Studi per verificare l'efficacia degli antideprimente nel trattamento dei sintomi della malattia del Parkinson

Un'università di neurologo di Rochester capo uno studio nazionale della ricerca per verificare l'efficacia degli antideprimente nel trattamento degli alcuni dei sintomi della malattia del Parkinson.

Mentre la malattia del Parkinson ricorda tipicamente i sintomi quali i tremiti ed il movimento lento, i ricercatori hanno trovato che quasi la metà dei pazienti di tutto il Parkinson egualmente soffre dalla depressione. Mentre potrebbe sembrare naturale che qualcuno che abbia una malattia quale la forza di Parkinson sia depresso, non è così semplice, dice il neurologo Irene Richard, M.D., che piombo lo studio.

“Molti pazienti presuppongono che che è è normale ritenere questo modo. Potrebbero dire, ` se aveste malattia del Parkinson, voi riterrebbero questo modo anche.' Quello non è vero. Se trattate la depressione, ancora avranno gli altri sintomi della malattia, ma ritengono meglio. È molto trattabile,„ dice Richard.

“La gente diagnosticata con altre malattie serie che possono anche rendere non valide, quale l'artrite reumatoide, non deve quasi come probabilmente essere depressa.„

Lo studio di Richard valuterà la paroxetina comune dei farmaci antideprimenti (marca Paxil) e la venlafaxina (marca Effexor) a trattare la depressione che i pazienti avvertono. Richard dice quello finora, là non è stato grande ad uno studio controllato a placebo per vedere come i farmaci antideprimenti realmente lavorare in pazienti con Parkinson. La malattia provoca la distruzione nel cervello e può indurre tali farmaci a lavorare diversamente che fanno in gente in buona salute.

Lo studio includerà 228 pazienti a 15 siti intorno alla nazione, includente circa 15 pazienti nell'area di Rochester. Il quadriennale, studio $4 milioni sta costituendo un fondo per dall'istituto nazionale dei disordini neurologici e dal colpo.

Medici stimano che circa 1 milione di persone in America settentrionale quello la malattia, che mira ai piccoli gruppi di neuroni nel cervello che producono un prodotto chimico chiamato dopamina. Ma le celle che producono altri prodotti chimici del cervello quale serotonina e noradrenalina, che può svolgere un ruolo nella depressione, egualmente sono influenzate nella gente con Parkinson.

Dei pazienti di Parkinson che sono depressi, circa la metà abbia depressione “di maggiore„ che ha un impatto significativo sulle loro vite, mentre altre hanno moduli più delicati della depressione che ancora stanno affliggendo.

“C'è un gran quantità di sofferenza là fuori dovuto la depressione che viene così frequentemente come componente della malattia del Parkinson,„ dice Richard, che è un esperto sugli aspetti psichiatrici della malattia. I pazienti che hanno perso il piacere che hanno contenuto una volta le attività o gli hobby, o che stanno incontrando difficoltà dormire o hanno un appetito difficile, hanno sintomi comuni della depressione.

“La depressione fa parte non semplicemente della malattia, una reazione alla malattia. Abbiamo trovato che se un medico alleva l'argomento, pazienti saremo onesti e discuteremo la loro depressione, ma sovente non la porteranno se stessi. Dobbiamo istruire i medici per chiedere notizie su questo nei loro pazienti con la malattia del Parkinson.„

Oltre alla depressione, alcuni pazienti con la malattia del Parkinson egualmente sono agitati o sviluppano le allucinazioni, i delirii, o la confusione. Sovente i farmaci usati per trattare tali sintomi peggiorano i pazienti' altri sintomi. Il collega di Richard, Roger Kurlan, M.D., piombo uno studio nazionale che verifica l'efficacia e la sicurezza di un farmaco puntato su aiutando la gente con la malattia del Parkinson.

Chiunque che sia stato diagnosticato con la malattia del Parkinson e sia interessato nella partecipazione a qualsiasi studio dovrebbe chiamare (585) 341-7500.