Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I principi attivi di soia possono contribuire a battere il cancro al seno

I ricercatori stanno studiando se è possibile trasformare i principi attivi di soia in una medicina utile che può aiutare il cancro al seno di bordeggiare, la conferenza farmaceutica britannica sentita oggi.

La soia contiene gli isoflavoni, che sono pensati per avere vantaggio terapeutico potenziale nel cancro al seno ed in altre circostanze, compreso osteoporosi. Gli studi epidemiologici indicano che le donne nell'Estremo Oriente, che hanno alta ingestione dietetica dei prodotti della soia, hanno tariffe più basse di cancro al seno che le donne occidentali.

Il Dott. Karen James e colleghi dal banco della farmacia e delle scienze biomediche all'università di Portsmouth, sta studiando i modi di conversione degli isoflavoni naturali in agente terapeutico. Il Dott. James ha spiegato: “Ci sono poche droghe basate sugli isoflavoni disponibili per uso clinico e ci sono buoni motivi per questo. Gli isoflavoni non sono molto potenti e sono metabolizzati rapido nell'organismo. Mentre l'assunzione di vita delle dosi basse nella dieta potrebbe essere utile, sviluppare una terapia farmacologica richiede un nuovo approccio.„

Il lavoro di Portsmouth è puntato su che trova un modo rendere il soggiorno del composto dell'isoflavone più lungo nell'organismo mentre conservando, o migliorando, i beni biologici utili. I ricercatori hanno usato i derivati di daidzien, un isoflavone conosciuto. Hanno verificato l'effetto dei composti sulla crescita delle celle di cancro al seno dipendenti dell'ormone e trovato hanno avuti un effetto dello stimolante alle concentrazioni più basse e una riduzione della crescita della cellula tumorale alle alte concentrazioni.

Questi studi ora sono in corso ed i ricercatori egualmente stanno sperando di sintetizzare i nuovi, derivati più potenti. Il Dott. James ha descritto i risultati fin qui come incoraggiando, ma ha avvertito che è inizi. “Gli isoflavoni sono presenti in molti alimenti e tendono a non produrre gli effetti tossici, ma non sappiamo ancora se ci potrebbero essere effetti secondari da un composto sintetico più potente.„ Ha aggiunto: “I composti naturali hanno una serie di atti - come pure legando ai ricevitori dell'estrogeno, possono fungere da antiossidanti e come inibitori di enzimi. Sembra utile da esaminare tutto il prodotto naturale che ha tali una diversa gamma di beni e da provare inserire quei beni nelle droghe utili.„

La società farmaceutica reale della Gran Bretagna (RPSGB) è l'organismo regolatore e professionale per i farmacisti in Inghilterra, in Scozia e Galles. L'obiettivo principale del RPSGB è di piombo, regolamentare e sviluppare la professione della farmacia.