L'impianto cocleare piombo ad un più di alta qualità di vita in pazienti anziani

Secondo gli esperti in sanità, l'impianto cocleare in anziani sembra essere non redditizio, dovuto una credenza che i pazienti anziani eseguano male nel trattamento audiologico postoperatorio di ripristino dovuto i trattamenti degeneranti nel sistema uditivo centrale e periferico.

Altri studi hanno trovato che suggerito che le difficoltà uditive di trattamento in pazienti anziani potrebbero essere è un risultato dei cambiamenti fisiologici all'interno della coclea; quindi oltrepassare la coclea e stimolare il nervo uditivo direttamente hanno potuto diminuire le manifestazioni cliniche del problema uditivo di trattamento.

Gli anziani hanno malattie fisiche, mentali e psicosociali concorrenti indipendenti da perdita dell'udito che potrebbe urtare sul successo di impianto cocleare. È conosciuto che quell'alettone/ferisce i problemi, problemi unità unità ed i problemi sistema nervoso centrale/dell'osso temporale sono le tre complicazioni otorinolaringologiche più comuni della chirurgia dell'impianto cocleare. Le malattie ulteriormente cardiopolmonari ed i fattori di rischio relativi quali la coronaropatia ed i diabeti melliti possono prolungare il trattamento postoperatorio di ripristino e di guarigione. Un ricercatore ha diviso le complicazioni in tre categorie: gli effetti collaterali negativi (complicazioni postoperatorie con conseguente effetto negativo sul paziente), le complicazioni chirurgiche, quali i guasti dell'alettone e l'unità hanno collegato i problemi. In tutte e tre le categorie, i bambini hanno avuti meno complicazioni con impianto cocleare che gli adulti.

La qualità di vita e la redditività del paziente anziano sono importanti da valutare l'impianto cocleare in questi pazienti. Un nuovo studio dalla Germania cerca di esaminare l'impianto cocleare nell'età degli anziani 65 anni e più vecchi ai tempi di chirurgia, con enfasi sui risultati preoperatori, sulle complicazioni perioperative e sulla percezione del linguaggio postoperatoria. I loro risultati dovevano essere paragonati ai più giovani destinatari fra 18 e 50 anni a periodo di impianto.

Gli autori “di impianto cocleare in anziani,„ sono MD gennaio di Haensel, MD di Justus Ilgner e MD di Martin Westhofen, tutto dal dipartimento dell'ospedale universitario di Aquisgrana della chirurgia dell'otorinolaringoiatria, del capo e del collo, Germania. I loro risultati stanno presentandi all'accademia americana della riunione annuale delle fondamenta della chirurgia del collo e della Otorinolaringoiatria-Testa & dell'EXPO di OTO, essendo tenendo 19-22 settembre 2004, al centro di convenzione di Jacob K. Javits, New York, NY.


Metodologia:

Questo studio retrospettivo ha comportato l'analisi di 26 pazienti postlingually sordi in 65 anni, che hanno subito l'impianto cocleare ad un centro medico importante fra 1986 e 2003. I 16 pazienti femminili e dieci maschii hanno stato in media 69 anni a periodo di impianto (intervallo 65-80 anni) con una durata media della sordità di 13 anni (anni to-47 dell'intervallo uno). In 27 per cento, la perdita dell'udito è stata causata da SSHL ricorrente (perdita dell'udito neuro-sensoriale improvvisa), in 19 per cento dalla meningite, 12 per cento tramite un trauma ed otto per cento dal otosclerosis. In uno in tre oggetti, la causa della perdita dell'udito era sconosciuta.

Prima di impianto cocleare tutti i pazienti hanno ricevuto una protesi acustica convenzionale su entrambe le orecchie, in uso per almeno tre mesi. In tutti i casi c'era vantaggio non obiettivo e soggettivo nell'audizione e percezione del linguaggio anche nelle circostanze migliore aiutate.

Tutti i pazienti hanno subito gli esami medici, audiologici e psicologici preoperatori dettagliati per determinare la candidatura. Tutte le complicazioni postoperatorie e la lunghezza dell'ospedalizzazione sono state registrate. I pazienti sono stati analizzati con la percezione del linguaggio aperto messa facendo uso di riconoscimento della parola multi- e monosillabico (dB 75 nelle quiete). I dati dei pazienti senior sono stati confrontati ad un gruppo di controllo di 47 più giovani destinatari. Il gruppo di controllo ha avuto un'età media di 37 anni (intervallo 18-50 anni) a periodo di impianto e ad una durata mediale della sordità di 13 anni (intervallo 1-40 anni).

Un questionario che contiene le domande circa qualità di vita dopo l'impianto cocleare e soddisfazione con la procedura è stato inviato a tutti i pazienti da rispondere a casa. Il disgaggio ha avuto tre punti di risposta dallo sì, no a nessun'opinione. Tutti i questionari sono stati restituiti correttamente hanno compilato.


Risultati:

Il prima dell'uso tutti i pazienti hanno subito un'estesa prova vestibolare. In 12 pazienti (46 per cento) c'era una funzione vestibolare normale, mentre sei pazienti (23 per cento) hanno mostrato un unilaterale ed otto pazienti (31 per cento) una disfunzione vestibolare bilaterale.

Tutti i pazienti senior sono stati allontanati dall'ospedale dopo un tempo medio dei nove giorni (giorni dell'intervallo six-23). Nel paragonare la lunghezza dell'ospedalizzazione al gruppo di controllo di 47 più giovani pazienti non c'era differenza significativa, con i giovani destinatari anche che registrano una media dei nove giorni nell'ospedale.

La percezione del linguaggio in tutti i pazienti è stata registrata un, tre, sei e 12 mesi dopo impianto. I ricercatori non hanno trovato differenze significative nei risultati della prova di parola multi- e monosillabica (aperto messa) nel gruppo di studio di anziani e nel gruppo di controllo di più giovani pazienti in qualunque momento.

Dopo un anno, due pazienti anziani sono cessato di per mezzo dei loro impianti cocleari. Il resto ha trovato che l'impianto cocleare ha avuto un impatto positivo sulla loro qualità di vita.


Conclusione:

I risultati di questo studio rivelano che l'impianto cocleare è fattibile in anziani senza elevati rischi o costi rispetto ai più giovani pazienti. Nessuna differenza significativa nella percezione del linguaggio fra i destinatari senior e più giovani ha potuto essere registrata nel nostro studio. In considerazione di fisico, le malattie indipendenti mentali e psicosociali, i ricercatori suggeriscono che i pazienti anziani ed il loro impatto sulla procedura di rehabilitational e chirurgica, impianto cocleare piombo ad un più di alta qualità di vita in questi pazienti.