Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Impulsi delicati di energia elettrica altrettanto efficaci quanto le scosse più potenti e più dolorose per interrompere i battiti cardiaci rapidi pericolosi

Gli impulsi delicati di energia elettrica possono essere altrettanto efficaci quanto le scosse più potenti e più dolorose per interrompere i battiti cardiaci rapidi pericolosi, secondo un rapporto nella circolazione: Giornale dell'associazione americana del cuore.

La tachicardia ventricolare (VT) è un battito cardiaco veloce che proviene dalla camera del ventricolo del cuore e può essere pericolosa. Il VT è trattato spesso con un cardioverter-defibrillatore impiantabile (ICD), un'unità che consegna una scossa elettrica per riparare un ritmo irregolare del cuore. Ma queste scosse sono dolorose e pazienti di qualche ICD riferiscono un declino nella loro qualità di vita. ICDs può anche fornire l'overdrive che percorre per convertire elettricamente un battito cardiaco rapido continuo.

In questo studio, i ricercatori hanno trovato che la funzione di cadenza di ICDs da solo potrebbe cessare un battito cardiaco irregolare senza l'esigenza delle scosse dolorose. Antitachycardiac che percorre (ATP) con successo ha terminato 81 per cento dei battiti cardiaci rapidi una volta utilizzato come terapia iniziale in pazienti con ICDs.

La qualità di vita è migliorato se i pazienti sono stati curati con il trifosfato di adenosina o le scosse, ma il miglioramento era maggior con il trifosfato di adenosina, i ricercatori hanno detto.

“il trifosfato di adenosina è altamente efficace nel trattamento della tachicardia ventricolare ed impedisce le scosse dolorose senza alcuna differenza clinica la terapia di scossa,„ ha detto il segno S. Wathen, M.D., professore associato di medicina, servizi dell'aritmia al centro medico di Vanderbilt University a Nashville, Tenn. Wathen era autore principale di questo studio dalla prova multicentrata conosciuta come la cadenza della tachicardia ventricolare veloce diminuisce le terapie di scossa (Rx PainFREE II).

Tradizionalmente, il trifosfato di adenosina si è applicato soltanto ai moduli più lenti dei VT (inferiore a 190 battiti per minuto) che presumibilmente hanno meno rischio di accelerazione in risposta alla cadenza o a facilitare dello svenimento. In questa prova, il trifosfato di adenosina è stato utilizzato per tutto il VT di meno bpm di 188 con un indice di successo di 90 per cento. La prova ha ripartito le probabilità soltanto sul VTs più veloce (bpm 188-250).

Lo studio ha fatto partecipare 634 pazienti con ICDs, che sono stati definiti a caso al trattamento iniziale con il trifosfato di adenosina o alle scosse e sono stati seguiti per 11 mese. Il ICDs è stato programmato per individuare la tachicardia ventricolare veloce (FVT) - i battiti cardiaci rapidi di bpm 188 - 250.

Nel gruppo Trifosfato di adenosina-trattato, percorrere era la terapia iniziale. L'unità ha avanzato al trattamento d'urto se il trifosfato di adenosina non riuscisse a terminare il battito cardiaco rapido durante un periodo specificato. Nel secondo gruppo del trattamento, le scosse erano il modulo iniziale del trattamento. Se il ritmo fosse più veloce del bpm 250, quindi la prima terapia era scossa in tutti i pazienti.

Nel gruppo scossa-trattato, 147 episodi di FVT sono stati individuati e 99 sono stati trattati da complessivamente 110 scosse. Nei casi restanti, le scosse terminate spontaneamente in 44 istanze e quattro episodi hanno fatto partecipare i pazienti che erano stati attraversati al gruppo del trifosfato di adenosina alla richiesta del medico o del paziente.

Nel gruppo del trattamento del trifosfato di adenosina, il primo tentativo del trifosfato di adenosina ha terminato 229 dei 284 episodi. Gli otto episodi inclusi totali in cui FVT ri-ha iniziato così rapidamente che il ICD ha riconosciuto la ripetizione FVT come errore del trifosfato di adenosina ed ha consegnato una scossa. Nei 54 casi di vero errore del trifosfato di adenosina, gli episodi di FVT sono stati trattati da scossa in 49 casi e dalla cadenza supplementare nei casi restanti.

I due trattamenti hanno avuti simile sicurezza. La durata mediana degli episodi di FVT era di 10 secondi nel gruppo del trifosfato di adenosina e di 9,7 secondi in braccio di trattamento d'urto. L'accelerazione di FVT si è presentata in 2 per cento degli episodi nei pazienti del trifosfato di adenosina e 1 per cento dei pazienti di scossa. Complessivamente tre pazienti hanno sviluppato la sincope (perdita di coscienza) durante FVT, due nel gruppo del trifosfato di adenosina e l'uno nel gruppo di scossa.

Complessivamente 56 pazienti sono morto durante lo studio e la sopravvivenza di un anno stimata era 91 per cento. I ricercatori hanno riferito che 32 pazienti nel gruppo del trifosfato di adenosina sono morto (10 per cento) e 24 (7 per cento) è morto nel gruppo di scossa. La morte cardiaca improvvisa si è presentata in un paziente nel gruppo del trifosfato di adenosina ed in due nel gruppo di scossa.

Fra i pazienti che hanno avuti almeno un episodio di FVT, 98 hanno compilato un questionario di qualità di vita prima dello studio hanno cominciato e dopo 12 mesi. Il gruppo di scossa ha avuto miglioramento nel dominio corporeo di dolore dell'indagine ma non negli altri domini che sono stati inclusi nel questionario. Al contrario, il gruppo del trifosfato di adenosina ha avuto miglioramento significativo in sette aree differenti, compreso il funzionamento fisico, il dolore corporeo, la funzione sociale e lo stato mentale e fisico globale. Nessuno dei punteggi medii del dominio sono diminuito in qualsiasi gruppo dal riferimento a 12 mesi.

“Questa è la prima prova ripartita con scelta casuale futura per dimostrare che il trifosfato di adenosina empirico è sicuro ed efficace rispetto alle scosse per FVT. … Queste osservazioni, combinate con l'efficacia stabilita del trifosfato di adenosina per il VT più lento, riposizionano il ICD come soprattutto unità del trifosfato di adenosina con soltanto la defibrillazione di riserva occasionale [scossa],„ i ricercatori indicati.

I ricercatori hanno detto che il trifosfato di adenosina dovrebbe essere la terapia preferita per il VT nella maggior parte dei pazienti di ICD.