Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Linee guida Aggiornate per il trattamento del colesterolo di sangue

Il Programma Educativo Nazionale del Colesterolo (NCEP) ha aggiornato le sue linee guida per il trattamento del colesterolo di sangue, suggerente che la gente a rischio di attacco di cuore ed il colpo traessero giovamento dalle terapie d'abbassamento più intensive.

Il Dott. Scott M. Grundy, Direttore del Centro per l'Alimentazione Umana Al Centro Medico Sudoccidentale di UT a Dallas, ha detto che le nuove linee guida sono basate in gran parte sui risultati da cinque test clinici importanti che comprendono colesterolo-abbassando i farmaci chiamati statins. Questi risultati fanno i cambiamenti possibili alla 2001 linea guida pubblicata dal Gruppo di Esperti di NCEP su Rilevazione, sulla Valutazione e sul Trattamento di Alto Colesterolo di Sangue in Adulti (Comitato Adulto di Trattamento III), per cui Dott. Grundy servito da presidente. Le raccomandazioni aggiornate - pubblicate oggi nella Circolazione: Il Giornale dell'Associazione Americana del Cuore - è firmato dal Cuore, dal Polmone e dall'Istituto Nazionali di Sangue; l'Associazione Americana del Cuore; e l'Istituto Universitario Americano di Cardiologia.

NCEP identifica tre categorie di rischio basate sulla probabilità di una persona per sviluppare la malattia cardiovascolare (attacco di cuore e colpo) nell'immediato futuro: ad alto rischio, moderatamente ad alto rischio ed abbassi al rischio moderato. Le persone Ad Alto Rischio sono coloro che già ha avuto un attacco di cuore; dolore toracico cardiaco (angina); ambulatorio precedente di esclusione o di angioplastia; vasi sanguigni ostruiti alle armi, ai lati o al cervello; diabete; o una collezione di altri fattori di rischio che sollevano la probabilità di avere un attacco di cuore nei prossimi 10 anni di più di 20 per cento.

Per i pazienti ad alto rischio, le linee guida pubblicate nel 2001 hanno richiesto medici per prescrivere colesterolo-abbassare le droghe con la terapia dietetica secondo i bisogni per ridurre i livelli di colesterolo (LDL) della lipoproteina a bassa densità a meno di 100 milligrammi per decilitro. I test clinici Recenti hanno permesso che il comitato identificasse un sottogruppo di pazienti ad alto rischio che possono essere considerati per come a molto ad alto rischio e possono trarre giovamento dall'abbassamento ancor più intensivo di LDL. Per le persone molto ad alto rischio, le nuove raccomandazioni danno a medici l'opzione di ridurre il colesterolo di LDL a meno di 70 mg/dL.

I Pazienti sono considerati a molto ad alto rischio se già hanno malattia cardiovascolare più il diabete, sono fumatori persistenti, male hanno gestito l'ipertensione, recentemente sofferta un attacco di cuore, o hanno la sindrome metabolica - una costellazione dei fattori di rischio che comprendono il peso eccessivo e l'obesità, alti trigliceridi, bassi livelli “di buon„ colesterolo della lipoproteina (HDL) ad alta densità, ipertensione, alto glucosio di sangue e una tendenza formare i coaguli di sangue.

Per la gente che è - coloro che ha due o più fattori di rischio per la coronaropatia ed abbia una probabilità per cento di 20 - di 10 per cento di avere un attacco di cuore nei prossimi 10 anni - al colesterolo di diminuzione raccomandato III moderatamente ad alto rischio del TRIFOSFATO DI ADENOSINA LDL a meno di 130 mg/dL. I test clinici Recenti, tuttavia, suggeriscono forte che la gente moderatamente ad alto rischio ricevi l'assegno complementare se i loro livelli di LDL sono diminuiti a meno di 100 mg/dL.

I test clinici Recenti egualmente forniscono la prova ben fondata che colesterolo-abbassare la terapia è efficace nella diminuzione della malattia cardiovascolare in pazienti con il diabete come pure le persone più anziane che sono al rischio. Le Linee guida per la gente con più basso al rischio moderato per la malattia cardiovascolare erano immutate.

“Il rapporto egualmente sottolinea l'importanza di fabbricazione dei cambiamenti di stile di vita che aiutano con la gestione del colesterolo, compreso il cibo della dieta grassa e a basso contenuto di colesterolo basso saturata; assunzione aumentante della fibra; peso perdente ed esercitarsi regolarmente,„ il Dott. Grundy ha detto. “Questi dovrebbero essere impiegati sempre quando i pazienti sono dati cheabbassano le droghe.„

Il primo rapporto del TRIFOSFATO DI ADENOSINA, pubblicato nel 1988, messo a fuoco sulla prevenzione della coronaropatia prima di qualsiasi segni della malattia clinica. Questo rapporto ha identificato il colesterolo di LDL come il modulo principale “di cattivo„ colesterolo e dell'obiettivo primario del trattamento. Nel secondo rapporto nel 1993, il comitato ha riaffermato l'importanza di trattamento del colesterolo alto di LDL. Ha indicato che pazienti che già hanno vantaggio della malattia cardiovascolare dalla terapia d'abbassamento. Il rapporto 2001 del TRIFOSFATO DI ADENOSINA è andato un punto più avanti, descrivendo i trattamenti più intensivi per la gente ad ad alto rischio chi ancora non hanno malattia cardiovascolare. Il Dott. Grundy era un membro del gruppo che ha prodotto il primo rapporto ed era presidente del comitato che ha scritto i secondi e terzi rapporti.

“È stato piacevole vedere che la ricerca nel giacimento del colesterolo giunge a buon fine salvare tante vite,„ ha detto.

Il Cuore, il Polmone e l'Istituto Nazionali di Sangue, parte degli Istituti della Sanità Nazionali, hanno stabilito il Programma Educativo Nazionale del Colesterolo nel 1985.

http://www.utsouthwestern.edu