Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli enti federali dovrebbero valutare la sicurezza degli alimenti geneticamente alterati, se prodotto dall'ingegneria genetica o mediante altre tecniche

Gli enti federali dovrebbero valutare la sicurezza degli alimenti geneticamente alterati -- se prodotto da ingegneria genetica o mediante altre tecniche, quale l'allevamento convenzionale per i tratti desiderabili -- per determinare caso per caso se i cambiamenti non intenzionali in loro composizione potrebbero pregiudicare avversamente le sanità, dice un nuovo rapporto dal Consiglio nazionale delle ricerche e dall'istituto delle accademie nazionali di medicina.

La portata di ogni valutazione della sicurezza non dovrebbe essere basata solamente sulla tecnica usata per alterare l'alimento, ha detto il comitato che ha scritto il rapporto, perché anche i metodi tradizionali quale l'ibridazione possono causare i cambiamenti inattesi. Invece, il maggior esame accurato dovrebbe essere dato agli alimenti che contenente i nuovi composti o gli importi insoliti delle sostanze naturali, indipendentemente dal metodo impiegato per crearle.

“Tutta la prova fin qui indica che tutta la tecnica dell'allevamento che altera una pianta o un animale -- sia da ingegneria genetica o da altri metodi -- ha il potenziale di creare i cambiamenti non intenzionali nella qualità o importi delle componenti dell'alimento che potrebbero nuocere alla salubrità,„ ha detto le lastre di Bettie Sue della presidenza del comitato, professore distinto Foundation di Robert A. Welch in chimica, il centro di scienza di salubrità dell'università del Texas, San Antonio. “L'impatto possibile di tali cambiamenti composizionali dovrebbe essere esaminato caso per caso per determinare se e quanto ulteriore valutazione è necessaria.„

Il rapporto usa il termine “modifica genetica„ per descrivere la vasta schiera delle tecniche dell'allevamento -- variando dall'ibridazione tradizionale all'ingegneria genetica all'uso dei prodotti chimici o della radiazione -- usato per alterare i tratti dell'animale e della pianta che possono essere ereditati da una generazione al seguente. “L'ingegneria genetica„ si riferisce ad un tipo specifico di alterazione che usa le tecniche di biologia molecolare per cancellare i geni o per trasferire i geni per le qualità particolari dalle specie una ad un altro. Per esempio, gli orticoltori hanno costruito i ventrigli per resistere ai parassiti inserendo una proteina da un batterio del terreno e gli sforzi sono in corso sviluppare gli alimenti con il contenuto nutrizionale migliorato.

Gli effetti sulla salute avversi dall'ingegneria genetica non sono stati documentati nella popolazione umana, ma la tecnica è nuova e le preoccupazioni circa la sua sicurezza rimangono. Il ministero dell'agricoltura degli Stati Uniti, Food and Drug Administration e l'ente per la salvaguardia dell'ambiente degli Stati Uniti hanno incaricato le accademie nazionali di valutare il potenziale per gli effetti sulla salute avversi dagli alimenti geneticamente costruiti rispetto agli alimenti alterati in altri modi e di fornire l'orientamento su come identificare e valutare la probabilità di quegli effetti.

L'ingegneria genetica non è un trattamento inerentemente pericoloso, il rapporto dice, ma l'alimento risultante, con gli alimenti creati da altri metodi di modifica genetica, dovrebbe essere esaminato per determinare se i geni inseriti producono le tossine o gli allergeni. I cambiamenti inattesi sono più suscettibili di accadere se il materiale genetico è trasferito fra le specie distante relative. L'ingegneria genetica è più probabile causare i cambiamenti non intenzionali che alcune tecniche, quale la selezione semplice, ma meno probabilmente agire in tal modo che altri metodi corrente usati, come quelle che usano la radiazione o i prodotti chimici. Poiché tutti i metodi possono causare questi cambiamenti, il comitato ha concluso che i tentativi di valutare la sicurezza alimentare basata solamente sul metodo di allevamento sono “scientifico ingiustificati.„

Invece, gli alimenti modificati con tutto il metodo che cambia la composizione genetica dovrebbero, una volta autorizzati dalle loro diverse caratteristiche, essere valutato caso per caso prima della loro versione commerciale. Il rapporto offre una struttura per guidare gli enti federali nel selezionare l'itinerario della valutazione di sicurezza. Un nuovo alimento geneticamente modificato di cui la composizione è molto simile ad una versione convenzionale comunemente usata può autorizzare poca o nessuna valutazione supplementare della sicurezza. Ma se una sostanza sconosciuta è stata individuata in un alimento, un'analisi più dettagliata dovrebbe essere condotta per determinare se un allergene o una tossina può essere presente. Inoltre, gli alimenti con i livelli nutrienti che cadono fuori dell'intervallo normale dovrebbero essere valutati per il loro impatto potenziale sulle diete e sulla salubrità dei consumatori.

La capacità corrente degli scienziati di predire se tali cambiamenti causeranno gli effetti sulla salute avversi è limitata e la più ricerca è necessaria in questa area, il comitato avvertito. In alcuni casi, la valutazione dovrebbe continuare dopo che i prodotti sono sul servizio -- particolarmente per gli alimenti con le nuove sostanze o i profili nutrienti insoliti -- per valutare e convalidare come le valutazioni del pre-servizio stanno funzionando. Le barriere a questo tipo di sorveglianza esistono, tuttavia. Per esempio, corrente non c'è modo tenere la carreggiata gli alimenti alterati nel mercato o identificare i consumatori che li hanno usati. Il comitato ha invitato le agenzie a migliorare la loro capacità di individuare le tendenze relative del consumatore ad approvvigionare gli alimenti geneticamente modificati e di permettere alla tracciabilità di questi alimenti. Inoltre, i migliori strumenti di indagine ed epidemiologici dovrebbero essere sviluppati che possono individuare i cambiamenti nella salubrità della popolazione che può essere causata da questi alimenti.

Il comitato egualmente è stato chiesto di esaminare i problemi di sicurezza relativi agli alimenti dagli animali clonati. La valutazione della sicurezza degli alimenti da questi animali dovrebbe anche mettere a fuoco sul prodotto stesso piuttosto che il trattamento usato per crearlo, ha detto il comitato, che ha raccomandato che le valutazioni paragonino gli alimenti dagli animali clonati a quelli dagli animali noncloned. Attualmente, non c'è prova che gli alimenti dagli animali clonati comportano un rischio aumentato ai consumatori. Tuttavia, gli animali clonati che sono costruiti per produrre i prodotti farmaceutici dovrebbero essere evitati di entrare nel ciclo alimentare, il comitato indicato.

Il rapporto è stato patrocinato dal ministero dell'agricoltura, Food and Drug Administration degli Stati Uniti del dipartimento degli Stati Uniti dei servizi sanitari e sociali e dell'ente per la salvaguardia dell'ambiente degli Stati Uniti. Il Consiglio nazionale delle ricerche e l'istituto di medicina sono istituzioni private e senza scopo di lucro che formulano il consiglio di criterio di integrità e di scienza nell'ambito di uno statuto congressuale. Il consiglio della ricerca è il braccio principale di di gestione dell'Accademia nazionale delle scienze e dell'accademia di assistenza tecnica nazionale. Un ruolo del comitato segue.