Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La Violenza, il sesso e la profanità sono aumentato significativamente di film fra 1992 e 2003

La Violenza, il sesso e la profanità sono aumentato significativamente di film fra 1992 e 2003 secondo uno studio dai ricercatori dal Progetto di Rischio dei Capretti al Banco di Harvard della Salute pubblica. Lo studio compare 13 luglio in Medicina generale di Medscape.

Kimberly Thompson, Professore Associato nel Dipartimento di Criterio di Integrità e della Gestione a HSPH e Direttore dei Capretti Rischia il Progetto ha detto, “I risultati dimostrano che lo strisciamento di classificazioni ha accaduto negli ultimi dieci anni e che gli odierni film contengono in media significantly more violenza, sesso e profanità che i film degli stessi che valutano una decade fa.„

I ricercatori hanno elaborato un database che le classificazioni di film e le ragioni incluse di classificazione hanno ottenuto da Motion Picture Association dell'America (MPAA) (www.MPAA.org) e delle informazioni sul contenuto da due risorse indipendenti, la Capretto-in-Mente (www.kids-in-mind.com) di film e Schermano! (www.screenit.com). Poi hanno valutato la relazione fra le classificazioni di film ed il contenuto e le tendenze per le pellicole rilasciate fra il 1° gennaio 1992 ed il 31 dicembre 2003.

Thompson ed il co-author Fumie Yokota, precedentemente un ricercatore a HSPH, hanno trovato un importante crescita della violenza, del sesso e della profanità in pellicole durante gli anni 11, suggerenti che il MPAA diventasse sempre più più clemente nel definire le sue alle classificazioni basate a età di film. I Loro risultati indicano che l'aumento globale è risultato in gran parte dagli aumenti nel contenuto violento nella PAGINA stimata delle pellicole e in PG-13, dagli aumenti nel contenuto sessuale in PAGINA stimata delle pellicole, da PG-13 e dalla R ed aumenti nella profanità in pellicole PG-13 stimato e R. Sottolineano che mentre questo periodo di dieci anni rappresenta l'esperienza recente, non rappresenta il disgaggio a tempo pieno di tutte le pellicole.

Confrontando la quantità di violenza in pellicole G-Stimate non animate e animate, gli autori hanno trovato una quantità elevata significativamente della violenza in pellicole animate che in pellicole non animate. Thompson ha aggiunto, “Dato la possibilità di timore e di ansie a lungo termine dall'esposizione dei bambini ai media, i medici dovrebbero discutere il consumo di media con i genitori dei bambini piccoli e del fatto che l'animazione non garantisce il contenuto appropriato per i bambini.„

Il MPAA fornisce alle le classificazioni basate a età volontarie e le ragioni non standardizzate e descrittive di classificazione progettate per informare il pubblico circa le ragioni una pellicola ha ricevuto una classificazione particolare. Thompson e Yokota hanno trovato che il numero delle classificazione-ragioni di MPAA definite era aumentato in media con le più alte alle classificazioni basate a età, ma lo studio ha concluso che la mancanza di normalizzazione delle classificazione-ragioni di MPAA proibisce il loro uso nella correlazione la quantità o dei tipi di contenuti con le ragioni specifiche di classificazione. Questo studio egualmente trova un gran numero di profanità in pellicole R-Stimate e una certa prova che alle le categorie basate a età correnti di classificazione sono più clementi circa permettere il contenuto violento che il contenuto sessuale.

Riguardo ad informazioni sul dipinto delle sostanze, il MPAA non ha indicato il fumo come ragione di classificazione per c'è ne dei film nel database, sebbene 79 per cento delle pellicole comprendessero un certo dipinto relativo al fumo. Il MPAA ha citato l'alcool o le droghe nella sua ragione di classificazione per 18 per cento delle pellicole, mentre 93 per cento del dipinto incluso pellicole o uso di tabacco, l'alcool e/o, droghe, compreso 26 della 51 pellicola G-Stimata (51 per cento). Soltanto cinque per cento delle pellicole non hanno contenuto dipinti di tabacco, dell'alcool, o delle droghe. Thompson ha aggiunto, “I risultati suggeriscono chiaramente l'esigenza di consapevolezza parentale aumentata circa la prevalenza del dipinto di uso della sostanza in pellicole, spesso nei modi che normalizzano o magnificano il loro uso, anche se la quantità di dipinto in alcune categorie di classificazione continua a diminuire.„

Nel tentativo mai visto di correlare il contenuto di film con i redditi riferiti, lo studio ha trovato che i redditi lordi significativamente più alti per PG-13 e le pellicole stimate della R che hanno ricevuto una ragione di classificazione di MPAA soltanto per la violenza hanno confrontato a quelle pellicole che non hanno fatto. Tuttavia, gli autori suggeriscono che esaminare una misura grezza degli utili (redditi meno il bilancio) per le pellicole R-Stimate abbia mostrato la prestazione migliore dai film che soltanto la classificazione di MPAA ricevuta ragiona per il sesso e la profanità.

Thompson, che è egualmente direttore di ricerca del Centro sui Media e della Salute dei bambini all'Ospedale Pediatrico Boston, ha detto, “È tempo affinchè uno sforzo di ricerca significativo esplori lo sviluppo e la creazione di un sistema di valutazione universale di media. Un singolo sistema fornirebbe lo strumento più semplice per i genitori, se uno può essere progettato e efficacemente essere applicato e promette la maggior chiarezza e la trasparenza nelle informazioni di classificazione di media.„ Ha aggiunto, “La convergenza dei media e dell'inter-introduzione sul mercato pubblica le sfide importanti attuali per i genitori e le schede di classificazione e l'industria deve piombo lo sforzo per introdurre il suo sistema di valutazione nel nuovo ambiente integrato di media.„

Parecchi esempi recenti della commercializzazione di inter-media includono: The Chronicles di Riddick (pellicola stimata PG-13) e The Chronicles di Riddick: Fuga dalla Campata del Macellaio (video gioco M.-Stimato); CSI: Ricerca della Scena del Crimine (programma televisivo della TV 14, DVD degli episodi teletrasmessi raccolti non stimati e video gioco M.-Stimato); Uomo Ragno 2 (film stimato PG-13, video giochi T-Stimati della console e PC E-Stimato e giochi tenuti in mano) e Shrek 2 (film Pagina-stimato, gioco di computer E-Stimato).

Thompson ha concluso, “i Genitori ed i medici dovrebbero essere informati che i film con la stessa classificazione possono differire significativamente nella quantità e nei tipi di contenuti potenzialmente discutibili. a classificazioni Basate a età da solo non forniscono buone informazioni sul dipinto della violenza, del sesso, della profanità e dell'altro contenuto ed i criteri per i film di valutazione sono diventato meno rigorosi negli ultimi dieci anni. Le ragioni di classificazione di MPAA forniscono le informazioni importanti circa il contenuto, ma non identificano tutti i tipi di contenuti trovati in pellicole e possono mancare specialmente il dipinto delle sostanze.„

Lo studio è stato supportato attraverso i regali generali e senza restrizione Al Progetto di Rischio dei Capretti.

http://www.hsph.harvard.edu/