Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuova ricerca su come le donne osservano i loro organismi

La nuova ricerca su come le donne osservano i loro organismi mira a sfidare la credenza finora non provata che sottile, modelli femminili affascinanti e perfetti nella pubblicità è prodotti vendita “e socialmente desiderabili„ al consumatore più con successo di altri tipi di organismo.

La ricerca, essere effettuato dal Dott. Helga Dittmar, professore di seconda fascia in psicologia all'università di Sussex, con Emma Halliwell, dall'università dell'ovest dell'Inghilterra, egualmente esaminerà precisamente come - e perché - gli ideali ultrasottili di media utilizzati nella pubblicità hanno un effetto negativo nel rendere a molte donne il tatto insoddisfatto con i loro propri organismi.

Lo studio farà partecipare 400 studentesse ad ogni università. In primo luogo saranno chieste di fornire le informazioni su come ritengono circa i loro propri organismi prima che le loro reazioni alle varie immagini siano studiate in tre fasi differenti, quindi confrontato alla loro auto-immagine originale.

Uno degli obiettivi dello studio, che richiederà circa un anno per completare e comincia questo settembre, è di scoprire se l'uso dei modelli ultrasottili nella pubblicità realmente contribuisce a vendere i prodotti. Sebbene assottigli in modo non realistico le giovani donne sono usate spesso in pubblicità per tutto dalle bibite alle automobili, là non è stata la ricerca precedente per indicare che usando tali immagini realmente aumenta le vendite di tutto il prodotto.

Infatti, discute il Dott. Dittmar, la ricerca precedente già ha indicato che tale pubblicità contribuisce alle immagini negative dell'organismo fra le ragazze e le donne.

Il Dott. Dittmar, che egualmente recentemente ha effettuato la ricerca sulle tattiche dei rappresentanti di porta in porta, dice: “L'insoddisfazione dell'organismo può produrre l'ente estremo che modella i comportamenti, quali i disordini alimentari. Le donne e le ragazze non possono contribuire ad essere esposta ai modelli ultrasottili nella pubblicità, di cui la dimensione corporea è non realistica e non sana. C'è già prova concreta che l'esposizione a questi modelli non sani piombo una grande percentuale di donne al tatto insoddisfatto con i loro propri organismi. Ancora conosciamo piccolo circa chi è il più vulnerabile, perché o come questi effetti accadono e come noi può proteggere il più bene la stima dell'organismo. Ciò è che cosa stiamo esaminando.„

Aggiunge: “I risultati dai nostri studi finora indicano che i modelli attraenti di medio-dimensione sono ugualmente efficaci nella pubblicità come modelli ultrasottili. Tuttavia, dobbiamo condurre il più ampia ricerca prima che possiamo essere sicuri che i modelli di medio-dimensione hanno buona efficacia di pubblicità, ma evitare aumentare l'insoddisfazione dell'organismo delle donne.

“Speriamo che la ricerca identifichi i fattori che rendono le donne particolarmente vulnerabili agli effetti negativi dell'ideale sottile e la guida con lo sviluppo dei modi proteggere le donne e le ragazze.„

La ricerca sta costituenda un fondo per da una concessione appena più di £44,000 ricevuta dal consiglio della ricerca economico e sociale, che mira a fornire la ricerca di alta qualità sulle emissioni dell'importanza all'affare, al settore pubblico ed al governo, compreso competitività economica, l'efficacia dei servizi pubblici e la nostra qualità di vita.