L'ecstasy influisce la memoria delle persone che lo prendono

Ecstasy la 'droga party' influisce sulla memoria di persone che lo prendono, soprattutto in situazioni di alta pressione, secondo un nuovo studio condotto da un ANU studente di Psicologia Clinica di dottorato.

Sig. John Brown, della Scuola di Psicologia presso la ANU, presenterà i risultati dei suoi quattro anni di studio alla conferenza australiana Psychological Society a Sydney.

Lo studio è il primo in Australia, per esaminare gli effetti dell'ecstasy sulla memoria utilizzando avanzate tecniche di ricerca della psicologia cognitiva. Mentre vi è un crescente corpo di prove riguardanti gli effetti neurotossici dell'ecstasy, test di memoria comunemente usati spesso non sono riuscite a rivelare deficit di memoria affidabile in consumatori di ecstasy.

La ricerca ha confrontato le prestazioni di memoria media di tre gruppi di circa 30 partecipanti: consumatori di ecstasy che non hanno usato alcun farmaco per due settimane, i consumatori di droghe che non fanno uso di ecstasy (soprattutto i consumatori di marijuana), e quelli che non usano droghe illecite.

"Utilizzare standard di test neuropsicologici clinici, abbiamo identificato i deficit piccolo prestazioni della memoria media dei consumatori di ecstasy rispetto sia degli altri gruppi", ha detto Brown.

"Tuttavia, un nuovo test sviluppato come parte di questo progetto di ricerca ha rivelato deficit di memoria relativamente grandi, che sembrava essere causa di problemi di elaborazione dati nel momento in cui viene conservato, invece di fallimenti in possesso di informazioni in memoria o ad esso recuperare in seguito. "

Un set di 10 triplette di parole non correlate (per esempio: Dingo - Spanner - Muffin) sono stati rapidamente leggere ad alta voce ai partecipanti con solo circa un secondo tra ogni tripletta. I partecipanti hanno poi dovuto richiamare il maggior numero di triplette che potevano.

In queste condizioni impegnative, i risultati erano abbastanza significative per suggerire che gli utenti di ecstasy possono verificarsi deficit funzionali nelle situazioni nella vita reale.

"Ci sono una serie di fattori che potrebbero contribuire agli effetti osservati", ha detto Brown. "Ma siamo stati in grado di escludere età, sesso, livello di istruzione, QI stimato, attuali e passati di salute mentale e l'alcol come causa del deficit.

"La marijuana ha qualche effetto, ma solo rappresenta una parte del deficit. In particolare, il tasso medio a cui gli utenti Ecstasy appreso nuove informazioni in condizioni difficili è risultata significativamente inferiore a quello dei consumatori di marijuana. "

Secondo il signor Brown, studi molto più sarà richiesto di indagare più a fondo gli effetti degli stimolanti come metanfetamine ", ma sembra che da questa ricerca che l'ecstasy è una delle cause principali del deficit di memoria".

Brown presenterà le sue conclusioni alla Conferenza australiana Psychological Society alle 9, Sabato, 2 ottobre 2004.

http://www.anu.edu.au/