Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Facendo Uso degli anti-infiammatori non steroidei attuali alleviare il dolore dell'osteoartrite è soltanto utile per le prime due settimane

Facendo Uso degli anti-infiammatori non steroidei attuali (NSAIDS) alleviare il dolore dell'osteoartrite è soltanto utile per le prime due settimane, trova uno studio disponibile su bmj.com oggi.

Ciò sfida le linee guida correnti da Europa e dall'America che NSAIDS attuali sono un efficace trattamento per l'osteoartrite, il modulo più comune dell'artrite.

I Ricercatori a Nottingham hanno analizzato 13 prove che paragonano NSAIDS attuale al placebo o NSAIDS orale nell'osteoartrite. Le prove hanno durato fino a quattro settimane ed hanno fatto partecipare 1.983 pazienti.

NSAIDS Attuali erano superiori a placebo nell'alleviamento del dolore dovuto l'osteoartrite soltanto nelle prime due settimane del trattamento. Le Prove che durano quattro settimane non hanno mostrato vantaggio. Un simile reticolo è stato trovato per la funzione e la rigidezza. NSAIDS Attuali erano inferiori a NSAIDS orale nella prima settimana del trattamento e sono stati associati con più effetti secondari locali come l'eruzione, il prurito, o bruciatura.

La Prova per supportare l'uso a lungo termine (più di un mese) di NSAIDS attuale nell'osteoartrite è assente, dice gli autori. Le raccomandazioni Correnti per il loro uso nell'osteoartrite devono essere rivedute, essi concludono.

Clicchi qui per osservare il documento pieno: http://press.psprings.co.uk/bmj/july/osteoarthritis.pdf