopra un fotogramma di momento specifico. Uno degli aspetti più in modo allarmante dei nostri risultati è che coloro che avverte la violenza e le molestie hanno riferito l'autostima più bassa ed erano due volte probabili riferire il pensiero seriamente al suicidio,„ ha detto l'autore principale dello studio, David M. Huebner, psicologo al Centro di UCSF per gli Studi di Prevenzione AIDS (CAPPUCCI).

Lo studio, pubblicato nell'edizione del 1° luglio 2004 del Giornale Americano della Salute pubblica, ha esaminato l'incidenza cumulativa di sei mesi della violenza, delle molestie e della distinzione del anti-gay fra 1.248 gay e gli uomini bisessuali invecchiati 18 - 27 dalle tre città sudoccidentali. Sessanta per cento erano bianchi, un Latino di 30 per cento e 18 per cento sono stati invecchiati 21 o più giovane.

I risultati di Studio secondo le tariffe di incidenza di manifestazione dell'età erano più alti per i più giovani uomini gay e bisessuali nel gruppo di studio. Dieci per cento di quelli 21 o più giovane invecchiati avevano avvertito la violenza del anti-gay, mentre la metà aveva avvertito le molestie del anti-gay. Fra tutti i partecipanti di studio che erano HIV positivi, le tariffe di incidenza in queste due categorie erano simili. Inoltre, si su quattro partecipanti HIV positivi ha avvertito la distinzione del anti-gay, mentre 14 per cento di più giovani partecipanti hanno riferito la distinzione.

“Siamo stati afflitti per trovare che coloro che era già il più vulnerabile perché erano più giovani o HIV positivo erano egualmente più probabile da avvertire la distinzione, le molestie, o la violenza. In Generale i nostri risultati illustrano la necessità per autorizzazione ed i programmi comunità costruzioni di aiutare i giovani a creare le impostazioni ed il supporto sociali sicuri del ritrovamento di fronte a frequente maltrattamento. I dati egualmente suggeriscono che le iniziative di criterio del anti-gay potrebbero avere effetti negativi seri di salute mentale sugli omosessuali,„ hanno detto Huebner.

I Co-author sono Gregory M. Rebchook, psicologo di aiuto della ricerca e Susan M. Kegeles, il professor di medicina e direttore associato, entrambi ai CAPPUCCI di UCSF. Questo studio è stato costituito un fondo per dalle concessioni dall'Istituto Nazionale per la Salute mentale.

I CAPPUCCI è una componente dell'Istituto Di Ricerca dell'AIDS di UCSF (ARI). UCSF ARI alloggia i centinaia di scienziati e dozzine di programmi in tutto UCSF e laboratori affiliati ed istituzioni, facenti ARI uno di più grandi entità della ricerca di HIV/AIDS nel mondo.

http://www.ucsfhealth.org