La droga sperimentale PKC412 può essere il tasto a trattare la malattia myeloproliferative

Gli scienziati al Dana-Farber Cancer Institute e a Brigham e l'ospedale delle donne hanno prolungato le durate dei mouse con un disordine di sangue raro usando una droga sperimentale quella segnali di blocchi che promuovono la crescita di instabilità dei globuli.

I ricercatori egualmente hanno provato la droga, PKC412, in un paziente con la malattia difficile da trattare, chiamata malattia di Myeloproliferative (MPD) ed hanno veduto i suoi sintomi migliorare.

PKC412, come la droga Gleevec del riflettore, è una droga “mirata a„ altamente specifica che rende non valida un'opzione in cellule tumorali che è stato inceppata nella posizione di "ON" a causa di una mutazione genetica. L'impulso errato permette un flusso continuo dei segnali incitare i globuli in una mania furiosa incontrollata di divisione e della crescita. La sovrapproduzione dei globuli bianchi in MPD danneggia gli organi e generalmente si trasforma in una leucemia acuta che può essere interna.

Il rapporto compare in prima edizione online di questa settimana degli atti dell'Accademia nazionale delle scienze. Jing Chen, PhD, di Brigham e donne e Daniel J. DeAngelo, MD, PhD, di Dana-Farber, è i co-primi autori del documento. D. Gary Gilliland, MD, PhD, un ricercatore di Howard Hughes Medical Institute a Brigham ed all'ospedale delle donne e Richard M. Stone, MD, di Dana-Farber è gli autori senior. Altri autori provengono da Dana-Farber, Brigham e donne, facoltà di medicina di Harvard, Emory University e Pharma AG di Novartis.

“Lo studio mostra l'utilità potenziale delle droghe che bloccano le chinasi mutanti della tirosina e che queste droghe stanno aprendo più porte a trattare i cancri,„ spiega la pietra.

Le chinasi della tirosina sono molecole che fungono da opzioni biologiche dentro le celle, regolamentando elabora compreso divisione cellulare e la crescita. Le chinasi anormali sono state scoperte per essere colpevoli importanti in molti moduli di cancro. Poiché le droghe dell'inibitore direzione le chinasi anormali in cellule tumorali senza nuocere al tessuto normale, sono associate con meno effetti secondari che le droghe di cancro standard.

Nello studio, i mouse con MPD che sono stati trattati significativamente con il composto orale PKC412 hanno sopravvissuto quelli dati un placebo. Una volta provata in un singolo paziente, una donna di 52 anni con MPD, la droga ha diminuito il suo pericolosamente alto conteggio di globulo bianco ed ha restretto la suoi milza e linfonodi ingrandetti. Tuttavia, la malattia non era essiccata ed ha subito un trapianto del midollo osseo per trattare la leucemia acuta causata dal suo MPD.

PKC412 agisce similmente alla droga aprente la strada Gleevec, uno del primo droga per trattare i cancri interrompendo le opzioni anormali del segnale della chinasi. Gleevec blocca i segnali incontrollati della crescita in leucemia mieloide cronica ed in tumore Stromal gastrointestinale.

Gli scienziati di Dana-Farber stanno provando PKC412 in pazienti con la leucemia mieloide acuta, alcuni casi di cui sono causati da un interruttore on-off mutante chiamato FLT3. La droga specificamente blocca le chinasi anormali FLT3.

MPD è causato da una chinasi mutata differente, FGFR1, che è inibito da PKC412. La mutazione accade quando due pezzi rotti del cromosoma che porta il gene FGFR1 si uniscono anormalmente.

I risultati suggeriscono, gli autori scrivono, che PKC412 possa essere efficace nel trattamento del MPD come pure altri malattie e cancri dove il mutante FGFR1 è il colpevole. Questi comprendono le patologie ossee umane quali la sindrome di Pfeiffer, che causa il cranio, fronte di taglio, barrette e dita del piede, petto e cancri del pancreas deformi ed i tumori cerebrali.