Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'uso a breve termine della terapia aggressiva dello statin può offrire un certo vantaggio per i pazienti coronari

Gli Statins hanno iniziato presto dopo che un paziente avverte un evento (ACS) di sindrome coronarica acuta ai dosaggi sopra la dose cominciante tipica può contribuire a diminuire gli eventi cardiovascolari successivi, ma il regime della dose elevata usato può aumentare il rischio per le complicazioni in relazione con il muscolo, secondo i risultati dalla parte di fase Z della prova di Z - di A rilasciata oggi sul sito Web di JAMA.

Secondo informazioni di base nell'articolo, “la terapia a lungo termine con le droghe dello statin è stata indicata per diminuire il rischio per la morte, l'infarto miocardico (MI) [attacco di cuore] ed il colpo fra i pazienti con la coronaropatia stabilita, anche quando i livelli di colesterolo (LDL) delle lipoproteine a bassa densità non sono elevati.„ Gli autori scrivono che i test clinici precedenti che valutano gli statins hanno iscritto i pazienti che erano stabili per parecchi mesi che seguono i loro eventi coronari. “La fase Z della prova di Z - di A è stata destinata per valutare una strategia dell'inizio iniziale del trattamento intensivo con le simvastatine nei pazienti di ACS rispetto ad un in ritardo a, meno strategia intensiva.„

James A. de Lemos, M.D., dal centro medico sudoccidentale dell'università del Texas, Dallas e colleghi dalla prova di Z - di A, ha iscritto 4, 497 pazienti con ACS fra il 29 dicembre 1999 ed il 6 gennaio 2003 a 322 centri in 41 paese. Il tempo medio dall'inizio di sintomo a casualizzazione nella fase Z era dei 3,7 giorni. I pazienti sono stati ripartiti con scelta casuale ad una strategia intensiva iniziale del trattamento dello statin (giorno 40mg/per delle simvastatine per 30 giorni e poi di 80 mg/d delle simvastatine da allora in poi) o ad una strategia meno aggressiva (placebo per 4 mesi e poi a 20 mg/d delle simvastatine da allora in poi). C'erano 2.265 pazienti nel gruppo intensivo in anticipo del trattamento e 2.232 nel gruppo meno aggressivo del trattamento. Livelli di lipidi del laboratorio e clinici di valutazioni (compreso, chimiche C-reattive del siero della proteina di alta sensibilità e prove di funzione epatica) sono stati eseguiti prima dell'inizio della droga di studio ed ai mesi 1, 4, 8 e poi ogni quattro mesi fino al completamento di prova. I pazienti sono stati continuati per almeno 6 mesi e fino a 2 anni.

“di placebo più il gruppo di simvastatine, i livelli di colesterolo mediani di LDL hanno aumentato di 11 per cento durante il periodo di quattro mesi del placebo da 111mg/dL a 124 mg/dL e poi sono diminuito a 77 mg/dL al mese 8 dopo l'inizio di 20 mg di simvastatine (31 per cento del cambiamento dal riferimento),„ i ricercatori riferiscono. “Nel gruppo di simvastatine soltanto, il livello di colesterolo mediano di LDL è diminuito da 39 per cento - 68 mg/dL durante il primo mese durante il trattamento con 40 mg/d delle simvastatine e poi ha fatto diminuire i 6 per cento supplementare - 62 mg/dL al mese 4 che segue l'aumento ai 80 mg/d delle simvastatine.„ I ricercatori continuano, “il punto finale primario della morte cardiovascolare, il MI, riammissione per ACS ed il colpo si è presentato in 343 pazienti (16,7 per cento) nel placebo più il gruppo di simvastatine rispetto a 309 (14,4 per cento) nel gruppo di simvastatine soltanto.„ I ricercatori egualmente notano un ad alto livello di uso interrotto partecipanti delle droghe di studio per varie ragioni, compreso un numero basso degli eventi avversi in relazione con il muscolo.

“L'approccio tradizionale alla gestione del lipido che segue ACS è stato di cominciare con la gestione dietetica e poi di iniziare un agente dello statin ad una dose bassa ed aumentare la dose per gradi per raggiungere i livelli di colesterolo dell'obiettivo LDL. I risultati dalla prova di Z - di A come pure da MIRACL e PROVANO L'IT [prove intensive precedenti di terapia dello statin], supportano una strategia del colesterolo aggressivo di LDL che abbassa ACS seguente per impedire la morte e major gli eventi cardiovascolari. Gli Statins dovrebbero essere iniziati presto dopo ACS, con considerazione dei dosaggi ben sopra la dose cominciante tipica e dovrebbero giù-essere titolati [in diminuzione] o essere interrotti se gli effetti contrari importanti, quali le anomalie myopathy o significative del fegato si sviluppano.„