Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studi nei trattamenti per il problema sanitario del numero uno della Gran-Bretagna, coronaropatia

I 12 anni, lo studio paziente 3.000 sui trattamenti per il problema sanitario del numero uno della Gran-Bretagna, coronaropatia, sono stati lanciati questa estate.

Lo studio, chiamato ART (prova arteriosa del maggiore), è costituito un fondo per dal Consiglio di ricerca medica e dalle fondamenta britanniche del cuore. Circa 20 ospedali BRITANNICI parteciperanno allo studio, che mira ad iscrivere 3000 pazienti ed a seguirli per 10 anni dopo la chirurgia di esclusione di arteria coronaria.

La coronaropatia è il problema sanitario di numero uno nel Regno Unito. L'innesto di esclusione di arteria coronaria (CABG) è affermato come il migliore trattamento per quelli con i vasi sanguigni malati multipli del cuore. La maggior parte dei pazienti che subiscono CABG richiedono 3 nuovi vasi sanguigni (innesti). L'operazione standard, utilizzata in 80-90 per cento dei pazienti, usa uno delle arterie mammarie (dall'interno del torace) e dei filoni supplementari dal cosciotto o da un'arteria dal braccio. Ciò è la singola procedura mammaria interna (SIMA) dell'arteria. Lo scopo dello studio di ARTE è di determinare se l'uso di entrambe le arterie mammarie (BIMA) migliora la sopravvivenza.

CABG fornisce il breve e successo a medio termine eccellente, ma il suo successo a lungo termine può essere limitato tramite errore dei filoni che sono stati utilizzati per eseguire l'esclusione. Dieci anni dopo che CABG intorno alla metà degli innesti del filone sono bloccati o malati, sebbene corrente la terapia farmacologica quali l'aspirina e gli statins (che colesterolo più basso) possa diminuire questo errore. Tuttavia, l'errore degli innesti del filone significa che il paziente può sviluppare l'angina ricorrente (dolore toracico) o persino un attacco di cuore e può richiedere ulteriore trattamento, compreso la possibilità di un'altra operazione.

C'è una certa prova che se entrambe le arterie mammarie sono utilizzate nell'operazione di CABG invece di appena una (procedura del ` il BIMA') il risultato più a lungo termine può essere migliorato. Tuttavia, facendo uso di entrambe le arterie mammarie è un'operazione leggermente più complessa, richiede una mezza ora extra per fare e può piombo ad un piccolo aumento nei problemi curativi della ferita del torace.

Lo scopo dello studio di ARTE è di determinare se l'uso di entrambe le arterie mammarie (BIMA) migliora la sopravvivenza e diminuisce la probabilità di angina ricorrente e/o l'esigenza di ulteriore intervento (chirurgia compresa) confrontato a usando un'arteria mammaria (SIMA).

L'ARTE comprende la maggior parte dei centri cardiaci principali nel Regno Unito, di uno in Italia e di uno in Australia. Il ricercatore principale è il sig. David Taggart, un chirurgo cardiaco del consulente all'ospedale di John Radcliffe ed all'università di Oxford. Il sig. Taggart e un comitato di esperti presieduti dal professor Peter Sleight (professore emeritus di medicina cardiovascolare all'università di Oxford) sorveglierà il comportamento dello studio. L'ARTE sarà coordinata dai test clinici e dall'unità di valutazione all'ospedale reale di Brompton. La prova iniziata nel giugno 2004 e sarà completata da ora al 2016.