Effetto degli alimenti prebiotic e probiotici su salubrità

Un gruppo di ricercatori all'Università Pubblica di Navarra, piombo dal Professore di Seconda Fascia in Zoologia, Elena Urdaneta Artola, ha studiato entrambi i meccanismi con cui derrate alimentari conosciute come l'atto funzionale ad un livello gastrointestinale come pure ai loro effetti benefici possibili sulla salubrità delle persone.

Lo studio, che continuerà fino al 2006, ha ricevuto il Ortiz de Landazuri Scholarship per 2004. Ciò è un premio annuale dal Ministero della Sanità del Governo di Navarra nel rispetto di migliore progetto nella ricerca di base.

Per una serie di anni ora il gruppo sta seguendo una riga di ricerca sulla modulazione nutrizionale delle malattie neoplasic ed allergiche per mezzo di alimenti probiotici e prebiotic. Prima di questo, hanno effettuato uno studio su kefir in cui è stato indicato che questo migliora la digestione delle sostanze nutrienti e del loro assorbimento tramite l'apparato digerente.

Lo studio è puntato su che valuta gli effetti fisiologici, morfologici ed immunologici osservati nei animales sperimentali sani e transgenici, prodotti dalle varie sostanze probiotiche e prebiotic contenute nelle diete sperimentali.

Fra il prebiotics che è usando sono il quercetine e gli sphyngolipids. Il primo è un flavonoide trovato nella maggior parte delle verdure mentre lo sphyngomyelin è trovato nelle membrane cellulari delle verdure. Con il probiotics troviamo due tipi di batteri, di bifidum di Bifidobacterium e del Lactobacillus casei che sono presenti in iogurt e prodotti lattiero-caseari che parzialmente sono fermentati.

Uno degli obiettivi primari dello studio è di scoprire se gli alimenti probiotici e prebiotic hanno un effetto benefico sulle persone in buona salute che utilizzano le ultime tecniche nella biologia molecolare e nelle crescite cellulari.

La seconda fase consiste di crescente le cellule umane dalle biopsie dai pazienti che hanno subito il gastroscopy - dopo autorizzazione informata priore che sono richieste ed accordata ed autorizzazione precedente del Comitato di Bioetica. Lo stadio finale userà le tecniche altamente avanzate quale il immunohistochemistry.

Inoltre, i ricercatori provano a segnare gli effetti con esattezza che questi alimenti hanno sulla prevenzione delle malattie importanti quale la malattia neoplasic, allergie ed intolleranza e disturbi nutrizionali che hanno una componente autoimmune ad un livello gastrointestinale.

Uno di questi è cancro del colon. È stato osservato che “i diarrhoeas hanno sofferto dai pazienti di cancro del colon diminuiscono sulla cattura del probiotics. Che Cosa vogliono studiare è se questi prodotti possono anche essere usati realmente per impedire la malattia.

Per Concludere, un altro scopo dello studio è di studiare il immunomodulation attraverso l'atto di questi fattori come pure le nuove linee di biotherapies per stimolare la flora anaerobica ed il tessuto linfatico connessi con l'intestino e, in questo modo, per stimolare l'attività immune intestinale contro gli agenti patogeni.

http://www.unavarra.es/