Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Relazioni significative fra riflusso laryngopharyngeal e danno sensitivo della galleria di ventilazione superiore

I ricercatori medici lungamente hanno sospettato una relazione fra la malattia di riflusso gastroesofageo (GERD) e l'apnea nel sonno ostruttiva (OSA), due condizioni mediche che possono avere un effetto deleterio su una qualità di vita dei ¯s del ¡ del paziente.

Ora, un gruppo dei ricercatori canadesi ha determinato che ci sono relazioni significative fra riflusso laryngopharyngeal (LPR), OSA e danno sensitivo della galleria di ventilazione superiore.

Il riflusso di Laryngopharyngeal, o LPR, è il riflusso dei contenuti dello stomaco sull'esofago e nelle vie respiratorie superiori, mentre GERD comprende il riflusso soltanto nell'esofago. I contenuti dello stomaco scaldati (refluxate) soprattutto sono composti di acido e di pepsina attivata, un enzima proteolitico stato necessario per digerire l'alimento nello stomaco. Il danno da questo disordine può essere esteso. I sintomi di riflusso laryngopharyngeal comprendono la voce alterata, lo schiarimento della gola, la fatica vocale e la tosse e sono stati collegati alle malattie più sostanziali compreso laryngospasm, rafforzamento della laringe ed al carcinoma glottic. Questo disordine è comune nella popolazione adulta nordamericana, stimata per pregiudicare fino a 35 per cento della popolazione 40 anni o più vecchi.

L'apnea nel sonno ostruttiva (OSA) pregiudica 4-9 per cento dei maschi e 1-4 per cento delle femmine nella popolazione in genere. Gli autori di questo studio hanno identificato l'infiammazione della galleria di ventilazione, un danno sensitivo mucoso nell'orofaringe (posteriore della faringe alla bocca), il velopharynx (palato molle) e la laringe (casella di voce) dei pazienti di OSA, facendo uso della prova sensitiva endoscopica. Le correlazioni fra il livello di danno sensitivo laringeo e la severità dell'apnea suggeriscono forte che questo danno sensitivo svolga un ruolo nel funzionamento di OSA.

Mentre gli studi precedenti hanno indicato che GERD è prevalente fra i pazienti con OSA, gli autori di questo studio sono ignari della valutazione precedente di LPR in questa popolazione paziente. Di conseguenza, gli otorinolaringoiatri da parecchi ospedali a Montreal hanno supposto che LPR fosse prevalente fra i pazienti di OSA e che questo contribuisce alla sensazione laringea alterata, che a loro volta può contribuire alla patofisiologia di OSA.

Un nuovo studio valuta la prevalenza di LPR in pazienti consecutivi con OSA facendo uso del riflusso che trovano il punteggio e valuta le relazioni fra l'individuazione di LPR e la severità degli entrambi danno sensitivo della galleria di ventilazione superiore e OSA. Gli autori di riflusso °Laryngopharyngeal del ¡, di danno sensitivo della galleria di ventilazione superiore e di apnea nel sonno ostruttiva, il ± tutto del ¡ da Montreal, Canada, sono MD FRCS di Richard J. Payne MD e di Saul Frenkiel, dal policlinico ebreo, McGill University, Montreal; Karen M. Kost MD FRCS ed Anthony G. Zeitouni MD FRCS, all'ospedale reale di Port Victoria, McGill University; MD FRCS di George Sejean, con l'ospedale dei ¯s del ¡ di St Mary; Dott. Robert C. Sweet FRCS, affiliato con il policlinico di Montreal, McGill University; e MD di Naftaly Naor, di Lourdes Hernandez e MD FRCP, centro sanitario di R. John Kimoff di McGill University. I loro risultati stanno presentandi all'accademia americana della riunione annuale delle fondamenta della chirurgia del collo e della Otorinolaringoiatria-Testa & dell'EXPO di OTO, essendo tenendo 19-22 settembre 2004, al centro di convenzione di Jacob K. Javits, New York, NY.


Metodologia:

Ciò era uno studio futuro e accecato di 34 pazienti che hanno subito il polysomnography diagnostico di notte (PSG), uno studio di sonno e l'endoscopia superiore della galleria di ventilazione durante il giorno allo scopo della prova sensitiva (EST) e la valutazione di LPR facendo uso del punteggio d'individuazione riflesso (RFS).

Una diagnosi dell'oggetto OSA è stata fatta in base agli eventi del ¡ un Ý15 del valore di AHI all'ora. Altre misure della severità di OSA hanno compreso le misure di rottura di sonno (indice analitico microarousal), la durata media di hypopnea e dell'apnea, SaO2 medio durante il sonno, ipossia delle percentuali spesa tempo <90 e punto più basso di ipossia durante il sonno. La valutazione laryngopharyngeal di riflusso ha comportato registrare il EST su video. Due ricercatori hanno determinato indipendente il RFS per ogni oggetto. Il punteggio medio di RFS per l'oggetto poi è stato calcolato. Un valore medio per RFS > 7 ha confermato una diagnosi di LPR.


Risultati:

C'erano 26 maschi ed otto femmine iscritti allo studio. Per il gruppo complessivo, l'età media era di 43,9 anni del ¡ À 2,4 (esperto in informatica) e l'indice di massa corporea medio era 26,5 ¡ À 0,8 kg/m2. I dati corrispondenti per i 29 oggetti con OSA erano 45,4 ¡ À 2,3 anni e 27,2 ¡ À 0,8 kg/m2.

Risultati chiave inclusi:

  • Risultati di studio di sonno: Una maggioranza (29/34) è stata trovata per avere eventi del ¡ un Ý 15 di AHI all'ora che indica che 85 per cento degli oggetti hanno avuti OSA.
  • Risultati di valutazione di riflusso di Laryngopharyngeal: Dei 34 oggetti, 30 sono stati trovati per avere un medio RFS > 7, rendendo una prevalenza di 88 per cento di LPR in questo gruppo tematico. La prevalenza di LPR negli oggetti con OSA era 93 per cento (26/28).
  • Relazioni fra LPR, severità dell'apnea e la funzione sensitiva della galleria di ventilazione superiore: Per i pazienti con OSA, c'era una correlazione significativa fra la severità di LPR e OSA. C'era egualmente una correlazione leggermente più debole ma ancora significativa fra i punteggi di RFS e l'ipossia di nadir per la notte. Questi risultati quindi indicano una forte relazione fra LPR come mostrato nel punteggio di RFS e la severità dell'apnea.

Conclusioni:

In questo studio, un algoritmo di segnatura endoscopico convalidato ha valutato LPR fra i pazienti con apnea nel sonno ostruttiva ed ha trovato una prevalenza drammaticamente più alta (93 per cento) per LPR che quello riferito per la popolazione in genere. Ancora, la severità di LPR, come riflessa dai valori di RFS correlati significativamente con parecchie misure chiave della severità dell'apnea, ha indicato un'interazione importante fra questi due disordini. Gli autori hanno confermato che la severità di LPR ha correlato con disfunzione sensitiva laringea, ma (palato molle) danno sensitivo non orofaringeo o velopharyngeal (non precedentemente valutato). Le osservazioni precedenti che la disfunzione sensitiva laringea, ma non orofaringea o velopharyngeal correla con la severità dell'apnea egualmente sono state confermate.