Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'esercizio a breve termine aumenta significativamente l'atto dell'insulina

Con attenzione regolare il livello di alimento e della bevanda che precedentemente la gente sedentaria e di peso eccessivo ingerisce durante e dopo l'esercizio a breve termine ha un impatto significativo su atto dell'insulina.

Lo stesso studio ha mostrato un'influenza misurabile fattori di rischio della malattia cardiovascolare sugli oggetti (CVD)', secondo i ricercatori nel dipartimento di scienza di esercizio all'università di Massachusetts, Amherst.

Dopo i soltanto sei giorni di abbastanza esercizio su pedana mobile per bruciare 500 chilocalorie (k/cal) ogni giorno, gli otto oggetti nel gruppo (NEGATIVO) negativo del bilancio energetico, che non ha ricevuto sostituzione di energia, hanno mostrato (p=0.037) un aumento significativo di 40% nell'atto dell'insulina (misurato dalla tariffa del glucosio della scomparsa/dell'insulina stato di stabilità). Comunque l'atto dell'insulina era immutato nel gruppo zero del bilancio energetico (ZERO), che è stato richiesto per rifinire in seguito una bevanda di sport durante l'esercizio e l'alimento supplementare “sostituisca„ i 500 k/cal.

I medesimi argomenti hanno mostrato le tendenze positive sia nei fattori di rischio tradizionali che novelli di CVD, comunque non ad un livello significativo. D'altra parte, gli oggetti nel gruppo ZERO non hanno mostrato virtualmente cambiamenti di Male o del cambiamento nei fattori di rischio di CVD.

Entrambi gli studi sono stati svolti sugli stessi gruppi da Steven E. Black (uno studente di laurea) e da Elizabeth Mitchell (uno studente non laureato onora lo studente), entrambi che lavorano nel laboratorio di Barry Braun nel dipartimento di scienza di esercizio, università di Massachusetts, Amherst. Il nero presenterà, “atto migliore dell'insulina che segue l'addestramento a breve termine di esercizio: effetti dell'esercizio o del bilancio energetico?„ mentre Mitchell presenterà “gli effetti dell'esercizio a breve termine, nel bilancio energetico negativo o zero, sui fattori di rischio di CVD.„

Un aspetto della ricerca era di stabilire il ruolo del bilancio energetico nella mediazione dell'atto migliore dell'insulina dopo l'addestramento a breve termine. L'atto dell'insulina è stato misurato prima dei sei giorni dell'esercizio iniziati ancora e poi il settimo giorno, dopo che il bilancio energetico fisso era più, infondendo il glucosio e le quantità molto piccole di isotopo stabile del glucosio.

Secondo il nero, “l'addestramento a breve termine di esercizio nel bilancio energetico negativo ha diminuito significativamente l'insulino-resistenza,„ tuttavia, sostituente l'energia persa mentre esercitarsi “ha provocato nessun cambiamento nell'atto dell'insulina.„

Il nero ha detto che i risultati “suggeriscono che cambiamenti sottili nel bilancio energetico che precedono il gioco grasso misurabile di perdita un ruolo chiave nella mediazione degli effetti benefici dell'esercizio su atto dell'insulina dell'intero-organismo.„ Braun ha aggiunto: “La nuova individuazione è che l'effetto benefico dell'esercizio (a breve termine) sembra essere mediato tramite un disadattamento sottile fra l'assunzione di energia e la spesa. Così, l'effetto dell'esercizio del `' può opporrsi a aggiungendo indietro l'energia spesa durante l'esercizio. L'implicazione è che il segnale dell'esercizio del `' può essere sinonimo con un deficit di energia del `' segnale.„

Le vaste, implicazioni importanti nel campo del diabete, Braun hanno notato, è “entrambe nell'uso dell'esercizio impedire o ritardare la transizione da insulino-resistenza (prediabetes) al diabete di tipo 2 evidente e nell'uso ottimale dell'esercizio gestire lo zucchero di sangue nella gente che già ha diabete.„

Sia la QUANTITÀ NEGATIVA che i gruppi di otto ZERO ciascuno sono stati abbinati per l'età (30-60) ed altre caratteristiche fisiche ed hanno fatto partecipare gli oggetti precedentemente sedentari e di peso eccessivo che si sono preparati per i sei giorni consecutivi sulla pedana mobile che cammina a 60-65% della capacità vitale massima dell'ossigeno destinata per spendere circa 500 k/cals al giorno.

Mentre i cambiamenti di CVD non erano statisticamente significativi, Mitchell ha notato, “nel gruppo negativo del bilancio energetico (NEGATIVO), tutti indicatori tendenza ad una direzione favorevole, mentre quasi nessun cambiamenti, o persino leggermente cambiamenti della quantità negativa, accaduti nel gruppo (ZERO) zero del bilancio energetico.„

Dopo i sei giorni, gli indicatori principali hanno mostrato i seguenti risultati principali: la perdita di peso media era di 0,7 chilogrammi nella QUANTITÀ NEGATIVA e di .03 chilogrammi in ZERO; i trigliceridi hanno diminuito 16% nella QUANTITÀ NEGATIVA, 5,3% in ZERO; il colesterolo totale in diminuzione modestamente per la QUANTITÀ NEGATIVA ed era costante in ZERO; HDL (lipoproteina ad alta densità) era immutato nella QUANTITÀ NEGATIVA, ma realmente è caduto nel gruppo ZERO; c'era una diminuzione 18,5% in CRP (proteina C-reattiva) ed in nessun cambiamento nel gruppo ZERO in questa misura di infiammazione di funzione epatica e dell'endotelio, che una certa ricerca ha indicato per correlare con determinati problemi del cuore.

Mitchell ha notato che lo studio ha compreso l'impegno di considerevole tempo su un corto periodo e che c'erano buoni svista e comandi, particolarmente gli ultimi tre giorni in cui tutti gli oggetti sono stati provveduti di tutto l'loro alimento ha bisogno di. Durante l'esercizio il gruppo ZERO ha dovuto rifinire sport beve e poi in seguito è stato dato la loro scelta di una frutta, di un yogurt “frullato„ o di una barra di energia per portare il loro apporto calorico fino alla quantità di energia spesa, destinata per essere 500 k/cal.

Lo studio della ricerca è stato supportato dalla fiducia di vetro della famiglia.