Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I Chirurghi impiantano un nuovo neurostimulator d'investigazione in un paziente con l'epilessia medicamente refrattaria

I Neurochirurghi al Centro Medico di Rush University sono i primi in Chicago per impiantare un nuovo neurostimulator d'investigazione in un paziente con l'epilessia medicamente refrattaria. Il neurostimulator può potere sopprimere gli attacchi in pazienti con l'epilessia prima che tutti i sintomi compaiano, tanto come gli stimolatore cardiaci di cuore comunemente impiantati che fermano le aritmia del cuore prima che qualunque sintomi accadano.

Il Dott. Richard W. Byrne, neurochirurgo ad Attività  ed al membro dell'Istituto di Chicago di Neurochirurgia e Gruppo Medico di Neuroresearch (CINN), ha eseguito il primo innesto martedì 29 giugno, su un uomo dell'Indiana improbabile trarre giovamento da resezione chirurgica.

Byrne dice che questo è “il Sacro Graal„ nella chirurgia dell'epilessia e nella cosa più emozionante ha veduto. “Questa unità potrebbe aiutare i pazienti dell'epilessia che non reagiscono a trattamento medico corrente, verificanti che un assolutamente nuovo concetto nel trattamento dell'epilessia medicamente refrattaria.„

“Il Nostro primo paziente impiantato ha due fuochi epilettici distinti, uno da ogni lato del cervello, produrre due attacchi differenti in modo dalla resezione chirurgica tradizionale non era un'opzione,„ ha detto il Dott. Michael C. Smith, il medico del paziente e ricercatore co-principale del neurologo dello studio. “Collocare gli innesti da ogni lato del suo cervello ai suoi siti dell'inizio di attacco permetterà la rilevazione ed il trattamento dei suoi attacchi tanto come un defibrillatore impiantabile del cuore. Se osservate un attacco epilettico come aritmia del cervello, lo stimolo elettrico può restituirlo ad un ritmo più normale.„

Finora, i trattamenti chirurgici hanno compreso generalmente la rimozione delle parti del cervello responsabile dell'avviamento degli attacchi. Il Dott. Donna Bergen, ricercatore co-principale del Neurologo dello studio, dice questo nuovo approccio non solo evita la rimozione del tessuto cerebrale, ma egualmente che permette che la terapia sia consegnata al cervello soltanto “a richiesta,„ quando un attacco realmente sta cominciando comparire.

“L'unità della ricerca si compone di due elementi, uno che registrerà i brainwaves del paziente (ELETTROENCEFALOGRAMMA) ed uno che consegnerà i piccoli impulsi elettrici al cervello. L'unità, circa la dimensione di piccolo orologio da tasca, è stata collocata chirurgicamente nel cranio del paziente dal Dott. Byrne,„ dice Bergen.

Byrne ha fatto una piccola apertura nel cranio, collocante il neurostimulator in un supporto cassetto cassetto fissato all'osso. Il neurostimulator ha due collegare di elettrodo che sono stati collocati precisamente nelle aree del cervello in cui gli attacchi erano stati trovati per nascere durante la prova preliminare. Gli elettrodi possono trovarsi sul cervello o essere collocati nelle posizioni in profondità all'interno del cervello. Dopo chirurgia, il paziente non può vedere o ritenere l'unità nella testa.

“Questo sistema rispondente di neurostimulator è un sistema incredibilmente specializzato e abbastanza notevole. Tutto è chiuso su nel cranio, in modo da è un sistema autonomo e progettato per essere rispondente ad attività anormale nel cervello,„ dice Bergen. “Quando un inizio di attacco è individuato, gli impulsi elettrici minuscoli saranno consegnati, nelle speranze di interruzione dell'attività di cervello anormale e di fermata dell'attacco.„

Byrne descrive questo neurostimulator come “sistema a ciclo chiuso„ e che dice che è a differenza dello stimolatore del nervo vago utilizzato in alcuni pazienti con l'epilessia.

Lo stimolatore del nervo vago è programmato per stimolare agli cronometrato-intervalli. Se un attacco comincia fra gli intervalli, il paziente attiva lo stimolatore swiping un magnete sopra il loro torace alla posizione dove l'unità è impiantata.

I nuovi videi di sistema d'investigazione di neurostimulator e tenteranno di trattare gli attacchi. Il neurostimulator legge l'ELETTROENCEFALOGRAMMA, vede un inizio di un attacco e poi invia un impulso elettrico al cervello nel tentativo d'interrompere l'attacco. Il paziente non deve attivare lo stimolatore.

A Seguito di chirurgia, i pazienti nello studio verranno A Precipitare per le visite prevedute dell'ufficio. Il Neurologo che il Dott. Marvin Rossi utilizzerà un computer per programmare il neurostimulator “ha letto l'attacco del paziente.„ Quando il neurostimulator percepisce un inizio di attacco, gli elettrodi stimolano che parte del cervello nel tentativo di fermare l'attacco. Oltre al Centro Medico di Rush University, altri nove centri medici attraverso il paese sono compresi nello studio.

Il Centro Medico di Rush University include la Presbiteriano-St di 824 letti. L'Ospedale di Luke; Centro Sanitario di Johnston R. Bowman di 110 letti; Istituto Universitario Medico di Rush University, Istituto Universitario di Professione D'infermiera, Istituto Universitario delle Scienze di Salubrità e l'Istituto Universitario Laureato.

L'Istituto di Chicago di Neurochirurgia e di Neuroresearch è una delle organizzazioni principali della nazione per la diagnosi, il trattamento ed il ripristino della gente con il cervello ed i disordini della spina dorsale. Originalmente fondato nel 1987, CINN è il più grande gruppo di Midwests dei neurochirurghi conosciuti per i loro trattamenti aprenti la strada nelle tecniche come minimo dilaganti. Attraverso una rete di otto ospedali che misurano due stati, CINN cura più pazienti con i tumori cerebrali ed i disordini della spina dorsale che qualunque altro gruppo del medico nell'Illinois.

http://www.rush.edu