Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I tassi di mortalità per i bambini piccoli sono livelli stagionali relativi di inquinamento atmosferico polverizzato e di temperature fredde

Le variazioni stagionali nei tassi di mortalità per i bambini piccoli sono collegate con gli alti livelli di inquinamento atmosferico polverizzato e le temperature fredde durante i periodi invernali ed agli alti livelli dei particolati inquinanti e diossido di azoto durante i mesi dell'estate, secondo uno studio spagnolo nel giornale augusto di medicina del lavoro ed ambientale, pubblicazione ufficiale dell'istituto universitario americano di medicina del lavoro ed ambientale.

Piombo dal Dott. J. Díaz di Universidad Autónomo il de Madrid, i ricercatori hanno esaminato i dati di video di inquinamento e del tempo per Madrid dal 1986 al 1997. Hanno cercato di determinare come questi fattori ambientali pregiudicano i tassi di mortalità fra i bambini meno di 10 anni.

I risultati hanno mostrato le interazioni significative fra le temperature ed i livelli quotidiani di inquinanti atmosferici specifici. Nell'orario invernale, le tariffe di mortalità infantile sono aumentato alcuni giorni dopo i giorni freddi con gli alti livelli degli inquinanti atmosferici polverizzati (“particelle sospese totale,„ o TSP). I tassi di mortalità hanno aumentato drammaticamente dopo i giorni freddi con le temperature di meno che 43° Fahrenheit (6° Celsius).

Nell'estate, le tariffe di mortalità infantile sono aumentato egualmente con i livelli del TSP come pure con i livelli di agenti inquinanti dell'ossido di azoto. La maggior parte degli aumenti in relazione con l'inquinamento e della temperatura nei tassi di mortalità sono stati limitati ai bambini fra 1 e 5 anni.

Gli effetti della temperatura e dell'inquinamento in bambini hanno differito da quelli in adulti, in base agli studi precedenti da Madrid. Per gli adulti, i tassi di mortalità sono aumentato sia i giorni più caldi che più freddi, mentre i rischi in relazione con la temperatura in bambini sono stati limitati ai giorni freddi.

Al contrario, gli effetti di inquinamento erano maggiori in bambini. Le tariffe di mortalità infantile erano particolarmente alte i giorni con i livelli del TSP di più di 100 microgrammi per metro quadro, che si presentano principalmente durante l'inverno. Le gallerie di ventilazione dei bambini sono più strette, significando che sono esposte ad un'più alta concentrazione di agenti inquinanti con ogni respiro. I bambini sono egualmente più probabili essere all'aperto e fisicamente attivi i giorni di estate caldi in cui i livelli elevati dell'agente inquinante sono.

Gli anni recenti hanno veduto i reticoli di tempo “particolarmente anormali„ del mondo, compreso gli inverni molto freddi sulla costa Est dell'America settentrionale e delle estati calde in Europa occidentale. Questi reticoli hanno sollevato le preoccupazioni circa i mutamenti climatici possibili ed i loro effetti sulle sanità. Lo studio non ha trovato relazione fra i livelli dell'ozono alta in atmosfera-che sono stati collegati “a riscaldamento globale„ tariffe di mortalità infantile e -.

Tuttavia, i risultati forniscono le nuove comprensioni in come le condizioni ambientali quotidiane al livello del suolo potrebbero pregiudicare la salubrità in infanti ed in bambini piccoli. I livelli elevati del TSP sono un rischio ai bambini sia nei mesi dell'estate che dell'inverno, mentre la temperatura è un fattore pricipalmente i giorni freddi. Le politiche sanitarie di salute pubblica state necessarie per diminuire i pericoli per la salute di inquinamento in infanti ed in bambini piccoli non possono essere le stesse di per gli adulti più anziani o la popolazione in genere, i ricercatori concludono.

ACOEM, una società internazionale di 6.000 medici professionali ed altri professionisti di sanità, fornisce la direzione per promuovere sanità e sicurezza ottimali dei lavoratori, dei posti di lavoro e degli ambienti.