Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuova comprensione di come i poxviruses saltano dalle specie alle specie

Gli studi canadesi intrapresi all'istituto di ricerca di Robarts fanno il nuovo indicatore luminoso su come i poxviruses possono saltare dalle specie alle specie -- e piombo ad ulteriore prospezione di un altro candidato potenziale nel campo di emergenza “dei virus oncolytic„ al cancro di lotta.


Poxviruses, la più grandi e maggior parte dei virus complessi conosciuti, sono stati conosciuti circa per secoli - “i butteri„ caratteristici prodotti dal virus del vaiolo (vaiolo) che dà al loro nome a tutti i moduli della malattia infettiva “una dose dell'esantema„. La vaiolo in primo luogo è comparso in Cina e nell'Estremo Oriente almeno 2000 anni fa.

I ricercatori lungamente hanno saputo che alcune celle animali potrebbero essere infettate con i virus specifici mentre altre non potrebbero: È questa protezione dovuto determinati ricevitori sulla superficie delle cellule ospiti? O è la protezione ha conferito dall'interno della cella?

In un articolo pubblicato il 24 ottobre in immunologia della natura, il Dott. Grant McFadden dello scienziato di Robarts descrive come le celle del mouse possono essere alterate sperimentalmente per essere suscettibili di cui è normalmente un poxvirus coniglio-specifico. Questo studio fornisce la prima prova che è l'ambiente di segnalazione all'interno della cella che determina se un host dato specie sarà infettato o non da questa famiglia dei virus.

Il gruppo di ricerca -- quale include il Dott. Fuan Wang dal laboratorio di McFadden e collaboratori dell'autore principale dal laboratorio del Dott. il Skip Virgin all'università di Washington a St. Louis -- ha indicato che il myxoma, un poxvirus letale soltanto ai conigli, può saltare le specie ed infettare i mouse immune-carenti che sono interrotti in un insieme dei segnali intracellulari chiamati la via dell'interferone. Questa via particolare fa parte una parte importante del sistema immunitario innato in vertebrati e differisce leggermente fra le specie per proteggere dagli attacchi virali.

Capendo precisamente come i virus come il myxoma rendono non valida una cellula ospite non solo le guide spieghi come i virus entrano in altre specie ma nelle offerte la possibilità di usando il virus verso le cellule tumorali umane di uccisione. Molte cellule tumorali egualmente hanno carenze nella via dell'interferone, che rende loro gli obiettivi principali per i virus oncolytic. Fra quei virus allo studio come agenti oncolytic sia: virus Herpes simplex, adenovirus e virus vescicolare di somatitis.

Il Dott. McFadden, co-direttore del gruppo di ricerca di Biotherapeutics a Robarts a Londra, Ontario, è un membro del consorzio Oncolytic del virus, piombo dal Dott. John Bell, professore di medicina all'università di Ottawa e scienziato senior di cura del cancro Ontario. Il consorzio mira a riunire i clinici e gli scienziati con un interesse nei virus di Cancro-uccisione per accelerare i loro risultati nella clinica. Per la sua parte, il Dott. McFadden rimane prudente ma incoraggiante circa il lavoro avanti.

“Questa è realmente l'apertura di nuova porta che probabilmente richiederà gli anni per analizzare e determinare quali virus sono i migliori candidati oncolytic,„ ha detto il Dott. McFadden, che tiene una presidenza della ricerca del Canada in virologia molecolare ed è egualmente professore di microbiologia e dell'immunologia all'università di Ontario occidentale. “Un anno fa ero interessato nell'evasione immune dai poxviruses -- ed ancora sono -- ma questi risultati inattesi sul meccanismo di atto all'interno della cellula ospite contribuiscono a rispondere alle domande fondamentali come: Perché abbiamo barriere di specie che determinano se le celle possono o meno essere infettate dai virus? E come alcuni virus realmente attraversano la barriera di specie? Queste domande fondamentali hanno un intervallo delle applicazioni importanti nella biologia e nella medicina.„