Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Test preliminari di nuovo metodo, che può individuare il cancro in un campione con soltanto 50 celle

L'individuazione del cancro in una goccia minuscola di liquido organico che contiene relativamente poche celle ora può essere possibile con un nuovo metodo di analizzare i geni multipli in piccoli campioni di DNA, le particelle elementari cellulari del nostro codice genetico. La prova molecolare può essere particolarmente utile nella rilevazione delle cellule tumorali in liquido del petto.

I test preliminari di nuovo metodo, che può individuare il cancro in un campione con soltanto 50 celle, sono stati effettuati su un piccolo numero di campioni di tessuto del petto e sono riferiti nell'emissione del 1° luglio di ricerca sul cancro. “Il nostro scopo è di aggiungere una soluzione molecolare ai problemi nella diagnosi del cancro dove il campione non è adeguato o la valutazione microscopica delle celle è poco chiara,„ dice Sara Sukumar, il Ph.D., la Barbara B. Rubenstein professore dell'oncologia al centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel. “Se gli studi supplementari provano la possibilità di questa prova, fornirà le bugne molecolari ai risultati cellulari di mammografia e di patologia che possono contribuire a decidere se il cancro è presente.„

La prova, chiamata PCR metilazione-specifica multipla quantitativa o QM-MSP, funziona cercando insolitamente gli alti livelli delle molecole incassate tramite un trattamento chiamato metilazione all'interno delle regioni critiche di DNA. In questo trattamento, i piccoli gruppi metilici regolamentano il trattamento della messaggio-fabbricazione del DNA fissando all'opzione di "ON" dei geni. I livelli anormali di metilazione spengono impropriamente l'opzione del gene, che infine piombo alla perdita di proteine critiche trovate in celle normali. Ciò aggiunge alla cascata degli eventi genetici che piombo al cancro.

“Finora, i livelli accurati di metilazione in molti geni allo stesso tempo erano impossibili senza prove ripetute e con un piccolo campione, non abbiamo avuti abbastanza DNA per eseguire tutte quelle prove,„ dice Maria Jo Fackler, Ph.D., socio di ricerca al centro del Cancro di Kimmel e primo autore dello studio. “Ora, abbiamo catturato due tipi attuali di prove di MSP e le abbiamo un, che minimizza la quantità di campione stata necessaria.„

QM-MSP determina la percentuale di metilazione presente in ciascuno di quattro - cinque geni del cancro al seno. Le percentuali si aggiungono insieme per un punteggio cumulativo, che è confrontato ad un valore di soglia. I livelli sopra la soglia indicano che la presenza potenziale delle cellule tumorali e sotto la soglia suggerisce che i campioni siano normali.

Nella prima serie di esperimenti, gli scienziati di Hopkins hanno provato QM-MSP sui campioni di tessuto facendo uso di un comitato dei geni di cui i reticoli anormali di metilazione sono conosciuti per essere associati con cancro al seno. La prova ha individuato il cancro in 84 per cento (16 di 19) dei campioni del tumore del petto e non ha trovato cancro nei tessuti normali di 89 per cento (otto di nove).

Dopo, il gruppo ha provato QM-MSP sui campioni fluidi della condotta del petto ottenuti con un trattamento chiamato il lavaggio duttale, un lavaggio salino tramite catetere infilato tramite il capezzolo. Di sette pazienti ad ad alto rischio per cancro al seno e nessun presente conosciuto del cancro, sei non ha avuto livelli rilevabili di metilazione anormale in loro celle del petto ed una donna ha avuta bassi livelli di metilazione anormale in un gene. QM-MSP ha individuato cancro in due su quattro cancro al seno paziente, che, i ricercatori dicono, indica che questo strumento di valutazione tiene una certa promessa e sta valutando nei più grandi studi a Johns Hopkins.

Secondo il gruppo di Hopkins, la tecnica di QM-MSP potrebbe applicarsi all'analisi di metilazione in altri cancri, quale il lavaggio orale nella testa ed in collo, o all'espettorato per il cancro polmonare in cui i campioni di tessuto sono in genere piccoli.

Questa ricerca è stata costituita un fondo per dall'istituto nazionale contro il cancro, dalle fondamenta di Avon, da Susan G. Komen Foundation e dal dipartimento della difesa.

Altri scienziati che partecipano a questa ricerca sono Pedram Argani, M.D., Julie Lange, M.D., Elizabeth Garrett, Ph.D., Megan McVeigh, Jyoti Mehrotra, Ph.D., Marissa A. Blum ed Amanda Lapides dalla scuola di medicina di Johns Hopkins University.