Comprensione della fronte di taglio di autismo

Un gruppo pluridisciplinare di ricercatori, affiliato con HMRI e basato all'università di Newcastle, sta intraprendendo gli studi approfonditi che mirano ad identificare se le difficoltà con interazione sociale sperimentata spesso dalle persone con autismo sono collegate con una difficoltà nell'interpretazione del contenuto emozionale delle fronti di taglio.

Questa ricerca fa parte di un grado di laurea che è condotto da Alicia Sercombe nel laboratorio funzionale di Neuroimaging del banco delle scienze del comportamento, facoltà di scienza e Information Technology, sotto la supervisione del professor Pat Michie e del Dott. Frini Karayanidis.

Il lavoro di Alicia mira ad identificare se i bambini con autismo incontrano difficoltà specifica nella differenziazione fra le funzionalità o le espressioni facciali facciali, che possono pregiudicare la qualità delle loro interazioni sociali. Questa ricerca è costituita un fondo per dall'università di ufficio della ricerca di Newcastle e delle fondamenta di ricerca dei bambini del cacciatore.

Il professor KEN Nunn, testa dell'unità di NESSO all'ospedale del cacciatore di John ed uno dei ricercatori senior su questo progetto dice, “stiamo usando la fronte di taglio come finestra al cervello. Appena come computer abbia un video che visivo il cervello video i sui funzionamenti nella fronte di taglio. Siamo promettenti che possiamo guadagnare le bugne vitali nei funzionamenti del cervello per risolvere l'enigma di autismo e del suo impatto sulle vite sociali dei bambini.„

“Aggiornato stiamo occupando dei sintomi e dei comportamenti. Di che cosa abbiamo bisogno se dobbiamo trovare che le maturazioni è di capire che cosa è andato male nelle particelle elementari del cervello,„ il professor Nunn.

Il professor Pat Michie dice, “il viso umano fornisce informazioni vitali ed estese per quanto riguarda l'identità ed il tono emozionale di altri. Durante le interazioni sociali, l'analisi del contatto oculare, i reticoli di sguardo fisso e l'espressione facciale fornisce una sorgente ricca di informazioni non verbali che contribuiscono all'interpretazione del messaggio verbale.„

“Dato l'importanza della percezione nelle interazioni sociali, danno della fronte di taglio in questa abilità può tracciare gli effetti sulle relazioni sociali e sulle comunicazioni.„

“Confermando un danno specifico nel trattamento di espressione facciale, possiamo applicare i programmi di intervento iniziali per diminuire l'isolamento sociale sperimentato dalla gente con autismo ed assistiamo i genitori, famiglie ed amici dei bambini con autismo,„ dice il professor Michie.

Alicia Sercombe recluterà i bambini con autismo ed i bambini con la mora intellettuale delicata attraverso la comunità e con il dipartimento dell'inabilità di invecchiamento e delle cure domiciliari (DADHC).

Alicia dice, “è cruciale paragonare la prestazione dei bambini ad autismo a quella di altri bambini con lo stesso livello di intellettuale che funziona come pure con i bambini tipicamente di sviluppo nello stesso intervallo di età. Ciò permetterà che noi determiniamo se le difficoltà nel trattamento della fronte di taglio siano specifiche ad autismo.„

“I bambini completeranno un insieme delle prove che richiederanno la distinzione fra le fronti di taglio differenti e le emozioni facciali differenti. Abbiamo sviluppato questa prova per potere esaminare se i bambini con autismo hanno un problema specifico con elaborare l'identità e/o le espressioni facciali facciali,„ diciamo Alicia.