Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio esamina le preoccupazioni di fertilità fra le giovani donne con cancro al seno

Un nuovo studio indica che la preoccupazione circa la sterilità che deriva dalla terapia del cancro al seno ha influenzato le decisioni del trattamento in quasi un terzo di giovani pazienti.

Lo studio - il più grande fin qui per esaminare le preoccupazioni di fertilità fra le giovani donne con cancro al seno - trovato che la maggior parte delle donne era molto interessata circa la capacità di avere un bambino come pure l'impatto che la gravidanza potrebbe avere sulla ricorrenza di malattia, malgrado la mancanza relativa di dati su questi rischi. Lo studio sarà pubblicato nell'edizione del 15 ottobre del giornale dell'oncologia clinica.

“Questi risultati indicano che le donne possono sopravvalutare il rischio della sterilità ed evidenziano l'esigenza della comunicazione migliorata fra i medici e pazienti,„ ha detto Ann H. Partridge, MD, MPH, oncologo medico al Dana-Farber Cancer Institute, istruttore nella medicina alla facoltà di medicina di Harvard e autore principale dello studio. “Una sfida chiave nella discussione delle queste emissioni è la mancanza di dati completi su come la terapia del cancro pregiudica la fertilità, specialmente quando tenendo conto di più nuovi regimi di chemioterapia e su se ottenere incinto dopo la terapia pregiudica il rischio di ricorrenza di malattia.„

Oltre 11.500 donne sotto l'età di 40 è diagnosticata ogni anno con cancro al seno negli Stati Uniti. Alcune terapie del cancro al seno possono indurre le donne a smettere di mestruare, temporaneamente o permanentemente e le donne che continuano ad avere cicli mestruali normali possono passare più presto attraverso menopausa o possono essere meno fertile dopo la chemioterapia che i loro pari. Inoltre, mentre a terapie basate a ormone standard del cancro non causano tipicamente la sterilità permanente, richiedono spesso gli anni di trattamento durante cui le donne si consigliano di non diventare incinte.

I ricercatori hanno esaminato 657 membri di giovane coalizione di sopravvivenza (YSC), un gruppo di pressione del paziente di cancro al seno, sui loro atteggiamenti circa fertilità. I membri sono stati tenuti ad essere premenopausal ed invecchiare 40 anni o più giovane ai tempi della diagnosi del cancro al seno.

Cinquantasette per cento dei pazienti hanno riferito essere molto interessati circa diventare infertili, indipendentemente dalla loro età o fase della malattia e 29% ha detto che la preoccupazione circa la sterilità ha influenzato le loro decisioni circa il trattamento. Settantadue per cento hanno discusso le emissioni di fertilità con i loro medici e 17% ha discusso queste emissioni con gli specialisti di fertilità. Mentre 51% del feltro delle donne soddisfatto dopo la discussione dell'emissione con i loro medici, 26% ha ritenuto che le loro preoccupazioni di fertilità non siano state indirizzate adeguatamente.

I ricercatori hanno evidenziato l'esigenza di più dati sull'impatto del trattamento su fertilità come pure lo sviluppo di nuovi approcci a conservare la fertilità in donne ha trattato per cancro al seno.

“I giovani malati di cancro hanno molto poche opzioni per la conservazione della loro fertilità, che più ulteriormente complica le decisioni del trattamento,„ hanno detto il Dott. Partridge. “La ricerca supplementare in queste aree aiuterà i medici ed i pazienti selezionano i trattamenti che sono ottimizzati per incontrare sia gli scopi medici che futuri di fertilità.„