La niacina Dietetica può proteggere dallo sviluppo del Morbo di Alzheimer

La niacina Dietetica (vitamina B3) può proteggere dallo sviluppo del Morbo di Alzheimer e dal declino conoscitivo connesso con invecchiamento nella gente più anziana, suggerisce la ricerca nel Giornale di Neurochirurgia e della Psichiatria della Neurologia.

Le sorgenti Ricche di niacina includono la carne magra, pesce, legumi, dadi, prodotti lattier-caseario, granuli e cereali arricchiti e caffè e tè.

I ricercatori basano i loro risultati quasi su 4000 persone invecchiati 65 e più vecchio, che non hanno avuti Morbo di Alzheimer. Questi partecipanti hanno compilato un questionario dietetico e sono stati controllati per vedere se ci sono tutti i segni di fare diminuire l'agilità mentale (declino conoscitivo) tre e sei anni dopo l'inizio dello studio.

A tre anni, un campione scelto a caso di 815 persone, che inizialmente non aveva avuto Morbo di Alzheimer, è stato controllato per vedere se c'è i cambiamenti clinici e loro l'assunzione dietetica della niacina valutati per mezzo di questionari di frequenza dell'alimento.

Fra questo più piccolo gruppo, 131 persone sono state diagnosticate con il Morbo di Alzheimer. Dopo avere registrato i risultati per ottenere l'età, il genere, la corsa, i gradi d'istruzione ed il gene di ApoE - fattori di rischio importanti per la malattia - quelli con l'ingestione di cibo più bassa di niacina (una media di 12,6 mg/giorno) erano 80% più probabili essere diagnosticato con il Morbo di Alzheimer che quelli con il più alta assunzione (22,4 mg/giorno).

Un'analisi di più grande gruppo ha indicato che la tariffa del declino conoscitivo fra quelle con il più alta assunzione della niacina era quasi metà (44%) quello di quelli con l'assunzione più bassa.

La Niacina è stata prescritta alla gente più anziana per impedire gli stati confusionali e la carenza severa causa la pellagra, una circostanza caratterizzata da demenza, la diarrea e la dermatite, ma il suo ruolo nel Morbo di Alzheimer completamente non è stato esplorato, non dice gli autori.

La ricerca Precedente ha indicato che la niacina ha un ruolo importante nella sintesi del DNA e riparazione, cella neurale che segnala e funge da antiossidante potente in cellule cerebrali, dicono.

Clicchi qui per osservare il documento completamente: http://press.psprings.co.uk/jnnp/july/1093_jn25858.pdf