Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo Studio suggerisce che alcuni superstiti abbiano una tendenza genetica a cancro al seno di sviluppo come giovani donne

Le Giovani donne che sono state curate per cancro poichè i bambini hanno una maggior probabilità di cancro al seno di sviluppo se il loro trattamento comprendesse la radiazione del torace, se inizialmente avessero cancro delle ossa, dei muscoli, o del tessuto connettivo, o hanno avute una storia della famiglia di cancro al seno, secondo un nuovo studio piombo dai ricercatori al Dana-Farber Cancer Institute ed all'Ospedale Pediatrico Boston.

Mentre il numero dei superstiti del cancro di infanzia si sviluppa, il nuovo studio - - pubblicato nell'emissione del 19 ottobre degli Annali di Medicina Interna - - dovrebbe aiutare i medici a determinare quale sono al rischio aumentato per cancro al seno e possono trarre giovamento la maggior parte dalle tecniche di prevenzione e della selezione, gli autori dicono.

“Abbiamo saputo per molti anni che i superstiti del cancro di infanzia hanno più alte tariffe di cancro al seno che la popolazione in genere,„ diciamo l'autore principale Lisa Kenney, M.D., di Dana-Farber e dei Bambini. “Ma, all'infuori del trattamento priore con radiazione del torace, non è stato chiaro che fattori aumentano i superstiti' rischio per la malattia.„

Kenney ed i suoi colleghi hanno analizzato i dati dallo Studio del Superstite del Cancro di Infanzia (CCSS) - - uno studio nazionale dei bambini diagnosticati con cancro dal 1970-1986 e chi ha sopravvissuto almeno a cinque anni dopo il trattamento - - per le bugne allo sviluppo di cancro al seno adulto. Delle più di 6.000 giovani donne che partecipano allo studio, i ricercatori hanno identificato 95 chi sono stati diagnosticati con cancro al seno.

Come previsto, il cancro al seno era più prevalente del normale fra i superstiti che erano stati curati con radiazione del torace durante l'infanzia o l'adolescenza. (Radiazione può danneggiare il DNA delle cellule nei modi che promuovono il cancro.) Le tariffe del Cancro al seno egualmente sono state elevate fra le donne che avevano sopravvissuto ai sarcomi del tessuto molle o dell'osso (cancri che pregiudicano i muscoli, i tendini ed i legamenti) ma non avevano ricevuto la radiazione del torace. I Superstiti che hanno avuti una storia della famiglia di cancro al seno hanno avuti più alte tariffe del cancro al seno pure, indipendentemente da se avevano ricevuto la radioterapia come bambini.

“Chiaramente, le ragazze curate con radiazione del torace non sono i soli superstiti del cancro di infanzia che siano al rischio aumentato per cancro al seno,„ Kenney rileva. “Che Cosa abbiamo imparato da questo studio suggerisce che alcuni superstiti abbiano una tendenza genetica a cancro al seno di sviluppo come giovani donne.„

Fra altri risultati dello studio era che le donne che avevano ricevuto la radiazione pelvica per il cancro di infanzia hanno avute tariffe più basse del cancro al seno, in media, che le donne nella popolazione in genere. I Ricercatori spiegano questo reticolo notando che la radiazione pelvica ha interrotto produzione delle ovaie' di estrogeno, un ormone che può stimolare la crescita delle celle di cancro al seno. Le Donne hanno trattato con radiazione del torace che poi ha sviluppato la tiroide egualmente è stata trovata per avere più alte tariffe di cancro al seno.

“I Medici dovrebbero fare un punto di valutazione del rischio di cancro al seno in tutte le giovani donne che sono superstiti del cancro di infanzia,„ commenta l'autore senior Lisa Diller, M.D, di Dana-Farber e dei Bambini. “Offrendo la selezione in anticipo ai superstiti al rischio aumentato, possiamo aumentare le probabilità che i tumori del petto saranno individuati e trattati nelle fasi più iniziali, quando sono i più suscettibili della terapia.„

Lo studio è stato svolto in collaborazione con i ricercatori al Centro di Ricerca Sul Cancro Di Fred Hutchinson a Seattle; l'Istituto Nazionale contro il Cancro; Ospedale Pediatrico e l'Istituto Universitario di Ohio State University di Medicina e di Salute pubblica; l'Università di Scuola di Medicina di Minnesota; Ospedale Pediatrico di Filadelfia; e la Scuola di Medicina dell'Università di Washington. È stata supportata con le concessioni dall'Istituto Nazionale contro il Cancro, il Fondo di Ricerca Sul Cancro Dei Bambini; il Programma di Qualità di Vita del Jr. di David B. Perini a Dana-Farber; e la Nuotata Attraverso le Fondamenta dell'America.

http://www.dana-farber.org