Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il gene Lag-3 inumidisce le risposte immunitarie gestendo la funzione a cellula T regolatrice

La scoperta che il gene Lag-3 funge da un freno per impedire le risposte di sistema immunitario esaurire il controllo risolve un mistero che ha imbarazzato i ricercatori da quando il gene è stato scoperto 14 anni fa.

Un rapporto su questa scoperta, dai ricercatori all'ospedale della ricerca dei bambini della st Jude ed al centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel, è pubblicato nell'emissione di ottobre dell'immunità del giornale.

I ricercatori hanno risolto il mistero di che Lag-3 fa indicando che i permessi del gene cosiddette celle di T regolarici fungere da freni sul sistema immunitario.

Le celle di T regolarici, che portano la proteina Lag-3 sulle loro superfici, interferiscono con l'atto delle celle “del guerriero„ delle celle- dell'effettore T che orchestrano gli attacchi agli obiettivi specifici nell'organismo, quali le cellule tumorali ed i microrganismi.

L'individuazione ha potuto costituire la base per le nuove strategie per il miglioramento dell'efficacia dei vaccini anticancro o impedire le malattie autoimmuni. Le malattie autoimmuni sono quelle in cui il sistema immunitario attacca i tessuti specifici del proprio organismo di una persona come se siano stati corpi estranei.

I ricercatori hanno indicato che la capacità delle celle di T regolarici di gestire un attacco dalle celle di T dell'effettore sostanzialmente è impedita o si elimina in assenza di Lag-3.

Sia l'effettore che le celle regolarici risultano dalle stesse popolazioni delle celle, chiamate linfociti T di CD4+, secondo Dario A.A. Vignali, il Ph.D., membro associato dell'immunologia della st Jude. Vignali è autore senior del rapporto di immunità.

Il gene Lag-3 è attivato in alcune delle celle di CD4+ durante la risposta di sistema immunitario, trasformandole nelle celle regolarici che mettono i freni sull'attività delle loro celle di T del collega CD4+ che stanno lanciando l'attacco.

“L'atto di frenaggio delle celle di T regolarici impedisce gli effetti distruttivi delle malattie autoimmuni, quale il tipo 1 del diabete, che accade quando le celle di T dell'effettore montano un attacco alle celle del pancreas che producono l'insulina,„ Vignali ha detto.

Tuttavia, le celle di T regolarici possono anche bloccare l'attività utile delle celle antitumorali dell'effettore. Questo atto di frenaggio ha potuto inibire un attacco del sistema immunitario alle cellule tumorali.

“Questo studio aggiunge alle prove crescenti che le celle di T regolarici svolgono un ruolo principale nell'inumidimento dell'attività antitumorale del sistema immunitario,„ ha detto Charles Drake, M.D., il Ph.D., assistente universitario dell'oncologia al centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel. “L'identificazione di una molecola specifica sulla superficie di queste celle che possiamo bloccare rappresenta una nuova opportunità emozionante di ampliare la potenza alle delle terapie basate a immune del cancro. Attivamente stiamo perseguendo la migliore strategia per verificare questi risultati in pazienti.„

Drake è co-author del documento.

In mouse studia, i ricercatori in primo luogo ha indicato che le celle di T regolarici possono proteggere da un attacco potenzialmente letale e su grande scala del sistema immunitario dalle celle di T dell'effettore che ordinariamente avrebbero causato un'affezione polmonare interna.

Dopo, il gruppo ha usato una tecnica chiamata l'analisi di schiera del DNA per identificare quali geni nelle celle di T di CD4+ sono attivati in celle che si sviluppano nelle celle di T regolarici. I ricercatori hanno trovato che il gene Lag-3 “è stato espresso„ (essendo usando dalla cella per fare proteina) in misura molto maggior in celle di T regolarici che in celle di T dell'effettore. Il gruppo poi ha mostrato che quello inserire il gene Lag-3 nelle celle di T di CD4+ le ha trasformate nelle celle di T regolarici. Queste celle di T regolarici recentemente minted hanno soppresso l'attività di cellula T dell'effettore.

Inoltre, i ricercatori hanno indicato che gli anticorpi contro la proteina Lag-3 bloccano questo effetto di moderazione delle celle di T regolarici sulle celle di T dell'effettore, permettendo che le celle dell'effettore continuino un attacco aggressivo. Ciò che trova ha fornito ulteriore prova che Lag-3 è una proteina chiave sulle celle di T regolarici quella funzione di cellula T dell'effettore di comandi.

“Le celle di T tumore-specifiche generate da alcuni vaccini anticancro non sono molto efficaci perché blocchetto regolatore delle cellule di T la loro attività terapeutica,„ ha detto Creg J. Workman, Ph.D., un ricercatore postdottorale nel laboratorio di Vignali e co-author del documento. “Ma se i ricercatori potessero bloccare Lag-3 sulle celle di T regolarici potrebbe possibile liberare tali vaccini per generare un attacco particolarmente aggressivo alle cellule tumorali.„

“Vorremmo mettere quel genere di controllo sopra la funzione immune nelle mani dei medici,„ Vignali ha detto. Il lavoro alla st Jude è stato supportato dagli istituti della sanità nazionali (NIH) e ALSAC, mentre il lavoro al centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel è stato supportato dal NIH e regali da sig.ra Dorothy Needle, William e Betty Topercer, orafo di Jack e le fondamenta del fondo e del serafino di Janey.

Altri autori sono Creg J. Workman (st Jude) ed il Ching-Tai Huang (co-primo autore), Dallas vola, pentola di Xiaoyu, Aimee L. Marson, il gruppo Zhou, Edward L. Hipkiss, Sowmya Ravi, Jeanne Kowalski, Hyam I. Levistsky e Jonathan D. Powell (centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel). Il Ching-Tai Huang è egualmente affiliato con la scuola di medicina dell'università di Chang Gung e l'ospedale, Taiwan.