La combinazione di terapia ormonale, di innesto radioattivo del seme e di radioterapia esterna del raggio aumenta la probabilità della maturazione del cancro

I pazienti di carcinoma della prostata ad alto rischio che subiscono una combinazione di terapia ormonale, di innesto radioattivo del seme (anche chiamato brachytherapy) e di radioterapia esterna del raggio sono indicati per avere una probabilità aumentata della maturazione del cancro, secondo uno studio nuovo pubblicato nell'emissione del 1° agosto 2004 del giornale internazionale di Oncologia-Biologia-Fisica di radiazione, della Gazzetta ufficiale di ASTRO, della società americana per radioterapia e dell'oncologia.

Storicamente, il carcinoma della prostata ad alto rischio è stato una sfida terapeutica per i medici, malgrado i loro sforzi per fare maturare i pazienti aggressivamente curandoli con la radiazione brachytherapy o esterna della chirurgia, del raggio. Gli studi precedenti hanno indicato la libertà di cinque anni dalle tariffe di ricorrenza per i pazienti ad alto rischio curati con appena uno di questi trattamenti per spettare fra 0 e 50 per cento, con alla metà di questi errori che accadono dove il tumore originale è stato trovato.

Per vedere se combinando le terapie farebbe diminuire le tariffe di ricorrenza per gli uomini con carcinoma della prostata ad alto rischio, 132 pazienti con gli alti punteggi di Gleason, con gli alti punteggi prostata-specifici (PSA) dell'antigene o chi erano in una fase clinica avanzata di carcinoma della prostata sono stati studiati. Un approccio a tre direzioni che la radioterapia brachytherapy e esterna inclusa del raggio e la terapia ormonale hanno prodotto una tariffa di 86 per cento di libertà dalla ricorrenza dopo cinque anni. Inoltre, 47 dei pazienti di originale 132 nello studio hanno avuti una biopsia della prostata hanno eseguito due anni dopo la conclusione del trattamento e 100 per cento di loro non hanno mostrato prova del cancro che ricorre.

“Questo è uno studio molto emozionante perché indica che questo nuovo approccio di combinazione brachytherapy, la radiazione esterna del raggio e la terapia ormonale per curare il carcinoma della prostata possono essere molto efficaci per gli uomini con i moduli aggressivi della malattia,„ ha detto Richard G. Stock, M.D., autore principale dello studio e presidente del dipartimento dell'oncologia di radiazione alla scuola di medicina di monte Sinai in New York. “I dati egualmente supportano la teoria che ha migliorato il controllo locale può migliorare il controllo di malattie globale.„

Per ulteriori informazioni sulla radioterapia per carcinoma della prostata, visualizzi prego http://www.astro.org/patient/treatment_information/ per un opuscolo libero.