Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'Ambulatorio per angina negli anziani fornisce la mortalità a lungo termine

Gli Anziani che subiscono la chirurgia o l'angioplastia per trattare il lungo termine di prezzo di dolore toracico parimenti come quelli trattati con il farmaco, ricercatori riferiscono nella Circolazione: Giornale dell'Associazione Americana del Cuore.

Ciò è il primo a lungo termine, ripartito le probabilità su, studio prospettivo dei risultati cronici di trattamento di angina (dolore toracico) fra le età 75 della gente e più vecchio, i ricercatori hanno detto.

“I Nostri risultati indicano che la mortalità a lungo termine è simile in pazienti dilagante curati e quelle trattata con la terapia farmacologica ottimale. Il sollievo di Dolore toracico e la qualità di vita migliore sono egualmente simili, ma i pazienti dilagante gestiti raggiungono più presto questo vantaggio,„ ha detto Matthias Pfisterer, M.D., il professor ed il capo del dipartimento della cardiologia, l'Ospedale Universitario, Basilea, Svizzera.

Pfisterer è il principale inquirente di questa Prova di Dilagante contro la Terapia Medica in Pazienti Anziani (TEMPO).

Molti studi hanno indicato che l'ambulatorio dell'innesto di esclusione di arteria coronaria (CABG) e l'intervento coronario percutaneo (PCI) - angioplastia anche chiamata - forniscono il buoni sollievo e risultati di sintomo in più giovani pazienti. Tuttavia, i medici scelgono spesso l'approccio più conservatore di terapia del farmaco per i pazienti più anziani dovuto le preoccupazioni che i rischi di procedure dilaganti potrebbero superare i loro vantaggi, lui hanno spiegato.

Nello studio, 91,5 per cento dei pazienti curati dilagante e 95,9 per cento di quelli sulla terapia medica erano vivi a sei mesi. La Sopravvivenza era ancora simile dopo 5,1 anni: 70,6 per cento per i pazienti hanno trattato con l'approccio dilagante e 73 per cento per quelli trattati con il farmaco. I Dati demografici della popolazione degli Stati Uniti fanno l'inclusione di dati a questo proposito estremamente ai clinici.

“I più vecchi di 75 anni della Gente rappresentano il segmento della popolazione più a crescita rapida nel mondo occidentale ed il cuore e la malattia del vaso sanguigno è la causa della morte più prominente ed inabilità in questo gruppo d'età,„ Pfisterer ha detto.

Il 301 paziente (età media 80) studiato sofferto da angina, che è causata quando i depositi grassi (placca aterosclerotica) nelle arterie coronarie limitano il flusso sanguigno al cuore. I sintomi di Angina sono particolarmente notevoli durante lo sforzo.

Venti per cento dei pazienti hanno avuti dolore toracico quando scala le scale, quasi a metà sperimentate quando camminare sulla terra e su un terzo livellati ha avuta dolore toracico anche a riposo.

I Pazienti sono stati definiti a caso ad uno di due gruppi - 1) il trattamento con CABG o il PCI e 2) il trattamento con il farmaco solo. Cento cinquantatre pazienti sono stati definiti a CABG o al PCI; 148 hanno ricevuto il farmaco ottimale. Il farmaco Ottimale ha incluso l'aspirina, gli statins e gli inibitori (ACE) dell'enzima di conversione dell'angiotensina.

Lo studio presente ha esaminato i dati sui pazienti dalla conclusione del primo anno dopo che sono stati ripartiti con scelta casuale per una media di quattro anni.

Tutto quelli nel gruppo dilagante che sono stati considerati buoni candidati per quelle procedure le hanno ricevute all'inizio dello studio. Il resto è stato trattato con il farmaco. Gli Oggetti nel gruppo medicamente curato in cui il farmaco non è riuscito ad alleviare i sintomi hanno ricevuto una procedura dilagante se la loro anatomia coronaria fosse adatta a procedura.

Qualità di vita definita in questo studio come libertà dagli attacchi di cuore, dall'ospedalizzazione cardiaca o dal maggiore da CABG o dal PCI - era 39 per cento per i pazienti dilagante curati confrontati a 20 per cento per il gruppo di terapia del farmaco. Inoltre, i pazienti medicamente curati hanno richiesto le droghe più antianginose in tutto lo studio.

I pazienti Medicamente curati egualmente hanno avvertito gli eventi più non fatali - principalmente le ri-ospedalizzazioni per angina cronica che non è riuscito a rispondere al farmaco. Infatti, 43 per cento di tutti i pazienti medicamente curati hanno continuato a avvertire il dolore toracico cronico ed hanno avuti una delle procedure dilaganti, solitamente entro i primi sei mesi dello studio.

I Fattori connessi con la mortalità hanno compreso l'età aumentata (sopra l'età 80), l'infarto priore, una frazione di espulsione (misura dell'abilità di pompaggio del cuore) di meno di 45 per cento, almeno due co-malattie quale la malattia vascolare periferica, insufficienza renale, malattia polmonare cronica e maggiore di ricezione nel primo anno.

“I Pazienti con angina cronica possono essere gestiti con la terapia farmacologica o con una strategia dilagante,„ Pfisterer ha detto. “La Cateterizzazione è consigliabile se i sintomi non reagiscono al trattamento della droga e perfino in pazienti anziani una procedura poi è fatta a meno di timore di più alta mortalità.„

http://www.americanheart.org/